Angelana calcio, risultati, cronaca e commento delle gare del week-end

Angelana calcio

Angelana calcio, risultati, cronaca e commento delle gare del week-end SAN SISTO –  È amaro il ritorno di Carlo Valentini al Comunale di San Sisto: l’Angelana cade di misura e per la prima volta in stagione rimane a secco di gol, colpita e affondata dalla stoccata di Marcaccioli che indovina il classico tiro della domenica superando Mazzoni con una beffarda conclusione all’incrocio. Un pomeriggio stregato per i giallorossi, gravati di numerose assenze (oltre a De Santis l’infermeria ha accolto anche Bartolini e Burini) e ben controllati da una formazione, quella di Riberti, che ha disputato probabilmente la miglior gara stagionale.

Almeno nella prima frazione dove i padroni di casa hanno tenuto in mano il pallino del gioco, riuscendo ad arginare con successo il modulo forzatamente a trazione anteriore schierato da Valentini, presentatosi con tre punte e mezzo al cospetto di una delle migliori difese del torneo. Dopo un paio di sortite di Siena e Milletti a colpire poco dopo la mezzora c’ha pensato Marcaccioli, lesto ad approfittare di un lancio lungo di Siena e bravo a prendere il tempo a Barbini, schierato in coppia con Piccinelli al centro della difesa.

Nel finale di tempo prima risposta giallorossa con una girata di Catani sfilata a lato, poi nella ripresa l’occasione migliore con Passeri che impatta male la sfera e De Luca che da posizione decentrata non riesce a concludere nello specchio della porta. Nel finale il caldo taglia le gambe un po’ a tutti: il San Sisto in contropiede prova a far male e dopo una conclusione alle stelle di Ardone ci vuole un super Mazzoni per dire di no alla conclusione di testa di Piccioli che fa gridare al gol tutta la tribuna. È il secondo stop consecutivo, ma anche la riprova di un momento delicato dove le tante assenze condizionano il rendimento giallorosso.

POST PARTITA Non ditelo però a Carlo Valentini: da lui non sentirete alcun lamentela circa il fatto che tanti elementi sono indisponibili. “Le assenze ci sono, è vero, ma chi va in campo è all’altezza e non servono alibi. Abbiamo provato a giocare la nostra partita al cospetto di un avversario che so essere davvero molto forte, più di quanto dica la classifica. Non era facile ma siamo stati bene in campo, pur se abbiamo finalizzato poco negli ultimi 16 metri. Peccato per quel gol subito su una palla letta male, ma la squadra ha fatto quel che doveva fare e la sconfitta va accettata nella consapevolezza di aver comunque fatto il nostro”.

TOP PLAYER In una domenica avara di soddisfazioni il migliore tra i giallorossi è Elia Mazzoni: almeno due interventi di notevole fattura su Marcaccioli (in chiusura di primo tempo) e su Piccioli allo scadere, buoni per contenere il passivo. Zero colpe sul gol che ha deciso la gara.

PROSSIMO IMPEGNO Domenica si torna al “Migaghelli” contro quel Pontevalleceppi che vorrà certamente riscattare la batosta (2-9) incassata a domicilio dal Foligno.

CLASSIFICA dopo 4/30 giornate: Lama 12, Foligno 10, Pontevecchio 8, Ellera, Spoleto 7, Angelana, San Sisto, Ducato 6, V.A.Sansepolcro, Narnese, Castel del Piano 5, Orvietana 4, Massa Martana, Pievese 3, Pontevalleceppi 1, Assisi Subasio 0.

ECCELLENZA
SAN SISTO – ANGELANA 1-0
SAN SISTO (4-3-3): De Marco; Ceccomori, Fiorucci, Benda, Siena; Piccioli, Cerbini, Milletti; Marcaccioli (21’ st Brescia), Russo (33’ st Bottega), Ardone (43’ st Parmegiani). A disp.: Dorillo, Nardi, Bartoccini, Pelliccia, Polverini, Belardi. All.: Riberti.
ANGELANA (4-2-3-1): Mazzoni; Scopetti, Piccinelli, Barbini, Rinaldi (16’ st Cirocchi); Ubaldi, Ragusa (40’ st Cristofani); Catani, Confessore (24’ st Capitini), De Luca (29’ st Barbacci); Passeri. A disp.: Lenzi, Cammerieri, Galassi, Arcangeli, Bastianini. All.: Valentini.
ARBITRO: Andreani di Terni.
MARCATORE: 34’ pt Marcaccioli
NOTE: Ammoniti: Cerbini (SS), Catani (A).


