L’Angelana di Buttò completa la prima settimana di lavoro

 
Chiama o scrivi in redazione


L’Angelana di Buttò completa la prima settimana di lavoro

La curiosità era tanta, la voglia di rimettere piede in campo pure. Tutte caratteristiche comuni al mondo angelano, tanto che non sorprende che la formazione di Giorgio Buttò sia stata la prima nel panorama umbro a riaccendere i motori in vista della nuova stagione. La prima settimana è filata via liscia senza intoppi, anche se per vedere da vicino cosa potrà offrire la compagine giallorossa bisognerà avere ancora pazienza, dal momento che molti dei cosiddetti “senatori” completeranno il loro arrivo al rientro dalle rispettive vacanze. “Era però importante cercare di capire quali ragazzi avrebbero potuto fare al caso nostro”, spiega il tecnico, che al termine di 5 giorni di duro e intenso lavoro s’è detto moderatamente soddisfatto.

“La voglia di ricominciare era tanta e qualcuno ha anche ecceduto un po’ con la foga. Diciamo che alcune risposte sono arrivate, e con la dirigenza cercheremo di capire come intervenire per poter migliorare l’organico e alcuni dettagli che pure, ne sono convinto, potranno fare la differenza. La cosa più importante è che tutti si sono impegnati a fondo, offrendo una grande disponibilità nel cercare di migliorare da subito. Il lavoro atletico è stato impostato bene grazie al lavoro del prof. Antonio Amodio, mentre i portieri hanno potuto lavorare senza intoppi con Franco Checcarelli. Per ora tutto sta procedendo nel verso giusto, chiaramente però quando arriveranno tutti i giocatori che sin qui erano assenti avremo un quadro più completo”.

ASPETTANDO I TEST Buttò ha fretta di veder crescere la sua creatura, che tra meno di un mese comincerà a battagliare già nelle gare di Coppa Italia per poi affacciarsi il 29 agosto in campionato. Qualche operazione di mercato è ancora da mettere in conto, ma in generale la nuova creatura angelana sta crescendo bene, aiutata anche dalla splendida struttura di Castelnuovo. “Che per noi vale quanto una località di montagna per i club professionistici”, aggiunge il tecnico.

“Abbiamo la possibilità di allenarci in un luogo davvero eccezionale, dove abbiamo a disposizione qualsiasi strumento per lavorare nel migliore dei modi. Un grazie alla società, e in particolar modo a Paolo Scopetti, è davvero il minimo che si possa fare”. Per vedere all’opera la squadra bisognerà attendere ancora un po’: “Non essendo partito ancora quasi nessuno, trovare avversarie per i test estivi è complicato. Speriamo di riuscire a organizzare qualcosa entro la fine della prossima settimana, altrimenti dal 4 agosto avremo già un calendario un po’ più definito”. Per ora, insomma, non resta altro da fare che sudare. Una prospettiva che dalle parti di Castelnuovo non spaventa nessuno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*