Basilica San Francesco Assisi, accensione albero di Natale dedicato ai migranti

Ad Assisi un messaggio per i migranti e i poveri è stato lanciato dal presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per i migranti e gli itineranti, cardinale Antonio Maria Vegliò, e dal sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini nella cerimonia di accensione dell’albero di Natale e del presepe davanti alla Basilica Inferiore di S.Francesco. Sono intervenuti anche la presidente umbra Catiuscia Marini e il custode del Sacro convento, Mauro Gambetti. Poi cena con i poveri nel refettorio.  L”albero e il presepe sono stati donati dalla Regione Umbria, che lo scorso 4 ottobre ha offerto l”olio per la lampada votiva sulla tomba di Francesco – presente papa Bergoglio – e con la collaborazione della Provincia Autonoma di Trento.

 

Un coro di voci bianche, composto da 100 bambini delle scuole elementari di Assisi, ha intonato canti natalizi. Sono intervenuti anche la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e il custode del Sacro convento di Assisi, padre Mauro Gambetti. Al termine della cerimonia 80 poveri saranno accolti per la cena nel refettorio del Sacro convento e pacchi dono sono stati consegnati alle famiglie bisognose. “Il grande albero di circa 13 metri con le sue 14.000 luci, il presepe, e i valori del Natale che San Francesco definiva ”la festa delle feste” – ha spiegato padre Gambetti – diffonderanno la gioia di questo importante momento per portare doni ai piu” poveri e ai piu” bisognosi sull”esempio del santo d”Assisi”.

[slideshow_deploy id=’4521′]

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*