ASSISI, BOXE MONDIALE SENZA CASCO, AZZURRI PRONTI A COMBATTERE

NAZIONALE PUGILATO
NAZIONALE PUGILATO
NAZIONALE PUGILATO

Anche io ci metto la Faccia” questa le parole con cui il Presidente CONI Giovanni Malagò ha chiuso il suo intervento alla Conferenza Stampa di presentazione della Squadra Azzurra di Pugilato, che da domani sarà impegnata nella XII Edizione dell’AIBA World Boxing Championships in programma ad Almaty in Kazakhstan fino a domenica 27 ottobre.

Il Massimo dirigente dello Sport Italiano, ospite d’onore di questa conferenza che ha avuto il suo proscenio all’interno del Circolo del Tennis-Foro Italico a Roma, ha così fatto suo il nuovo slogan –#iocimettolafaccia appunto – che non solo accompagnerà gli azzurri nella loro avventura in terra kazaka, ma sarà il vessillo della nuova campagna FPI nata per far divenire protagonisti tutti gli appassionati della Noble Art e non solo.

 

Al tavolo dei lavori, accanto al Presidente Malagò, sedevano: il Presidente FPI, Alberto Brasca, il Segretario Generale FPI, Alberto Tappa, il Sindaco di Assisi, Claudio Ricci, il Supervisor Squadre AOB-APB-WSB, Francesco Damiani, il Responsabile Tecnico Nazionale Azzurre Maschili di Pugilato, Raffaele Bergamasco.

 

I veri protagonisti comunque sono stati i 10 Azzurri selezionati per questo evento iridato: Manuel Fabrizio Cappai (49 Kg – GS Fiamme Oro); Vincenzo Picardi (52 Kg – GS Fiamme Oro); Vittorio Jahyn Parrinello (56 Kg – CS Esercito); Domenico Valentino (60 Kg – GS Fiamme Oro); Dario Donato Vangeli (64 Kg – GS Fiamme Oro); Vincenzo Mangiacapre (69 Kg – GS Fiamme Azzurre); Raffale Munno (75 Kg – GS Forestale); Simone Fiori (81 Kg – GS Fiamme Oro); Clemente Russo (91 Kg – GS Fiamme Azzurre); Roberto Cammarelle (+91 Kg – GS Fiamme Oro).

 

Accanto a loro presenti anche le due boxer azzurre, Irma Testa e Roberta Bonatti, che la loro medaglia mondiale l’hanno già vinta nel recente Torneo iridato di Albena. La prima ha conquistato l’oro nei 52 Kg, mentre la seconda ha portato a casa un bronzo nei 46 Kg. Ragazza che, sicuramente saranno da sprone per i nostri alfieri alla ricerca della gloria iridata.

 

Un parterre di livello ha assistito agli interventi delle personalità presenti, tra cui spiccavano: Roberto Fabbricini, Segretario Generale CONI, Carlo Mornati, ViceSegretario Generale CONI, On. Svetlana Celli, Presidente Commissione Sport Comune di Roma e il Vice Presidente FPI Walter Borghino, l’AD WSB Italia Thunder Paolo Casserà, dall’AD Asics Italia Luca Bacherotti e dal Direttore Commerciale de “I Viaggi del Turchese” Quirino Falessi. Hanno impreziosito l’evento gli amici di sempre del pugilato come Franco Nero, attore di fama mondiale e appassionato di Noble Art, Enzo G. Castellari, regista internazionale Enzo G. Castellari, accompagnati dall’ex Campione Vladimiro Riga, Nino Benvenuti, Oro Olimpico Roma 1960, Sandro Elisei, Consigliere d’amministrazione Istituto Serafico di Assisi e Social Partner FPI, Francesco Mignani, Assessore allo Sport del Comune di Assisi. Hanno presenziato i Consiglieri Federali, Angelo Musone, Massimo Scioti, Sergio Rosa, Giuseppe di Gaetano, Antonio De Vitis e il Presidente CR FPI Lazio Roberto Aschi. Presenti anche tutte le più alte carice dei Gruppi Sportivi: CS Esrcito, GS Fiamme Oro, GS Fiamme Azzurre e GS Forestale

 

