Pellegrino di Pace ad Angelo Borrelli, capo protezione civile italiana

 
Chiama o scrivi in redazione


Angelo Borrelli ad Assisi, premierà la Protezione civile della Città

Pellegrino di Pace ad Angelo Borrelli, capo protezione civile italiana

Ognuno di noi ricorda bene una delle prime notizie di cui la scuola dei primi anni ci ha arricchito rispetto al concetto di Nazione: “la Nazione è l’insieme di un territorio e di un popolo legati da un vincolo di appartenenza solidale” In questo vincolo la Nazione si esalta e i suoi cittadini gioiscono all’unisono nei momenti felici e altrettanto all’unisono ricercano e danno protezione e sostegno nei momenti di difficoltà. Quando negli ormai lontani anni ‘80 l’Onorevole Zamberletti avviò il processo di istituzione della Protezione Civile Nazionale, è molto probabile che sia stato ispirato dalla lungimiranza di dare corpo a questo significativo valore superandone l’astrattezza e dandogli dignità istituzionale.

© Protetto da Copyright DMCA

Da allora molto tempo è passato e la Protezione Civile si è rafforzata nell’immaginario collettivo a ragione degli straordinari progressi nelle attività e nei risultati ma anche del ruolo ormai consolidato di strumento di coesione sociale.

Oggi 17 dicembre arriva ad Assisi il Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale Angelo Borrelli che racchiude in sé, non solo istituzionalmente, questa lunga storia di vite salvate e di tragedie evitate o contenute.

«Un insieme – riferisce Monica Sciamannini del Centro pace di Assisi -, verrebbe da dire, di prodigiose e straordinarie attività, in effetti molto molto di più: la salvaguardia della serenità del vivere, il rifiorire della speranza dopo il buio della disperazione, il risorgere dell’armonia, il contributo alla pace del cuore che è tanta parte del bene-essere di un popolo, di una nazione. Il Dottor Borrelli – aggiunge -, al di là del racchiudere tutta questa storia, è sicuramente personalità che di questa storia si nutre umanamente, partecipando non sono con le sue capacità manageriali, ma anche con il cuore e la disponibilità verso chi si trova in condizioni di difficoltà, con un afflato che consola. In questo senso il ruolo del Capo Dipartimento della Protezione Civile si arricchisce di grande umanità che allarga i confini della Protezione Civile, facendole assumere un significato più ampio di umano sostegno a chi, per le cause più diverse, si trova in condizioni di vulnerabilità e fragilità. Per questi motivi il Centro Internazionale per la Pace fra i Popoli ha il piacere e l’onore di conferire al Dottor Angelo Borrelli – Capo Dipartimento Protezione Civile il Riconoscimento Internazionale del “Pellegrino di Pace”».

Una lunga storia quella del Pellegrino di Pace che parte dal 1988, e da allora ha viaggiato in tutto il mondo a portare il messaggio che un mondo di pace è possibile, attraverso le diverse personalità che lo hanno accolto, e attraverso tutti i diversi modi di declinare la pace. Allegato elenco dei Pellegrini di Pace e invito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*