I risultati dell’Angelana a Gualdo Bastardo, Mantignana e Ponte Valleceppi

 
Chiama o scrivi in redazione


I risultati dell’Angelana a Gualdo Bastardo, Mantignana e Ponte Valleceppi

GIOVANISSIMI A1 – UNDER 15

ANGELANA – VIGOR NUOVA GIUALDO BASTARDO 3-1

ANGELANA: Massaccesi, Maranga (8’ st Palmioli), Ziarelli, Tarpanelli, Marracci (31’ st Santarelli), Coppola, Natini (27’ st Chilelli), Cianetti, Stoica (10’ st Fabbricini), Franchi (28’ st Betti), Bartolucci (34’ st Martinoli). A disp.: Simonelli. All.: Romeo.

VIGOR NUOVA GUALDO BASTARDO: Filippucci, Arapi (12’ st Ortolani), Menghini, Zhar (29’ st Grajdeanu), Malossi, Di Caprio, Burlarelli L. (26’ st Marini), Auricchio (12’ st Menghini), Gazdaru, Buccioli (20’ st Bellachioma), Nucciarelli. A disp.: Vernaleone, Burlarelli P. All.: Scassini.

ARBITRO: Boccolucci di Foligno.

MARCATORI: 10’ pt Bartolucci (A), 34’ pt Franchi (A), 3’ st Coppola rig. (A), 5’ st Nucciarelli (V).

SANTA MARIA DEGLI ANGELI – Sulla carta era tutto facile, nella sostanza però bisognava sempre fare i conti con gli avversari. E l’Under 15 di Rodolfo Romeo non s’è fatta pregare: ha archiviato in un tempo o giù di lì la pratica Vigor Nuova Gualdo Bastardo, di fatto arpionando i tre punti che la mettono al riparo da qualsiasi discorso legato alla zona calda. Una formalità, vero, ma le partite vanno sempre giocate. E la Vigor non è stata a guardare: Filippucci, il suo estremo difensore, ha dimostrato che la classifica è menzognera, perché ha tenuto a galla i compagni a più riprese, riuscendo a rendere un po’ più complicato il compito dei giallorossi.

Ai quali è bastato poco più di un tempo per archiviare la pratica, di fatto concedendosi una ripresa senza troppi assilli. Nell’occasione il tecnico angelano sceglie di dare spazio a chi sino ad oggi ne aveva avuto un po’ meno: Maranga e Ziarelli partono titolari (lo avrebbe fatto anche Carpanacci, se solo non fosse infortunato) e la loro prestazione è assolutamente all’altezza del compito che è stato loro assegnato.

L’Angelana parte subito forte, impensierisce la difesa ospite con una botta di Franchi, poi al 10’trova il vantaggio grazie a Bartolucci, bravo a risolvere un batti e ribatti davanti alla porta della Vigor. Il gol consente ai giallorossi di estendere il loro piano partita come da premessa: la palla gira bene, la qualità della proposta offerta è tale da portare più volte alla conclusione i vari Bartolucci, Stoica, Cianetti e Natini. Alla fine il 2-0 arriva solo dopo la mezzora perché Filippucci si esibisce in almeno tre interventi di grossa fattura (e perché anche i legni della porta gli danno una mano), ma nulla può sulla botta da fuori di Franchi con la quale si va al riposo col doppio vantaggio in tasca. E in avvio di ripresa ci pensa Coppola a chiudere i conti, firmando su rigore il tris di giornata. A quel punto l’attenzione un po’ cala e gli ospiti trovano il modo per accorciare le distanze con Nucciarelli, che approfitta dell’unica sbavatura di giornata del pacchetto arretrato angelano. La gara però ha poco da raccontare: ci sarebbero almeno altri tre palloni per arrotondare il risultato, ma la palla non decide di entrare e al triplice fischio nessuno ci fa troppo caso, perché l’unica cosa che conta è aver chiuso i conti con la zona retrocessione, pronti adesso a lanciarsi verso scenari inesplorati di classifica.

COMMENTI Può essere ben contento Rodolfo Romeo della prova offerta dai suoi ragazzi. “Normale essere felici. Abbiamo giocato bene e creato tanto, e devo fare i complimenti al portiere avversario per come ha saputo tenere in linea di galleggiamento i compagni. Non ci siamo innervositi quando la palla non entrava ma anzi abbiamo giocato con intelligenza, aspettando il momento buono per colpire. Sono contento perché c’è stato spazio per tutti, anche per chi ne aveva avuto meno precedentemente, e questo è un bel segnale perché aiuta a cementare il gruppo. La classifica ora è tranquilla, ma nelle ultime 7 giornate proveremo a fare ancora meglio per chiudere la stagione in una posizione di classifica importante e per nulla scontata alla vigilia del torneo”.

PROSSIMI IMPEGNI Una trasferta sulla carta decisamente interessante attende i giallorossi, che domenica vanno a far visita al San Sisto in quella che, classifica alla mano, rappresenta un’altra buona opportunità per continuare la propria corsa nella parte sinistra della classifica.

CLASSIFICA dopo 19/26 giornate: Cannara 45, Pontevecchio 43, Santa Sabina 41, Castiglione del Lago 38, Angelana 31, Don Bosco 31, Castel del Piano 28, Campitello 28, San Sisto 27, V.A. Sansepolcro 24, Pontevalleceppi 17, Olympia Thyrus 12, Ducato 6, Vigor NGB 5.

MANTIGNANA MONTEMALBE – ANGELANA 0-2

MANTIGNANA MONTEMALBE: Vaselli, Lieti, Incannella (39’ st Faina), Gloti, Polidori, Montanelli, Bacchiocchi (33’ st Spippoli), Bianchi (25’ st Malfagia), Giannetti, Stellini, Marcucci (25’ st Souaber). A disp.: Konczewski, Gatti, Oukhrib,. All.: Belleri.

