Angelana, Riccardo Lucarino è il rinforzo per la difesa dopo l’infortunio di Barbini

 
Chiama o scrivi in redazione


Angelana, Riccardo Lucarino è il rinforzo per la difesa dopo l'infortunio di Barbini

Angelana, Riccardo Lucarino è il rinforzo per la difesa dopo l’infortunio di Barbini

C’è un volto nuovo in casa Angelana: da giovedì è ufficiale l’innesto in pianta stabile nel gruppo di Carlo Valentini di Riccardo Lucarino, difensore classe 1993, arrivati a Santa Maria per portare quei centimetri e quell’esperienza di cui in difesa i giallorossi tanto hanno bisogno, specialmente adesso che Barbini si vedrà costretto a star fuori per alcune settimane dopo l’infortunio alla spalla rimediato sabato scorso nel match contro l’Assisi Subasio.

Lucarino è un elemento che vanta oltre 150 presenze in carriera, di cui 44 in Serie (in Umbria ha militato per qualche mese nel Deruta) e oltre 100 in Eccellenza, dove ha già giocato nel campionato umbro nella stagione 2013-14 indossando la maglia del San Sisto. Nell’annata corrente Lucarino ha disputato la prima parte all’Amiternina, formazione di Eccellenza abruzzese, dopo che lo scorso anno aveva giocato nel medesimo torneo con il Vastogirardi. “Arrivo a Santa Maria con tanta voglia di far bene e di dare una mano alla squadra per tirarsi quanto prima fuori dalle zone calde”, ha affermato il difensore poco dopo aver apposto la firma sul contratto che lo legherà all’Angelana fino a giugno.

“Mi hanno parlato molto bene di questa società e il primo impatto è stato davvero positivo. Vedo un’ottima organizzazione e una struttura in grado di mettere un giocatore nelle condizioni migliori per poter lavorare”. Lucarino è già disponibile per la trasferta di Ponte San Giovanni, al netto di una condizione che deve ancora necessariamente essere affinata. “Sto bene, mi sono allenato durante quest’ultimo mese, ma farlo da solo non è la stessa cosa che in gruppo. Devo ritrovare un po’ il ritmo partita, ma in generale mi sento in buone condizioni e comunque pronto a dare da subito il mio contributo”.

In Umbria ha già giocato 5 anni fa, ma i ricordi sono belli nitidi: “Ho il ricordo di un campionato di buon livello, di quelli nei quali servono attenzione e molta concentrazione. Me l’aspetto alla stessa maniera, anche se indubbiamente il momento che attraversa la squadra potrebbe rendere almeno inizialmente le cose un po’ più complesse. Io credo però che questo organico abbia i mezzi per ambire alla salvezza, ed è l’obiettivo su cui dovremo concentrarci da qui a maggio.

Spero di poter proseguire il mio percorso di crescita e concludere nel miglior modo possibile questa annata”. Carlo Valentini ha fortemente voluto Lucarino, consapevole che un rinforzo in difesa fosse necessario: “L’infortunio di Barbini ci ha obbligati a fare delle valutazioni. Avevamo bisogno di un po’ di centimetri là dietro e con questo innesto guadagniamo anche esperienza, oltre che qualità. Su Riccardo ho ricevuto solo pareri positivi, per cui mi auguro che possa effettivamente darci quel qualcosa in più di cui in questo particolare momento abbiamo bisogno”. Al Ponte domenica l’Angelana si presenterà con qualche piccolo acciacco: “Abbiamo problemi soprattutto sui fuoriquota, perché Ragusa e Cristofani difficilmente potranno partire dall’inizio. Ad ogni modo per noi gli alibi, se mai ce ne fossero stati, sono finiti da un pezzo: pensiamo solo a fare risultato, anche se sappiamo che non sarà per nulla semplice al cospetto di una squadra che si è rinforzata molto”.

GIOVANILI Si torna al programma completo, quello che vede impegnate tutte e cinque le formazioni del settore giovanile agonistico giallorosso. La Juniores A2 di Marco Pedetta, dopo il rinvio della gara contro l’Olimpia Collepepe Pantalla, riceve al “Migaghelli” il Sangemini (sabato, ore 14,45) per continuare la scalata ai piani alti della classifica nel girone B. Gli Allievi A1 di Riccardo Rosselli ripartono dopo la lunga sosta cercando di riprendere il filo interrotto nell’ultima parte del girone d’andata: contro il Cannara (domenica alle 10,30 al “Migaghelli”) non è la più semplice delle partite, ma i giallorossi vogliono subito ricominciare a risalire posizioni.

Giovanissimi A1 di Pierpaolo Anelli hanno salutato l’anno vecchio con il golpe in casa della Pontevecchio, diretta rivale nella lotta al primo posto, ma subito dovranno andare a fare bottino in casa dell’Olymphia Thyrus (domenica, ore 11) per dimostrare di meritare quel titolo di campioni d’inverno giustamente celebrato dopo una prima parte di stagione a dir poco eccezionale. Tornano in campo dopo aver osservato un turno di riposo anche gli Allievi Sperimentali di Giorgio Buttò, che a Palazzo d’Assisi (sabato ore 15) ricevono la Pontevecchio, unica formazione che nel girone d’andata ha imposto loro il pari. Infine giocheranno in posticipo i Giovanissimi Sperimentali di Luca Mattonelli, attesi mercoledì 23 gennaio dal Todi nel primo impegno del girone di ritorno dopo aver chiuso meritatamente in testa al giro di boa grazie al successo ottenuto la settimana scorsa sul Pontevalleceppi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*