SANTA MARIA DEGLI ANGELI – Ci voleva proprio una domenica cosa. Tanto per ribadire a tutti che gli Allievi A1 dell’Angelana sono capaci di qualunque cosa, anche di complicarsi la vita e rimettere in piedi una partita che in altri momenti sarebbe potuta finire in tutt’altra maniera. Il 5-2 sul Castiglione del Lago è il primo squillo stagionale dei giallorossi, reduci dal pari a reti bianche di Cannara e apparsi decisamente a proprio agio sul terreno amico. Successo che arriva grazie a una seconda parte di gara a marce ingranate, dopo che già nel primo tempi i ragazzi di Rosselli avevano lasciato intendere di voler provare a mettere le mani sulla partita. Duri a morire i lacustri che pure nel finale si sono piegati anche alla grande organizzazione degli angelani, che hanno visto in campo tutti i 18 giocatori della lista di partenza. Una gara nata bene grazie alla splendida azione che al 25’ ha portato Vercillo a concludere a rete, iniziata da Sportolaro e rifinita tutta lungo la corsia di sinistra fino alla stoccata del bomber. Il pari di Tepshi in chiusura di primo tempo non ha cambiato le carte in tavola e tantomeno la rete dell’1-2 firmata in apertura di ripresa da Faloci, arrivata su un errore in fase di impostazione della retroguardia giallorossa. La furia Angelana si è però scatenata di lì a poco: due rigori conquistati a stretto giro di posta e trasformati da Calafiore e Memay hanno permesso ai ragazzi di Rosselli di rimettere la freccia e gestire al meglio le operazioni, riuscendo anche a offrire un validissimo spettacolo nell’ultima parte di gara. La copertina nel finale se l’è presa Di Muro, autore della doppietta che ha chiuso definitivamente i conti e regalato la prima gioia stagionale ai giovani leoni. Bravi a reagire, bravi a non snaturare la propria identità, a riprova che il bel gioco alla lunga può pagare. Eccome se può pagare.

POST PARTITA Riccardo Rosselli è decisamente soddisfatto: “Della prestazione, innanzitutto, che è poi la logica conseguenza del risultato finale. Non era facile reagire dopo essere andati in svantaggio, peraltro col gol del 2-1 viziato da un nostro errore in fase di ripartenza. Però è un indizio chiaro del nostro modo di affrontare le gare: bisogna giocare sempre e comunque, non avere paura e non schiacciarsi, anche rischiare la giocata. La reazione è stata immediata e nella ripresa ho visto davvero una gran bella Angelana. Felice per i ragazzi e contento perché ci siamo sbloccati, pronti a proseguire nel nostro percorso di crescita”.

TOP PLAYER Difficile scegliere un giocatore in particolare, ma l’ottimo spezzone di Antonio Di Muro, con tanto di doppietta, merita una menzione speciale: è entrato senza paura e con grande decisione, sfruttando appieno l’opportunità concessa. Un esempio per tutti i compagni.

PROSSIMO IMPEGNO Domenica prossima trasferta in casa della Pontevecchio, ancora ferma a quota 0 dopo le prime due giornate, ma rivale da tenere sempre in debita considerazione.

CLASSIFICA dopo 2/26 giornate: Campitello, Orvietana 6, Castel del Piano, San Sisto, Angelana, Narnese 4, Foligno, V.A. Sansepolcro 3, Castello, Castiglione del Lago, Nestor, Cannara 1, Pontevecchio, Atletico Gubbio 0.

ALLIEVI A1 (UNDER 17)
ANGELANA – CASTIGLIONE DEL LAGO 5-2
ANGELANA: Sportolaro (34’ st Minelli), Rosati, Biagioni (15’ st Kaloshi), Giammaria, Pucci, Memay (20’ st Simonini), Sensi (34’ st Paparelli), Amato (10’ st Michelotti), Calafiore (13’ st Di Muro), Rossi, Vercillo (25’ st Bizzarri). All.: Rosselli.
CASTIGLIONE DEL LAGO: De Leo, Baranovsky (21’ st Chionne), Mercanti, Orlandi, Ekane, Schiavolini (28’ st D’Ambrosio), Peverini, Galeotti (15’ st Tanku), Tepshi, Meattelli (34’ st Veschini), Faloci. A disp.: Hajdari, Topalli. All.: Brachini.
ARBITRO: Martino di Foligno.
MARCATORI: 25’ pt Vercillo (A), 32’ pt Tepshi (C), 3’ st Faloci (C), 6’ st Calafiore rig. (A), 8’ st Memay rig. (A), 28’ e 33’ st Di Muro (A).


