Una bella Angelana si regala la prima vittoria del precampionato

 
Chiama o scrivi in redazione


Una bella Angelana si regala la prima vittoria del precampionato

Una bella Angelana si regala la prima vittoria del precampionato

Nella patria della carta è facile farsi prendere la mano e costruire piccoli aeroplanini (appunto di carta), facendoli poi librare nel cielo. Un proposito che l’Angelana sembrerebbe aver fatto suo: vale per quel che vale, ma il successo in casa del Fabriano Cerreto è pur sempre un segnale di cui tener conto.

Perché arriva al termine di un’altra prova convincente dei giallorossi, con Giorgio Buttò che a fine gara non nasconde un velato ottimismo. “Diciamo che stiamo crescendo, sia a livello tattico, sia a livello di condizione atletica e di convinzione. Si vedono segnali che vanno nella direzione giusta, anche se il calcio d’agosto è sempre da prendere con le pinze.

Però già a Palazzo avevo visto cose buone in maggioranza rispetto a quelle meno buone e la cosa si è ripetuta anche in questo test un po’ più probante”. Il 3-2 finale fotografa una gara nella quale l’Angelana ha sempre tenuto in mano il pallino del gioco e nella quale si sono sbloccati anche gli attaccanti: “

Sapevamo di aver bisogno che Ventanni e soprattutto Tomassoni potessero sbloccarsi per poter giocare più sciolti. Loro non devono dimostrare niente a nessuno: sono due lussi per la categoria e lo dimostrano ogni volta che scendono in campo. Ma in generale tutta la squadra ha fatto bene, nonostante davanti ci fosse una compagine di valore che pur se con qualche giorno in meno nelle gambe è chiamata a recitare un ruolo da protagonista in un torneo molto difficile come l’Eccellenza marchigiana”.

Il caldo ha condizionato fino a un certo punto le operazioni in campo, ma un po’ di riposo adesso è necessario: “Ho lasciato due giorni liberi alla squadra, perché dopo 4 settimane di lavoro se ne avvertiva tutti il bisogno. Il caldo fa parte del gioco, ma onestamente non ricordo un Ferragosto così rovente da tanti anni a questa parte… però la squadra ha saputo tollerare bene le temperature alte, e questo è un altro aspetto positivo. C’è ancora tanto da fare, ma siamo sulla strada giusta”.

BOCCHE DA FUOCO All’Aghetoni le novità di formazione rispetto al test di Palazzo sono condensate in difesa, con Paparelli al posto di Albrigo e Subbicini che rileva Cammerieri, e in avanti con Ameti (al rientro) schierato al posto di Confessore. A bordo campo solo terapie per Marani e Cirilli, mentre Melillo siede in tribuna e Lucaroni è ancora assente. La partenza dell’Angelana è buona, con Subbicini che di testa sfiora il bersaglio grosso, poi però dalla parte opposta Dauti, di testa, coglie la parte superiore della traversa. A sbloccare la gara al 21’ ci pensa Ventanni con un favoloso mancino dal limite che finisce all’incrocio dove Cesaroni può solo restare a guardare. Appena consumato il cooling break, però, un blackout sul binario destro di difesa porta al pareggio di Montagnoli, il più positivo tra i padroni di casa.

Prima del riposo ci pensa Tomassoni, con un tocco sottomisura, a firmare il nuovo vantaggio giallorosso. Lo stesso Tomassoni dopo una manciata di minuti del secondo tempo riceve palla da Konan e da distanza ravvicinata infila nuovamente Cesaroni, consentendo all’Angelana di gestire le operazioni nonostante nel finale gli animi si surriscaldino più del dovuto (e viste le temperature non se ne sentiva proprio il bisogno…). A tempo scaduto, con Buttò che nel frattempo aveva giustamente dato spazio a tutti i ragazzi saliti nelle Marche, una piccola disattenzione consente a Galletti di firmare sottomisura il 3-2 finale.

GLI IMPEGNI DI AGOSTO Dopo quattro settimane di lavoro è tempo di tirare un po’ il fiato: Buttò ha concesso 48 ore di riposo assoluto alla squadra, che si ritroverà martedì 17 a Castelnuovo per la ripresa degli allenamenti. Mercoledì 18 (ore 18,30) test contro le Viole (Promozione), preludio al debutto in Coppa Italia previsto nel week-end contro la Fortitudo Assisi (in caso di parità o sconfitta si tornerà in campo mercoledì 25 a Bastia). Domenica 29 alle 16 scatta anche il campionato di Eccellenza con la trasferta in casa del Castiglione del Lago.

FABRIANO CERRETO – ANGELANA 2-3

FABRIANO CERRETO (4-2-3-1): Cesaroni (33’ st Santini); Salciccia (37’ st Fioranelli), Stortini (26’ st Stelluti), Lispi, Mulas: Candolfi (29’ st Dolciotti), Lanzi (29’ st Storoni), Spuri, Aquila (33’ st Raggi), Montagnoli (33’ st Galletti); Dauti (1’ st Romani). A disp.: Crescentini, Roscini. All.: Pazzaglia.

ANGELANA (3-4-1-2): Cosimetti (33’ st Turrioni); Subbicini, Paparelli (1’ st Albrigo), Galassi (26’ st Barili); Pauselli (14’ st Cammerieri), Bartolini (33’ st Fronduti), De Santis (5’ st Konan), Bolletta (23’ st Vitaloni); Ventanni (17’ st Fortebracci); Ameti (1’ st Confessore), Tomassoni. All.: Buttò.

ARBITRO: Bartoloni di Fabriano.

MARCATORI: 21’ pt Ventanni (A), 23’ pt Montagnoli (FC), 37’ pt e 16’ st Tomassoni (A), 44’ st Galletti (FC).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*