ANGELANA: Galli, Tartaro, Ronca, Ciambrusco Proietti (20’ st Mariani Marini), Gaudenzi (10’ pt Rinaldi), Pizzuti, Abbati (12’ st Parini), Dusi, Caputo, Branda, Narretti (24’ st Bordichini). All.: Mattonelli.

ARBITRO: Milasi di Perugia.

MARCATORI: 15’ st Branda, 22’ st Caputo.

MANTIGNANA – La reazione è servita, e che reazione. Perché vincere a Mantignana di questi tempi è dura per chiunque: l’Angelana se l’era appuntato e puntualmente ha risposto presente, superando nella ripresa la formazione locale e dimostrando di aver smaltito eccome la delusione del rovescio casalingo con la Pontevecchio. Non era affatto una missione semplice come la classifica voleva far apparire e i ragazzi di Mattonelli hanno capito che sarebbe servito qualcosa in più del compitino per volgere la contesa a loro favore. Con una rosa finalmente un po’ più ampia e profonda, i giallorossi certo hanno beneficiato anche di un po’ di brio e maggiore freschezza, nonostante nel primo tempo siano riusciti a costruire poche occasioni da gol, e tutte abbastanza telefonate (la prima con una girata smorzata di Caputo, la seconda con una conclusione sbilenca di Narretti). Tutt’altra storia nella ripresa, aperta da un paio di tentativi non andati a buon fine ma che sono apparsi alla stregua di vere e proprie avvisaglie per la formazione di Belleri. A sbloccare le cose, allo scoccare dell’ora di gioco, c’ha pensato allora Branda, rapace nel fiondarsi sulla sfera che Vaselli aveva respinto sul calcio di punizione calciato da Narretti. Una volta trovato il gol per l’Angelana è stato tutto più facile: il Mantignana s’è scoperto e al 22’ Caputo, servito da un delizioso invito dalla destra di Tartaro, ha spinto in rete nella porta praticamente vuota la palla del 2-0. A quel punto il punteggio sarebbe potuto anche debordare, non fosse che in più di una circostanza i giallorossi si sono mostrati poco lucidi sotto porta. Le chance per il tris le hanno avute Bordichini (buono il suo impatto sulla gara) e il solito Caputo, che da posizione angolata ha mancato la porta di un soffio. Poi nel finale i ragazzi di Mattonelli hanno badato a gestire, senza correre alcun rischio. Il 2-0 finale testimonia la ritrovata verve di una squadra che ha ribadito una volta di più che se messa nelle condizioni di rendere al meglio non ha alcunché da temere, né avversario che possa metterla sotto.

COMMENTI La prova e il risultato hanno fatto felice Luca Mattonelli, che spera però di non dover più assistere a gare infrasettimanali.”I ragazzi vengono da un vero e proprio tour de force, quindi vanno capiti se in qualche momento del match non sono sembrati lucidi. Nel primo tempo c’è stata un po’ di tensione, forse figlia della sconfitta di sabato, poi però dopo il vantaggio non c’è stata partita e sono contento del fatto che la squadra non ha praticamente concesso palle gol a un avversario che nelle ultime gare aveva fatto benissimo contro Pontevecchio e San Sisto, e dunque meritava rispetto. Ci prendiamo questa vittoria e pensiamo al Bastia, sicuri di essere sulla strada giusta”.

PROSSIMO IMPEGNO Si torna in casa per una partita mai banale: a Castelnuovo sabato va in scena il derby col Bastia, che sin qui ha faticato ma che resta un avversario di sicuro spessore. Per i giallorossi una prova d’esame importante.

CLASSIFICA dopo 11/18 giornate: Pontevecchio 26, San Sisto 24, Angelana 23, Castiglione del Lago 17, Castel del Piano 15, Mantignana Montemalbe 13, JC Magione 12, Bastia 10, Ellera 9, Madonna Alta FdC 4.

GIOVANISSIMI – UNDER 14 gir. B

PONTEVALLECEPPI – ANGELANA 5-0

ANGELANA: Donati (15’ Listini), Tiradossi, Fattorusso (15’ st Dervishi), Fiorelli, Esposito S. (15’ st Shehu), Moccaldo, Stroe, Del Gaudio, Serena (15’ st Piampiano), Aristei (15’ st Ripi), Esposito F. All.: Tartaro.

PONTEVALLECEPPI – Un brutto primo tempo impedisce all’Under 14 B di Diego Tartaro di venir via da Pontevalleceppi con un risultato positivo. I padroni di casa archiviano la pratica nei primi 35’ calando una cinquina e senza poi riuscire più a trovare la via del gol, perché la strigliata negli spogliatoi convince i giallorossi a cambiare atteggiamento e li riporta sulla buona strada. Una lezione importante di cui fare tesoro per un gruppo che seppur tra mille difficoltà logistiche e con diverse assenze causa quarantene e problemi vari continua comunque a lavorare senza sosta, impegnandosi a fondo all’insegna del divertimento. Prossimo impegno domenica 20 marzo al “Migaghelli”, ospite l’Umbertide Agape.

CLASSIFICA dopo 13/22 giornate: Sansepolcro 32, Perugia 31, Fontanelle 23, Pontevalleceppi 20, Trestina** 16, Colombella PG Nord 16, Atletico Gubbio 16, Angelana 12, Virtus Sangiustino 11, Gualdo Casacastalda* 8, Umbertide Agape** 0.

**ha osservato il turno di riposo

*una gara in meno

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*