Filippo Alessandri è un nuovo giocatore della Virtus Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


Filippo Alessandri è un nuovo giocatore della Virtus Assisi

La società Virtus Assisi è lieta di comunicare di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive del play, classe 1989, Filippo Alessandri.
La Virtus Assisi riporta così in Umbria un professionista di grandissime qualità tecniche ed umane, decidendo di puntare su un ottimo giocatore, soprattutto persona di grandi valori e sani principi. Filippo Alessandri è fra i maggiori talenti espressi dal movimento cestistico della nostra regione, oggi giocatore fra i più importanti in attività cresciuti nel cuore verde d’Italia. Partito dall’Umbria a soli 12 anni dopo essere cresciuto nella sua cittadina di origine, Marsciano, nelle file della Nestor, ad 11 anni passò all’NPP, poi l’occasione della vita con il trasferimento in Toscana e un intero percorso con le giovanili della Virtus Siena. A 18 anni catapultato in Serie B2 a Palestrina, da giovane aggregato a protagonista, con la vittoria del campionato. Poi ancora Palestrina, vari i trionfi e i riconoscimenti personali come miglior giovane, Ferentino, Capo D’Orlando, una pausa per infortunio e subito grintoso la ripartenza, Treviglio, Casalpusterlengo, Reggio Calabria, Civitanova Marche e ora di nuovo a casa: Assisi!
“Torno, anzi vengo per la prima volta in Umbria da giocatore – dice un emozionato Filippo Alessandri – un ragazzo che è partito da questa regione come un sognatore e ritorna da professionista. Ci sono mille e mille emozioni che sento dentro, che non riesco a spiegare, ma che sono tutte positive”.
Una scelta dettata dall’amore per il basket, una decisione importante: “La scelta – sottolinea il neo giocatore della Virtus Assisi – è stata semplice da un certo punto di vista. La prima volta che sono venuto in sede a parlare con la società ho avuto fin da subito sensazioni positive. Ho trovato persone disponibili che si impegnavano per un qualcosa di comune. Ho visto che amano questo sport, perché ne parlano in un modo molto buono e disinvolto. In loro ho visto la passione e la verità di questo sport”.
Un progetto subito abbracciato, con la voglia di fare bene, contando sul gruppo: “La scelta di venire ad Assisi è stata dettata da più fattori. In primis – sottolinea Alessandri – il progetto, importante ed ambizioso, di questa società, che da subito ho voluto sposare. Voglio riuscire a raggiungere i miei e i nostri obiettivi a casa mia, per questo non ho esitato“.
Il basket come piace a lui “a casa sua”, ecco perché è da oggi rossoblù: “Ad Assisi, quindi a casa, ho trovato il modo migliore per costruire qualcosa. Gioco a pallacanestro perché amo giocare a pallacanestro, ho trovato una società alla quale la pallacanestro piace come piace a me”. La Virtus? “Coach Gianmarco Piazza lo conosco per nome, mi hanno parlato benissimo di lui. La nostra concezione della pallacanestro è molto simile. Conosco i miei compagni di squadra, non a livello cestistico, ma insieme cresceremo. Mi dovranno aiutare a conoscere una categoria per me nuova nella quale scendo per la prima volta e che non conosco, spero mi aiuteranno ad inserirmi prestissimo”.
Obiettivi, personali e di squadra: “Non mi piace promettere nulla a nessuno. Ogni anno all’inizio non mi sono mai espresso, lo zoccolo duro (confermato, ndr) dei miei compagni vuol dire tantissimo. Saranno loro ad aiutare me. Io sono colui che metterà l’esperienza per incanalare la potenza di questo motore nel modo migliore. Serve lavorare sodo – precisa Alessandri – il frutto del lavoro porterà i risultati. Cercheremo di creare gruppo, importante per affrontare momenti positivi e soprattutto quelli negativi”.
Giovani e tifosi, per Filippo Alessandri entrambi importanti: “Quando ero piccolo i miei idoli erano i giocatori che giocavano a Marsciano, nella mia cittadina, nella mia squadra. Quando andavo al palazzetto – racconta – quei giocatori mi davano qualcosa, studiavo loro per migliorarmi e così è stato. Ai giovani della Virtus dico quindi di venire a vedere le partite: è dalle partite che si impara tantissimo, non solo i gesti tecnici, ma l’affiatamento del gruppo, la grinta, la voglia di riuscire. Cercate il più possibile di stare al palazzetto, la pallacanestro è bella tutta. Ai tifosi non prometto nulla, mai l’ho fatto. Dico solo che daremo ad ogni allenamento ed in ogni partita il 130%. Quando riesci a dare tutto sempre, vinci sempre”.
Il presidente Massimo Semprevivo e la società tutta, felici ed estremamente soddisfatti per l’accordo raggiunto con un giocatore di tale caratura, augurano a Filippo Alessandri le migliori fortune in maglia Virtus Assisi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*