Angelana Calcio, play-out, con la pontevecchio ci si gioca una stagione

Angelana Calcio, play-out, con la pontevecchio ci si gioca una stagione

Angelana Calcio, play-out, con la pontevecchio ci si gioca una stagione

Il tempo delle parole è finito, resta da fare una sola cosa: rintuzzare l’attacco della Pontevecchio, chiudere imbattuti anche l’ultima fatica stagionale e brindare così a quella salvezza inseguita con tutte le proprie forze nel corso di un’annata che ha preso una piega strana, ma che può comunque produrre quanto desiderato. Resta solo il play-out da affrontare e l’Angelana è pronta alla battaglia.

Non fidarsi della Pontevecchio è il minimo che si possa fare, al netto di una situazione che ha visto la formazione rivale perdere diverse pedine nelle scorse settimane. “Ma se pensassi che fosse tutto più facile sarei un illuso”, confessa Giorgio Buttò. Il primo a tenere tutti sulla corda, ma anche il primo a capacitarsi delle insidie che si nascondono dietro a un ostacolo del genere. “Vedo tanto entusiasmo attorno a noi, quasi come se il più fosse fatto. E invece bisogna stare sul pezzo perché è evidente che siamo noi ad avere tutto da perdere.

Rispetto la Pontevecchio: se l’è giocata con il Castel del Piano inchiodandolo sul 2-2, ha perso a Ellera domenica scorsa ma subendo due reti nel finale, quindi rimanendo in partita sino allo scadere. Non mi fido dei loro problemi o del fatto che giocano con tanti sottoquota, perché le partite vanno giocate e basta poco per indirizzarle in un modo o in un altro”. Meglio badare a se stessi, con qualche problemino ad animare una vigilia comunque serena: “Abbiamo lavorato al meglio, e debbo ringraziare anche la società che non c’ha fatto mancare nulla.

Peccato non essere al completo: De Santis ha chiuso anzitempo la stagione e la sua assenza è di quelle che non passano inosservate, ma ci è stato vicino e verrà con noi in panchina come già successo a Narni. Poi lamentiamo qualche problema a livello di under, ma contiamo di risolvere le criticità in extremis. Torna Lucarino dalla squalifica, ma in generale ho visto i ragazzi concentrati e vogliosi di completare l’opera”.

I numeri sono dalla parte di Buttò, che con 15 punti raccolti nelle ultime 8 giornate di stagione regolare ha fatto meglio di tutte le rivali di Eccellenza (solo il Foligno ha eguagliato lo score giallorosso): “Bei numeri, per carità, testimoniano anche un percorso che ha prodotto risultati importanti e concreti. Ma se non vinciamo (o quantomeno pareggiamo) il play-out non saprei cosa farmene”. Buttò rivolge anche un invito alla piazza: “Purtroppo gli impegni presi a suo tempo dalle giovanili porteranno via tanti potenziali spettatori, ma mi auguro che chi verrà al campo saprà sostenerci con grande vigore.

Questo gruppo, al di là dei problemi avuti, merita la salvezza e merita di essere sostenuto sino in fondo. Domenica scorsa a Narni per un quarto d’ora abbiamo cullato il sogno di conquistare la salvezza senza dover passare per i play-out, ma siamo sempre rimasti concentrati e determinati, consapevoli che alla fine l’unica cosa che conta è il finale, ed è ciò per cui ci siamo preparati con grande impegno in queste settimane. Siamo pronti per l’ultima battaglia e confidiamo nell’apporto di tutti”.

COMBINAZIONI L’Angelana affronta il play-out potendo far leva su sue risultati su tre. In caso di vittoria al 90’ sarebbe salva, indipendentemente dal numero di gol di scarto. In caso di parità al 90’ la gara si protrarrà per altri 30’ (due tempi supplementari da 15’ ciascuno) al termine dei quali, in caso di ulteriore parità, l’Angelana sarebbe salva in virtù del miglior piazzamento al termine della stagione regolare. La Pontevecchio per salvarsi ha una sola combinazione a disposizione, cioè la vittoria (indipendentemente che avvenga al 90’ o al 120’).

GIOVANILI Arriva un super week-end anche per ciò che riguarda le giovanili, con la Juniores A2 di Marco Pedetta che insegue il sogno della promozione in A1. Sabato alle 15,15 al “Migaghelli” arriva il Todi per la semifinale play-off, che vede i giallorossi favoriti per via del miglior piazzamento in classifica al termine della stagione regolare. Vale quanto detto per la prima squadra: in caso di vittoria o di parità al 120’ saranno gli angelani ad accedere la turno successivo, dove ad attenderli troveranno una tra Massa Martana e Orvietana. “Arriviamo carichi a questa sfida e desiderosi di dimostrare di potercela giocare con tutte”, spiega Pedetta, che non avrà la rosa al gran completo ma che potrà comunque contare anche su diversi elementi della prima squadra.

“Il bene dell’Angelana viene prima di tutto, per cui sono ben contento di poter lavorare e fare affidamento su quei ragazzi che ho avuto con me durante tutta la stagione. Ciò che conta è che la prima squadra si salvi, noi però faremo di tutto per inseguire quell’obiettivo che c’eravamo posti a inizio stagione. Veniamo da un buon momento di forma, c’è la voglia e il desiderio di proseguire su questa strada”. Ultima fatica stagionale a Orvieto per gli Allievi A1 di Riccardo Rosselli che puntano a chiudere alla grande una seconda parte di stagione davvero eccellente (con 23 punti raccolti nel girone di ritorno l’Angelana è la miglior squadra del torneo assieme alla capolista Foligno) ospiti appunto dell’Orvietana (a Ciconia si gioca domenica alle 11).

Hanno invece la testa già rivolta alla fase nazionale che partirà tra due settimane i Giovanissimi A1 di Pierpaolo Anelli, campioni regionali che cercheranno di aprire nel migliore dei modi il programma domenicale ospitando la Pontevecchio al Comunale di Viole (ore 10) in un vero e proprio antipasto della sfida play-out pomeridiana.

SAFARI CUP È scattata in mattinata l’operazione che vede coinvolte tante formazioni della scuola calcio giallorossa, impegnate in trasferta a Vasto per la Safari Cup, torneo internazionale che vede la presenza di numerosi club in arrivo da tantissime località. L’Angelana partecipa con più formazioni dei Boys e per l’occasione è stata allestita una vera e propria spedizione con tanti accompagnatori e famiglie al seguito.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*