Santa Maria degli Angeli, realizzati tre campi da basket

 
Chiama o scrivi in redazione


Santa Maria degli Angeli, realizzati tre campi da basket

Santa Maria degli Angeli, realizzati tre campi da basket

di Flavia Pagliochini

Campi da basket a disposizione dei cittadini grazie alla collaborazione tra Comune e società sportiva. Il regolamento per la gestione e la cura condivisa dei beni comuni urbani, che prevede la possibilità per i cittadini e le associazioni di porre in essere azioni di cura condivisa, rigenerazione e gestione dei beni, sempre sotto il controllo dell’amministrazione, regala a Santa Maria degli Angeli un campetto da basket grazie alla collaborazione con la Virtus Assisi.

Il campetto sorge nell’area verde tra via Diaz e via San Bernardino da Siena a Santa Maria degli Angeli, nelle immediate vicinanze della scuola d’infanzia Cimino, in una zona molto frequentata da famiglie e ragazzi. Nella pista sono stati realizzati tre mini-campi di basket utilizzabili contemporaneamente, quindi un nuovo grande campo da basket. “L’Asd Virtus – recita la nota del Comune di Assisi – si è impegnata a installare nell’impianto dell’area verde tabelloni da basket regolamentari, sistemare il terzo impianto, ridefinire gli spazi di segnatura e verniciatura dei campi, utilizzare con cura e diligenza gli spazi e le attrezzature.

LEGGI ANCHE – Inaugurato il campetto da basket all’aperto a Santa Maria degli Angeli

Il Comune dal canto suo si è impegnato a cofinanziare il progetto (investiti 1.500 euro) tramite l’acquisto di un impianto di basket e promuovere, nelle forme ritenute più opportune, un’adeguata informazione alla cittadinanza sull’attività svolta dalla società in uno spirito di leale collaborazione”. “La pandemia – ha affermato il presidente della Virtus Assisi, Massimo Semprevivo – ha costretto i nostri atleti a stare chiusi in casa per troppo tempo, e l’idea è stata quella di adoperarci per permettergli, quando sarebbe stato possibile, di fare attività all’aperto.

Ringrazio la giunta, i consiglieri della Virtus, e Tommaso Caracciolo (UmbriaGas) e Raffaele Pagano (G. M. Group) senza i quali realmente non sarebbe stato possibile portare a termine tutto ciò. Infine, voglio fare un appello a tutti i ragazzi che ne usufruiranno: abbiatene cura”.

La sottoscrizione del Patto – aggiunge la nota dell’amministrazione di Assisi – rappresenta la prima forma di cooperazione tra l’ente pubblico e un’associazione sportiva, inquadrata nell’ambito del regolamento per la gestione e la cura condivisa dei beni comuni urbani.

Già siglati altri Patti di collaborazione, come quello in vigore quello con la pro loco di Capodacqua, permettendo così “l’adozione” di spazi pubblici da parte della comunità che diventa soggetto attivo nella gestione e cura dei beni comuni urbani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*