Asd Angelana 1930, i risultati del settore giovanile del 5 e 6 marzo

 
Chiama o scrivi in redazione


Asd Angelana 1930, i risultati del settore giovanile del 5 e 6 marzo

Asd Angelana 1930, i risultati del settore giovanile del 5 e 6 marzo

Tante gioie ma anche qualche dolore nel fine settimana del settore giovanile. La Juniores A1 di Riccardo Rosselli si congeda alla grande dal pubblico amico al termine della prima fase nella sfida contro il Tavernelle, battuto per 5-1. Vincono in rimonta anche gli Allievi A1 di Luca Cannoni, che in casa non sbagliano più un colpo, superando il Castiglione del Lago per 2-1 e avvicinando ulteriormente la vetta, distante 4 punti.


Fonte Ufficio Stampa
Angelana 1930


Vittoria pesante anche per i Giovanissimi A1 di Rodolfo Romeo, coadiuvato nell’occasione da Riccardo Palazzini, che passano di misura a Spoleto in casa della Ducato, ipotecando la salvezza. Nei tornei sperimentali cade l’Under 16 di Luca Mattonelli, che gravata da una vera e propria emergenza (appena 13 elementi disponibili) cede nel finale alla Pontevecchio. Sconfitte per le due formazioni Under 14: quella di Davide Fioravanti non può nulla al cospetto del Santa Sabina B, mentre quella di Diego Tartaro, al termine di un avvincente match con il Colombella Perugia Nord, recrimina per il gol decisivo subito in pieno recupero.

JUNIORES A1 – UNDER 19 gir. A

ANGELANA – TAVERNELLE 5-1

ANGELANA: Turrioni, Rosati, Biagioni (33’ st Sallaku), D’Avella (26’ st Bartolucci), Za Valdes (11’ st Barbacci), Jessiman, Sensi (33’ st Piselli), Michelotti, Simonini, Fermi (11’ st Ragusa), Sforna. A disp.: Fantini, Lo Gelfo. All.: Rosselli.

TAVERNELLE: Burnelli, Silvani (34’ st Bittoni), Mercanti, Mencarelli Dav. (33’ st Angilella), Pizziconi, Bocciarelli, Mencarelli Dam. (40’ st Menotti), Kadrija (18’ st Sberna), Veschini, Moretti, Morbidelli (40’ st D’Ambrosio). A disp.: Dombici, Ragni. All.: Cappelloni.

ARBITRO: Messere di Foligno.

MARCATORI: 17’ pt D’Avella (A), 37’ pt Sforna (A), 44’ pt Fermi (A), 12’ st Veschini (T), 24’ st Michelotti (A), 32’ st Sensi (S).

SANTA MARIA DEGLI ANGELI – L’ultima recita al “Migaghelli” fila via che è un piacere. Che dopotutto è molto di ciò che la Juniores di Riccardo Rosselli ha mandato in loop in stagione: una squadra che continua a veleggiare senza troppi ostacoli, che con 90’ d’anticipo s’assicura il titolo platonico di prima della classe al termine della stagione regolare. Sarebbe stata prima anche con una sconfitta, visto il contemporaneo stop del Fontanelle, ma poco cambia: chiudere davanti a tutti è un segnale, e chi vorrà ambire al titolo di campione regionale dovrà comunque vedersela con i giallorossi. Che contro il Tavernelle mandano a referto una delle migliori prestazioni dell’anno, archiviando la pratica nei primi 45’ e poi dando spazio anche a chi ne aveva avuto di meno. C’è pure un volto nuovo in avvio di partita: è quello dello statunitense Fulvio D’Avella, che si presenta sul palcoscenico del “Migaghelli” infilando l’estremo difensore ospite Burnelli con un preciso colpo di testa sul corner calciato da Jessiman. L’asse a stelle e strisce funziona che è un piacere, e lo stesso John poco prima era andato vicino al gol, costringendo il portiere gialloverde a una risposta mica semplice. La partita è in mano all’Angelana che colleziona diverse palle gol (tra gli altri con Simonini e Sforna) e che al 37’ scappa sul 2-0 grazie a una pregevole giocata di Sforna, che recupera palla sulla trequarti e dopo essersi accentrato conclude col mancino sul palo lontano.

