Coppa Italia di Eccellenza umbra, reti inviolate per Angelana-Foligno 0-0

Coppa Italia di Eccellenza umbra, reti inviolate per Angelana-Foligno 0-0

Coppa Italia di Eccellenza umbra, reti inviolate per Angelana-Foligno 0-0. La terza e ultima giornata del girone C della Coppa Italia di Eccellenza umbra tra Angelana-Foligno svolta allo stadio “Migaghelli” di Santa Maria degli Angeli (PG), è terminata 0-0. Bastava un pareggio per staccare il biglietto per le semifinali di Coppa di Eccellenza e pareggio è stato. Il Foligno conclude il girone C della competizione a 7 punti con lo 0-0 di Santa Maria degli Angeli. Una partita non semplice, anche perché Armillei non aveva a disposizione, oltre a Cascianelli e Francioni, nemmeno Gjinaj e Pettinelli. Una gara in cui i bianco-azzurri hanno affrontato un avversario tosto e pimpante, badando al sodo e portando a casa un giusto pareggio che consente di centrare il primo mini-obiettivo stagionale.

LA CRONACA – Primo tempo equilibrato quello del “Migaghelli”. Foligno manovriero, con Petterini davanti alla difesa, forse un po’ lento ma che prova a prendere campo; l’Angelana però risponde sempre compatta nella propria metà campo, non lascia tanti spazi e punzecchia in ripartenza con delle interessanti azioni. L’avvio dei padroni di casa è aggressivo, poi il Falco suona il primo squillo all’ 8’, quando Giabbecucci avvia nei 18 metri Peluso, il cui destro a giro è toccato in angolo da Lenzi.

Sfida piacevole e combattuta: le due squadre danno vita a un bel botta e risposta. L’Angelana ci prova con una conclusione di poco sul fondo di Barbacci (18’), poi con un colpo di testa troppo centrale di Ubaldi su cross di Capitini (28’) che finisce tra le braccia di Roani e ancora (39’) con la palla gol più pericolosa: su rinvio di Lenzi, l’ex Ubaldi sfugge a Baldoni e si presenta davanti a Roani, bravo a rimpallargli la conclusione poi spazzata nei pressi della porta.

Foligno, come detto, che tenta di prendere in mano la gara con il possesso palla e a sua volta si rende molto pericoloso, in particolare con Peluso: la punta tarantina al 20’ riceve una preziosa palla da Petterini ed entra in area, ma angola troppo la conclusione; la 38’ invece ci vuole il miglior Lenzi, che devia sul palo un’ insidiosa punizione. Primo tempo che termina così in parità (0-0). Avvio di ripresa che vede più tonica la formazione di Valentini, vicina al vantaggio con il solito Ubaldi: Catani va in azione personale sulla destra me è raddoppiato e non sfonda; riesce però a far arrivare al limite la sfera dove l’ex di turno prova il sinistro che mette i brividi (10’).

Il Foligno tenta la reazione con due iniziative di un altro ex di giornata, Ventanni: al 17’ la sua girata su servizio di Tempesta è salvata in angolo da Lenzi, reattivo anche su una punizione da posizione defilata che era filtrata in area (28’). Con il passare dei minuti i Falchi sembrano accusare la fatica, perdono brillantezza e abbassano il baricentro, compattandosi nella propria metà campo; l’Angelana appare intraprendente ma non arriva mai dalle parti di Roani. Basta così lo 0-0 per staccare il pass per la prossima fase di Coppa.

Queste le dichiarazioni del direttore sportivo Michele Cuccagna al termine del match: «Oggi l’importante era raggiungere l’obiettivo. La stanchezza c’era, visto che tra i tanti acciacchi e guai vari hanno giocato praticamente sempre gli stessi in queste tre partite. Non abbiamo rischiato tantissimo ed abbiamo avuto le nostre occasioni. Quello che contava era centrare le semifinali. Tornare sul mercato visto l’infortunio a Cascianelli? No, vogliamo aspettare Nicola perché ci può dare tanto».

ANGELANA – FOLIGNO 0-0
ANGELANA (4-4-1-1): Lenzi; Ragusa (39’ st Cammerieri), Piccinelli (1’ st Barbini), Burini, De Santis; Capitini (32’ st Galassi), Bartolini, Barbacci, Catani (33’ st De Luca); Ubaldi; Passeri (10’ st Confessore).
A disp.: Mazzoni, Scopetti, Arcangeli, Rinaldi. All.: Valentini.
FOLIGNO (4-1-4-1): Roani; Baldoni, Zanchi, Ciccioli, Pagliarini (32’ st Pinsaglia); Petterini; Tempesta (43’ st Giannò), Salvucci, Giabbecucci, Ventanni; Peluso.
A disp.: Meniconi, Materazzi, Fiki, Poli, Federiconi, Fedeli, Gjinaj. All.: Armillei.
ARBITRO: Pinti di Perugia (Suriani di Perugia – Polidori di Perugia)
NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti: Piccinelli (A), Catani (A), De Santis (A). Angoli: 2-10. Recupero: 2’ pt e 4’ st.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*