I lavori sono stati moderati con professionalità ed elegante ironia dal Giornalista di Rai Sport, Andrea Fusco, che ha dedicato un momento in memoria del Dottor Massimo Moscetti e di Giuliano Gemma, prima di cedere la parola al Presidente FPI Alberto Brasca, il quale ha voluto esordito ringraziando il Presidente CONI Malagò per la sua presenza all’avvenimento: “Un sentito grazie – queste le sue parole – al Presidente Malagò, a Roberto Fabbricini e Carlo Mornati per la loro presenza quest’oggi e per la vicinanza che da sempre dimostrano nei riguardi del nostro sport. Siamo qui oggi per presentare la nostra Squadra per il Mondiale di Almaty 2013 che sarà contrassegnato da grandi novità quali l’assenza del Caschetto e il nuovo sistema di punteggio. Sarà un grandissimo evento, visto che vi parteciperanno atleti – credo quasi 600 – provenienti da ogni parte del mondo, cosa che dimostra quanto ormai il pugilato sia diffuso. Il nostro Team è forte e parte per il Kazhakstan con tutta l’intenzione di vincere e portare a casa medaglie. Spero che, a tal proposito, la presenza di Irma Testa e Roberta Bonatti sia di buon augurio, visto che loro due una medaglia iridata l’hanno già conquistata. I nostri ragazzi oltre ad essere un grande team di atleti, sono anche un gruppo di uomini di valori, che al meglio rappresenta la nobiltà d’animo di questo sport. Voglio infine ringraziare i nostri social Partner (l’Istituto Serafico di Assisi, Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping, Sport Senza Frontiere, Steadfats Onlus, Donna e Politiche Familiari), che siamo fieri di avere al nostro fianco.” Dal Kazakhstan ha fatto pervenire il suo speciale in bocca al Lupo agli Azzurri il VicePresidnete AIBA Presidente EUBC e Presidente Onorario FPI Franco Falcinelli.

 

Dopo il Presidente Brasca è stato il turno del Presidente Malagò, che ha voluto sottolineare quanto sia forte il suo legame con l’ars pugilatoria: “Caro Alberto – queste le sue dichiarazioni – sono molto contento di essere qui e lo ritengo un obbligo vista la mia posizione di Presidente del CONI. La boxe ha infatti regalato molti successi e gioie – sia olimpiche che mondiali – al nostro sport e da sempre è ambasciatore dei più alti valori sia sportivi che umani. Mi ricordo che da bambino mio padre, oltre che a guardare le partite di calcio, mi faceva assistere ai match del Grande Nino Benvenuti, cosa che mi ha fatto appassionare a questo sport. Ricordo con piacere quando, pochi giorni dopo la mia elezione e, sono stato ospite del Centro Nazionale di Assisi, che è la casa del pugilato italiano dove i nostri boxer si allenano. E’ stata la prima volta in cui questo bellissimo Training Center è stato fatto oggetto di visita da parte del Presidente del CONI. Auguro ai boxer Azzurri di tornare da Almaty con delle medaglie al collo, ma in ogni caso sono sicuro che daranno il massimo e che ci metteranno la faccia. Come voglio fare io. Faccio mio, dunque, il nuovo slogan della campagna FPI: Io ci metto la faccia”. Al Presidente Malagò è stata consegnata dal Presidente FPI Brasca e dal Capitano Azzurro Roberto Cammarelle la nuova Canottiera della Nazionale firmata Asics.

 

Questo nuovo credo della FPI è stato condiviso da tutti i presenti, soprattutto dalla Staff Tecnico (di cui fanno parte anche gli Assistant Coach Maurizio Stecca e Giuseppe Foglia, il Team Doctor Claudio Fabbricatore e il Fisioterapista Fabio Morbidini) e Atleti, che sono stati presentati uno ad uno dall’Head Coach Raffaele Bergamasco. A tutti loro è stato rivolto l’emozionante video-saluto dei ragazzi del Serafico.

 

Prima dell’apertura dei lavori il Presidente FPI; Alberto Brasca, e l’AD di Asics Italia, Luca Bacherotti hanno firmato il rinnovo dell’accordo di partnership-Sponsorship tra la Federazione e la notissima azienda di abbigliamento sportivo, che accompagnerà l’ITA BOXING fino a RIO 2016.

 

Presentato anche l’accordo tra la FPI e i Viaggi del Turchese, official Partner per Almaty 2013, che offrirà a tutti gli atleti medagliati dei viaggi premio tra Egitto, Tunisia e Ibiza.

 

il Segretario Generale della FPI Alberto Tappa ha presentato la campagna Social della FPI#iocimettolafaccia, che permetterà a tutti gli appassionati della Noble Art e non solo di diventare protagonisti attraverso i Social Media FPI

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*