In chiusura di primo tempo l’unico vero brivido di giornata, con Moretti che dentro l’area si gira per concludere a rete centrando il palo. Implacabile, nella ripartenza che ne consegue l’Angelana cala il tris, stavolta con Fermi che salta un paio di avversario e di giustezza infila anche lui sul secondo palo. Il 3-0 all’intervallo val bene una ripresa senza troppi assilli, anche se in apertura Veschini sorprende Turrioni direttamente da calcio piazzato, riaprendo per qualche minuto le ostilità. Alla fine però la sostanza non cambia: Michelotti firma il poker dopo una bella azione personale, Sensi poco dopo la mezzora manda a referto la cinquina con un bel sinistro che non fa prigionieri. Nel finale c’è quasi gloria anche per Piselli, che si vede respingere la conclusione da distanza ravvicinata da Burnelli, che salva anche su Ragusa. Una vittoria rotonda prima dell’ultima recita a San Sisto, senza assilli e con la classifica già amica.

COMMENTI Esprime tutta la sua soddisfazione Riccardo Rosselli, ben contento della prova offerta dalla squadra. “Abbiamo giocato bene contro un avversario comunque ostico. Non siamo mai andati in sofferenza, tenendo costantemente il pallone fra i piedi e anzi sfruttando le nostre qualità tecniche per costringerli a prendere rischi, lasciandoci spazi invitanti. Ci tenevamo a chiudere bene davanti al nostro pubblico e ancor più a farlo con una vittoria, buona anche per blindare il primato al termine della prima fase. Ora a San Sisto avremo l’opportunità di ruotare tutti gli effetti e preparare le ultime cose prima della volata finale, nella quale cercheremo di farci trovare pronti come non mai”.

PROSSIMO IMPEGNO Ultima fatica della prima fase nella trasferta in casa del San Sisto, che non ha opportunità di rientrare nel lotto delle prime 5 che andranno a giocarsi il titolo regionale. Appuntamento sabato 12 marzo alle 15,15, con possibilità di turnover per la capolista.

CLASSIFICA dopo 17/18 giornate: Angelana 40, Castel del Piano 34, Fontanelle 33, Casa del Diavolo 23, Pontevecchio 23, V.A. Sansepolcro 23, Tavernelle 21, San Sisto 19, Baldaccio Bruni 13, Gualdo Casacastalda 9.

ALLIEVI A1 – UNDER 17

ANGELANA – CASTIGLIONE DEL LAGO 2-1

ANGELANA: Fantini, Dusi (35’ st Ronca), Rossi Al., Pizzuti, Roscini, Pugliese, Galardini, Lorusso, Lo Gelfo, Pagliuca (24’ pt Tartaro), Mancinelli (37’ pt Caputo). All.: Cannoni.

CASTIGLIONE DEL LAGO: Galeotti, Pasqualoni, Mortolini, Shehaj, Bianchi, Bylikikbashi (10’ st Tiberi), Bianconi, Mollichella, Moretti (34’ st Imondi), Iadicola, Capoccia. All.: Sargentini.

ARBITRO: Bocci di Foligno.

MARCATORI: 10’ st Iadicola rig. (C), 21’ st Lo Gelfo (A), 35’ st Caputo (A),

CASTELNUOVO – Ancora una prova di forza, ancora una grande dimostrazione di caparbietà e resilienza. Che dopotutto è ciò che riesce meglio agli Allievi di mister Cannoni, costretti a fare di necessità virtù tra infortuni e problemi, ma capaci sempre di tirar fuori il meglio da se stessi. Anche contro il Castiglione del Lago lo spartito ricalca quanto visto in altre occasioni: sofferenza (tanta), reazione (forte) e alla fine anche risultato, perché vincere sempre con un gol di scarto vuol dire saper gestire anche le fasi più critiche di ogni singolo incontro. L’Under 17 è maestra in questo: l’ennesimo successo casalingo conferma l’attitudine di un gruppo che riesce a esaltarsi nelle criticità, trovando sempre il modo per raddrizzare le cose. E la strada è stata ancora una volta accidentata: gli infortuni in corso d’opera di Pagliuca e Galardini complicano e non poco i piani del tecnico, che nel primo tempo assiste a una prova ordinata, con Fantini chiamato in causa un paio di volte e Lo Gelfo a sua volta vicino al gol. Quando però gli ospiti trovano il vantaggio su rigore le cose cominciano a prendere una brutta piega: con la panchina corta e la necessità di rimontare, ecco che l’Angelana al solito si trasforma, cominciando ad aumentare il ritmo e trovando quelle geometri e quegli spazi che fino a quel momento erano venuti meno. È Lo Gelfo a suonare la carica: suo il pari al 21’ col quale rimette in carreggiata i compagni, aprendo a un’altra partita. Che i giallorossi dimostrano di voler far loro, esaltati dalla stoccata di Caputo che a 10’ dalla fine ribalta il parziale e consegna a Cannoni una vittoria di platino. E adesso che il tour de force di inizio 2022 è alle spalle, con 5 gare giocate in 15 giorni (e 12 punti a referto), si può pensare anche a come affrontare le restanti 12 partite, provando a fare qualcosa di unico e irripetibile al tempo stesso.

