Sono circa 5 tonnellate di beni di prima necessità raccolti con “Dona una spesa”

prodotti raccolti, tra i quali pasta, riso, alimenti in scatola, zucchero, farina,  biscotti, latte, prodotti per l’infanzia e per l’igiene

 
Chiama o scrivi in redazione


Sono circa 5 tonnellate di beni di prima necessità raccolti con “Dona una spesa”

All’iniziativa organizzata dalla Caritas della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, unitamente alla Fondazione diocesana di religione Assisi Caritas, hanno partecipato circa 100 volontari.

Diocesi ha aiutato 2386 persone e distribuito 115 tonnellate di beni a profughi

ASSISI – Sono circa 5 tonnellate i beni di beni di prima necessità raccolti grazie all’iniziativa “Dona una spesa”, che si è tenuta sabato 2 aprile in alcuni supermercati della zona di Assisi, Bastia Umbra e Santa Maria degli Angeli.

All’iniziativa organizzata dalla Caritas della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, unitamente alla Fondazione diocesana di religione Assisi Caritas, hanno partecipato circa 100 volontari.

I prodotti raccolti, tra i quali pasta, riso, alimenti in scatola, zucchero, farina,  biscotti, latte, prodotti per l’infanzia e per l’igiene personale verranno distribuiti alle famiglie in difficoltà dall’Emporio solidale diocesano “7 Ceste” di Santa Maria degli Angeli (371 334 4796 – segreteria@assisicaritas.it) e in questo tempo di grande emergenza saranno utilizzati anche per sostenere i profughi di guerra ucraini accolti in diocesi.

Nell’anno 2021 l’Emporio ha assistito in totale 2386 persone bisognose di cui 606 in maniera saltuaria perché si trovavano in isolamento a causa del Covid-19.  Sono state donate 6.600 ore di volontariato e distribuite 4927 spese per un totale di 115 tonnellate di beni di cui 33 tonnellate provenienti da raccolte alimentari e 42 tonnellate da donazioni provenienti dalla Comunità Europea (SIFEAD).

“Un sentito grazie – dicono il presidente della Fondazione Assisi Caritas don Cesare Provenzi, la direttrice della Caritas diocesana Rossana Galiandro e la vice direttrice Anna Rita Cetorelli – a tutti coloro che hanno acquistato i beni che saranno devoluti per rispondere alle tante richieste di aiuto. Un segno di grande solidarietà in un momento di difficoltà che dimostra senso di vicinanza e condivisione. Un ringraziamento anche ai volontari che hanno prestato il loro servizio, ai frati della Casa di accoglienza Papa Francesco, ai Centri di volontariato sociale di Assisi, Bastia Umbra e Santa Maria degli Angeli e ai Centri di ascolto del territorio”.

I supermercati che hanno aderito all’iniziativa sono: il Conad Giontella, il Conad Le Querce e il Conad XXV Aprile di Bastia Umbra; il Conad Le Cave, il Superconti e l’EMI di Santa Maria degli Angeli, il Carrefour Buzi e il Conad di Viole ad Assisi, il Supermercato Alimentari Passeri di Assisi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*