CANNARA – Nelle difficoltà i Giovanissimi di Pierpaolo Anelli dimostrano di riuscire a esaltarsi. E a Cannara arriva così una vittoria pesante, la seconda da inizio torneo, che consente ai giallorossi di restare ancorati in vetta a punteggio pieno. Un successo voluto, cercato e meritato su un campo difficile sia per il valore dell’avversario, sia per la difficoltà a far rotolare la sfera in certe zone del terreno di gioco. Alla fine i tre punti sono arrivati grazie a una ripresa super, con i giallorossi capaci di ribaltare il 2-1 col quale il Cannara era andato avanti al riposo. Ma è stata una gara dura, di quelle che raramente si vedono a questi livelli: la fisicità dei rossoblù ha rappresentato un problema non di poco conto, tanto che dopo l’iniziale vantaggio firmato da Porzi l’Angelana ha dovuto faticare e non poco per rimettersi in carreggiata. Una perla di Fagotti ha rimesso le cose a posto intorno alla mezzora, poi però un’altra stoccata di Gullo ha consentito ai locali di chiudere avanti la prima frazione, legittimando una maggiore propensione ad attaccare. Nella ripresa però i ragazzi di Anelli hanno cambiato ritmo e passo, colpendo prima un palo con Fagotti, quindi esaltando i riflessi di Ricci su una sventola di Vitaloni. Al 12’ però Fermi ha trovato la rete della nuova parità e a quel punto la partita s’è fatta divertente, benché ha richiesto una quantità super di energie. Così da una ripartenza magistrale iniziata da Fermi e rifinita da Fagotti è nata l’azione che ha consentito a Fortebracci di presentarsi a tu per tu con Ricci, battuto dal diagonale che ha sbattuto sul palo prima di infilarsi in rete. Nel finale Angelana ancora vicina al gol in contropiede, ma nonostante gli assalti dei cannaresi il risultato non è più cambiato.

POST PARTITA “Non è stata certo una partita facile”, esordisce a fine gara Pierpaolo Anelli, “ma i ragazzi sono stati bravi a condurla in porto. Abbiamo sofferto tanto la fisicità del Cannara e la loro ossessiva ricerca della profondità. Sapevamo che avremmo concesso qualche centimetro, ma i ragazzi sono stati bravi a non mollare la prese a riprendere il match con carattere e determinazione. Era difficile giocare su un terreno di gioco ridotto così male, però alla fine la volontà è stata premiata. E l’azione del 3-2 è stata una di quelle che fa felice qualunque allenatore, tanto bella e ben costruita”.

TOP PLAYER Difficile scegliere un solo elemento da premiare, ma Lorenzo Fagotti si prende meritatamente la sena sia per il gol dell’1-1, sia per l’assist per Fortebracci col quale è arrivato il gol partita. La convocazione in rappresentativa, al riguarda, è un premio più che meritato.

PROSSIMO IMPEGNO Domenica 7 ottobre si torna al “Migaghelli”, avversario il San Sisto che in trasferta è ancora a secco di punti conquistati in stagione.

CLASSIFICA dopo 2/26 giornate: V.A.Sansepolcro, Angelana 6, Castel del Piano, Foligno, Castello 4, Olymphia Thyrus, Cannara, Don Bosco, Pontevecchio 3,  Santa Sabina 2, Campitello 1, San Sisto, Ducato, Nestor 0.

GIOVANISSIMI A1 (UNDER 15)
CANNARA – ANGELANA 2-3
CANNARA: Ricci, Bucciarelli, Fuoco (36’ st Felici), Falcinelli, Verzieri, Tacchi, Gullo, Sallaku A. (23’ st Botticchia), Capodicasa (31’ st Peppoloni), Porzi, Ristic (1’ st Galardini). A disp.: Rondoni, De Simone, Cuocolo. All.: Salemmi.
ANGELANA: Buini, Tortoioli, Sallaku Dan., Vitaloni (21’ st Lo Gelfo), Zea Valdes (31’ st Notte), Barbacci, Fortebracci, Fermi, Verushi (8’ st Bertoldi), Sforna (1’ st Ragusa), Fagotti. A disp.: Fantini, Sallaku Dav., Testa. All.: Anelli.
ARBITRO: Cisternino di Foligno.

 

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*