COMMENTI A fine gara è raggiante Luca Cannoni, consapevole delle difficoltà incontrate dai suoi ragazzi in un’altra partita mica semplice: “Ho visto un grande spirito di gruppo, la volontà di reagire a un episodio negativo che poteva condizionarli. Stanno facendo un gran lavoro e meritano tutti gli elogi possibili. Un grazie lo dico a loro, allo staff tecnico (in particolare a quello dei portieri, sempre prezioso) e alla società per tutto quello che stanno facendo per noi. Ci sono ancora molti aspetti da migliorare, ma siamo sulla strada giusta. La classifica non la guardiamo: la vetta non è lontana, ma bisogna pensare a una gara alla volta. Ci mettiamo alle spalle questo periodo intenso e proviamo a guardare oltre con fiducia”.

PROSSIMO IMPEGNO Finalmente si tira un po’ il fiato: dopo due settimane a tutta, con 5 gare in 15 giorni, domenica 13 marzo si torna in trasferta, ma nella vicina Costano, ospiti del Bastia in una sfida che a livello di classifica assume una rilevanza davvero notevole.

CLASSIFICA dopo 18/30 giornate: Orvietana 40, Campitello 38, Angelana 36, Cannara 36, San Sisto 33, Terni Est 32, Castel del Piano 30, Atletico Gubbio* 26, Bastia 25, Accademia Terni 25, Narnese 23, Castiglione del Lago 20, V.A. Sansepolcro 20, Foligno* 11, Pontevecchio 10, Olympia Thyrus 0.

*una gara in meno

GIOVANISSIMI A1 – UNDER 15

DUCATO – ANGELANA 0-1

DUCATO: Gelmetti, Caterini, Pacifici, Casciarri (1’ st Orazi), Martini, Dello Storto, Oliva, Cera (31’ st Ricci), Montani, Pallotta, Padoini (20’ st Perfetti). A disp.: Santocchi, Rripa, Alimenti. All.: Pepponi.

ANGELANA: Massaccesi, Chilelli, Palmioli, Coppola (29’ st Ziarelli), Marracci, Martinoli, Franchi, Cianetti, Binucci (16’ st Stoica), Betti (23’ st Santarelli E.), Bartolucci. A disp.: Carpanacci, Maranga, Simonelli. All.: Romeo.

ARBITRO: Santarelli W. Di Foligno.

MARCATORE: 15’ pt Marracci.

SPOLETO – La salvezza non è mai stata così a portata di mano. E forse l’Angelana mente quando dice di non sentirsi ancora al sicuro: la classifica rende merito e gloria all’Under 15 di Rodolfo Romeo, che al termine di una settimana molto complicata riesce nell’impresa di sbancare Spoleto e mantenere a debita distanza la Ducato. Una vittoria pesante che conferma quanto questo gruppo abbia valori importanti che vanno oltre qualsiasi logica legata al risultato: le difficoltà fanno parte del gioco, ma i baby giallorossi sanno come superarle. È una vittoria di gruppo, anche se il risultato finale stride un po’ con quanto fatto vedere, perché la mole di occasioni create avrebbe meritato probabilmente un esito differente.

È una vittoria però figlia anche di una capacità di adattamento mica da poco: orfana di mister Romeo, egregiamente sostituito da Riccardo Palazzini durante gli allenamenti settimanali, e presente anche in panchina, la formazione angelana ha fatto vedere anche di essere matura per saper gestire le situazioni più complicate. Nel primo tempo invero l’1-0 finale è troppo poco pensando a quanto creato: Bartolucci è il primo a cercare la via del gol, rispedito al mittente da Gelmetti. Poi tocca a Binucci spedire la palla in fondo al sacco, ma ancora una volta la gioia viene strozzata perché l’arbitro ferma il gioco, ravvisando un’irregolarità nell’azione. Al 15’ però ci pensa Marracci, direttamente da calcio piazzato, a infilare la palla dove il portiere della Ducato non può arrivare. La pratica è già in naftalina, ma l’Angelana continua a spingere: Franchi fa tutto alla perfezione ma viene fermato da Gelmetti, poi Betti da buona posizione centra il palo, rammaricandosi per il gol mangiato.

