Giornata Internazionale della donna, Irene Higginbotham, il volto nascosto del jazz

 
Chiama o scrivi in redazione


Giornata Internazionale della donna, Irene Higginbotham, il volto nascosto del jazz

Giornata Internazionale della donna, Irene Higginbotham, il volto nascosto del jazz

Domenica 24 novembre, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Assisi ospita una mostra e un concerto dedicato alla figura di Irene Higginbotham, organizzati dal Comune di Assisi, dal Punto D’Ascolto Antiviolenza della zona sociale 3 dell’Umbria e dalla Rete delle Donne AntiViolenza onlus.

© Protetto da Copyright DMCA

Prolifica e versatile compositrice e musicista americana degli anni Quaranta, fu molto attiva sulla scena jazz newyorchese, tanto da essere inclusa dal musicologo Ted Gioia fra le “cinque donne songwriter che hanno modellato il suono del jazz”. Brillante pianista, nonché raffinata autrice di versi delle sue canzoni, la Higginbotham compose brani vocali e strumentali che furono interpretati da personaggi del calibro di Louis Armstrong, Billie Holiday, Nat King Cole e tanti altri.

La sua storia sarà raccontata da Claudia Aliotta, cantante e ricercatrice di storia del Jazz, e dal “Claudia Aliotta Quartet” attraverso una mostra e un concerto monografico che proporrà sia i brani più rappresentativi della compositrice che due brani inediti.

Perché un concerto jazz in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne?

“Perché – dicono le operatrici del Punto D’Ascolto – non è certo un caso che questa importante artista sia stata completamente dimenticata! Irene era una giovane donna nera in un mondo di uomini! Irene è una delle tantissime donne che, nonostante l’immenso talento, sono dovute stare a margine, a lato di una società maschile che per secoli le ha relegate a ruolo di mogli, madri, custodi del focolare domestico.

La violenza di genere nasce proprio da un rapporto tra donne e uomini storicamente diseguale, di subordinazione, che ha permesso, e permette tutt’ora, agli uomini di prevaricare e discriminare le donne.

La vera grande sfida che abbiamo – aggiungono le operatrici – è cambiare la cultura e la società in cui viviamo, anche attraverso la riscrittura della nostra storia, la conoscenza del valore e del ruolo che le donne hanno avuto nella sfera pubblica, politica, culturale e artistica”.

“Per quanto riguarda la violenza sulle donne – ha sottolineato l’assessore Veronica Cavallucci –  il Comune di Assisi è impegnato quotidianamente nei diversi servizi dedicati ed opera attivamente nella rete regionale di prevenzione e contrasto alla violenza di genere. La Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne è un momento di riflessione e sensibilizzazione sulle vere cause del fenomeno e sugli strumenti necessari per eliminare una delle più gravi violazioni dei diritti umani che viviamo a casa nostra e in tutto il mondo”.

L’appuntamento è alla Sala delle Volte, a partire dalle 16 per la mostra e alle ore 18,30 con il concerto del Claudia Aliotta Quartet.

Al termine del concerto verrà offerto un aperitivo ai/alle partecipanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*