Contributi per l’affitto le domande entro il 20 dicembre

Le risorse sono state stanziate dal Fondo nazionale e regionale

 
Chiama o scrivi in redazione


Contributi per l’affitto le domande entro il 20 dicembre

Contributi per l’affitto le domande entro il 20 dicembre

E’ stato pubblicato il bando per la formazione di graduatorie relative all’assegnazione di contributi per l’affitto; si trova sul sito istituzionale www.comune.assisi.pg.it (sezione avvisi pubblici) dove è  reperibile anche il modulo per la domanda che deve essere presentata entro e non oltre il 20 dicembre.

Fonte Comune di Assisi – Uff stampa


I beneficiari dei contributi possono essere anche i nuclei familiari che hanno un’attestazione Isee non superiore a 30 mila euro e l’incidenza del canone annuo di locazione non è inferiore al 24 per cento, oltre ai nuclei familiari con Isee non superiore a due pensioni minime e l’incidenza del canone di locazione non è inferiore al 14%.

In sostanza si amplia la platea di coloro che possono ottenere il contributo per pagare l’affitto e lo spirito di questo sostegno rientra nelle misure decise dal governo per aiutare coloro che a causa dell’emergenza sanitaria da Covid hanno avuto una riduzione del reddito.

Le risorse sono state stanziate dal Fondo nazionale e regionale e complessivamente ammontano a 132 mila e 611,40 euro. .

La domanda va redatta utilizzando il modello allegato al bando e può essere inviata a mezzo raccomandata a/r al Comune di Assisi, Piazza del Comune, 10, 06081 Assisi, oppure tramite Pec (posta elettronica certificata) all’indirizzo comune.assisi@postacert.umbria.it.

Per assistenza e consulenza nel preparare la domanda si possono contattare i numeri 075-8138235/075-8138436/075-8138208.

L’assessore alle politiche sociali Massimo Paggi ha sostenuto che “si tratta di una misura di sostegno importante per le famiglie che si trovano in difficoltà economica, misura che è sempre stata adottata dall’amministrazione comunale, questa volta lo è ancora di più perché si rivolge anche a coloro che hanno sofferto a causa della pandemia, che hanno subito una diminuzione del lavoro o addirittura la perdita. Come Comune continuiamo a essere dalla parte dei più fragili, di chi è costretto a vivere un disagio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*