È un monologo a tinte giallorosse che nella ripresa vede ancora Franchi protagonista, ma il portiere di casa è insuperabile e sventa la minaccia. Ci prova anche Martinoli, ma di entrare la palla proprio non ne vuol sapere. I locali restano così in piedi e a 5’ dalla fine vanno via in contropiede, arrivando a un passo così dal pari. Sarebbe stato troppo per un’Angelana magari un po’ sprecona, ma certamente in grado di dimostrare di essere padrona del proprio destino. E ora che la salvezza è in cassaforte, da qui alla fine si può pensare solo a divertirsi e a far divertire tutti.

COMMENTI Non ha vissuto una settimana facile Rodolfo Romeo, ma la vittoria dei suoi ragazzi l’ha ripagato di tutti gli sforzi fatti. “È stata dura stare a casa, ma ringrazio Riccardo Palazzini per aver guidato i ragazzi a questo successo. È stato un bellissimo lavoro di squadra e l’unica pecca è dettata dal fatto che non siamo stati così cinici come avremmo dovuto, così da arrivare a rischiare di subire il pari nel finale. Sarebbe stato troppo, ma mi prendo la prestazione più del risultato. Ora pensiamo alla gara con la Vigor, che può consentirci di fare un ulteriore step di crescita e garantirci altri punti buoni per risalire in classifica. Da qui in avanti cercheremo di far giocare tutti e di progredire sotto l’aspetto tecnico e tattico, com’è giusto che sia”.

PROSSIMI IMPEGNI La salvezza è già in tasca, ma blindarla con altri tre punti potrebbe essere una buona idea: al “Migaghelli” sabato 12 marzo alle 15 arriva la Vigor Nuova Gualdo Bastardo, fanalino di coda ma reduce dalla prima vittoria stagione contro l’Olympia Thyrus. Quantomeno una sfida da non prendere sottogamba…

CLASSIFICA dopo 18/26 giornate: Cannara 42, Pontevecchio 40, Santa Sabina 38, Castiglione del Lago 35, Angelana 28, Don Bosco 28, Castel del Piano 28, Campitello 27, San Sisto 26, V.A. Sansepolcro 24, Pontevalleceppi 17, Olympia Thyrus 12, Ducato 6, Vigor NGB 5.

CAMPIONATI SPERIMENTALI

ALLIEVI – UNDER 16 gir. B

ANGELANA – PONTEVECCHIO 1-4

ANGELANA: Galli (1’ st Branchinelli), Coratella, Natini, Rinaldi, Tartaro, Gaudenzi, Mariani Marini, Ciambrusco Proietti, Caputo, Branda, Abbati (22’st Bordichini). All.: Mattonelli.

PONTEVECCHIO: Asllani, Latini, Laassiri (35’ st Barbarossa), Girolamini, Bavone, Balducci (41’ st Persichetti), Melaragna (13’ st Paoloni), Rellini, Crescenzi (35’ st Grandolini), Passeri (25’ st Gagliardini), Riommi. A disp.: Guerci, Aceto. All.: Grilli.

ARBITRO: Canfarini di Foligno.

MARCATORI: 30’ pt Passeri (P), 28’ st Caputo (A), 31’ e 32’ st Riommi (P), 42’ st Gagliardini (P).

NOTE: al 34’ pt Branda (A) fallisce un calcio di rigore (alto).

CASTELNUOVO – Una rosa ridotta all’osso, un avversario di valore dall’altra parte del campo, un’impresa sfiorata e arrestatasi solo a un quarto d’ora dalla fine, piegata dalla stanchezza. Alla fine all’Under 16 si può dire tutto, meno che di non averci provato. E il 4-1 finale a favore della Pontevecchio, arrivata a Castelnuovo in formazione decisamente tipo, non rende merito ai generosi ragazzi giallorossi, che hanno cercato di fare il possibile con i mezzi che avevano a disposizione. Ci sarebbe (e si dovrà) discutere sui motivi che hanno portato il gruppo di Mattonelli a presentarsi con 13 elementi appena, ma tra Covid e infortuni la strada per gli Allievi in questa annata è irta di difficoltà. Sul campo però chi ha giocato ha venduta cara la pelle: scelte praticamente obbligate, con un 2007 subito titolare (Natini) e un altro come unico cambio di movimento (Bordichini).

