Primario di medicina rappresenta un importante passo in avanti

 
Chiama o scrivi in redazione


Primario di medicina rappresenta un importante passo in avanti

Primario di medicina rappresenta un importante passo in avanti

“La Regione Umbria, tramite apposita delibera, ha autorizzato l’Azienda Usl Umbria 1 a conferire l’incarico di Direzione dell’Unità Organizzativa Complessa (UOC) medicina Assisi – così il capogruppo Lega in Regione Umbria, Stefano Pastorelli – L’individuazione di un primario di medicina rappresenta un importante passo in avanti per garantire al presidio ospedaliero assisano una sua autonomia nella gestione delle risorse e del personale e quindi una migliore qualità dei servizi ai pazienti, considerando che l’assenza di tale figura negli ultimi anni non aveva consentito un’adeguata gestione delle problematiche complesse.

L’integrazione di nuove professionalità e competenze è un ulteriore passo in avanti verso il potenziamento dell’ospedale di Assisi nel percorso tracciato di valorizzazione dei servizi sanitari al cittadino. Dopo l’individuazione del capo dipartimento chirurgia che fa riferimento ad Assisi – prosegue l’esponente leghista – l’intendimento della Regione Umbria di definire il primario di medicina testimonia la grande attenzione riservata al territorio assisano come avevo auspicato qualche mese fa attraverso la presentazione di una mozione, approvata in sede di Assemblea Legislativa regionale, con la quale si evidenziava il ruolo fondamentale che l’ospedale di Assisi occupa nel quadro della rete sanitaria regionale.

Rientra in questa considerazione la previsione di investimenti importanti definiti nell’ambito del PNRR e altri progetti ad esso relativi circa il potenziamento delle strutture e dei servizi. L’evidenza del lavoro svolto in questa fase di riorganizzazione post covid si pone in netta controtendenza rispetto alle illazioni da campagna elettorale della sinistra e dei grillini che non perdono occasione di gettare fumo negli occhi ai cittadini con il loro catastrofismo. Sono i fatti quelli che contano – conclude Pastorelli – non le chiacchiere da bar alimentate da personaggi in cerca di visibilità e i fatti per l’ennesima volta confermano l’attenzione riservata alla sanità assisana e alle istanze del territorio”.–

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*