Ma se nel primo quarto d’ora la gara s’è mostrata equilibrata e senza squilli di sorta, nella parte centrale della prima frazione l’Angelana ha cambiato marcia, arrivando a premere dalle parti di Asllani, senza riuscire però a trovare il colpo risolutore. Così alla mezzora una palla persa in mezzo al campo è diventata terreno di caccia per Passeri, che al termine di una veloce ripartenza s’è presentato a tu per tu con Galli, portando i ponteggiani in vantaggio. Poco dopo però l’Angelana avrebbe subito la palla per il pari, ma il rigore calciato da Branda si perde alto e con esso anche i rimpianti per un primo tempo chiuso sotto di una rete, ma nel quale il divario non s’è affatto visto. Nella ripresa la Pontevecchio ha cominciato a far leva sulla panchina più lunga, mettendo dentro forze fresche e obbligando i giallorossi ad abbassare un po’ il baricentro. Pochi però i pericoli per Branchinelli, mentre dalla parte opposta il solito Caputo ha provato a far saltare il banco.

Cosa che gli è riuscita bene al 28’, quando da vero opportunista ha bucato la retroguardia rossoverde, firmando un meritatissimo pari. Ma proprio quando la partita sembrava mettersi sui binari desiderati, in un paio di minuti ecco il tremendo uno-due firmato da Riommi, che inferisce su una retroguardia angelana stanca e senza più energie, letteralmente crollata a livello fisico dopo il grande sforzo profuso per raggiungere il pari. Il neo entrato Gagliardini ha poi trovato il modo per firmare un poker ingeneroso che non rendere giustizia a quanto visto al Comunale, ma che in qualche modo punisce una gestione di uomini e risorse che al netto dei tanti problemi avrebbe potuto (e dovuto) essere un po’ più lungimirante. Una lezione di cui fare tesoro.

COMMENTI Il risultato rende amaro il pomeriggio di Luca Mattonelli, che pure ha tanti motivi per pensare positivo. “Sapevamo di essere in grande emergenza, ma onestamente non me la sento di rimproverare nessuno dei ragazzi. La prestazione c’è stata, specie nel primo tempo, che poi era la parte dell’incontro che più mi interessava. Abbiamo avuto le nostre occasioni, sprecando un rigore e poi costruendo altre palle gol. Peccato aver preso quei due gol proprio dopo aver raggiunto il pari, ma c’è stato un crollo a livello fisico e in parte mentale, dovuto al fatto che molti elementi rientravano per la prima volta dopo una lunga sosta causata dal Covid, e come tale c’era da mettere in conto un calo col passare del minuti. Dispiace aver perso, ma dopotutto conosciamo il valore della Pontevecchio. Diciamo però che mi sarebbe piaciuto giocarmela ad armi pari, perché credo che sarebbe stato un bello spettacolo, probabilmente con un esisto differente”.

PROSSIMO IMPEGNO Una settimana bella tosta per l’Under 16: mercoledì c’è il recupero in casa della Mantignana, poi sabato altra sfida casalinga, stavolta contro il Bastia, per un derby che a Castelnuovo non può mai essere banale.

CLASSIFICA dopo 11/18 giornate: Pontevecchio 26, San Sisto 24, Angelana* 20, Castiglione del Lago 17, Mantignana Montemalbe* 13, Castel del Piano* 12, JC Magione 12, Bastia 10, Ellera 9, Madonna Alta FdC* 4.

*una gara in più

GIOVANISSIMI – UNDER 14 gir. C

SANTA SABINA B – ANGELANA 5-0

Tabellino non pervenuto

SANTA SABINA – Comincia male il girone di ritorno dell’Under 14 di mister Fioravanti: a Santa Sabina, complice anche una situazione legata a infortuni e defezioni, arriva un pesante ko. per 5-0 che obbligherà ora il gruppo a rimettersi subito in pista nel prossimo derby col Bastia, in programma giovedì 10 marzo alle 18,30 a Santa Maria degli Angeli.

CLASSIFICA dopo 12/22 giornate: Pol. C4 33, Santa Sabina B 28, Pontevecchio 22, Fulginium B 20, Don Bosco 20, Angelana 16, Montemorcino 13, Bastia 12, Umbertide Agape B* 6, Fulginium 6, Petrignano 0.

*ha osservato il turno di riposo

GIOVANISSIMI – UNDER 14 gir. B

ANGELANA – COLOMBELLA PG NORD 5-6

ANGELANA: Listini (1’ st Ceccarelli), Dervishi (1’ st Canalicchio), Lunghi (18’ st Petruccioli), Del Gaudio, Esposito S., Moccaldo, Stroe, Ripi (10’ st Piampiano), Tili, Aristei, Esposito F. All.: Tartaro.

MARCATORI: 6’ pt Ripi, 11’ pt Tili, 14’ pt Esposito F. rig., 15’ e 23’ st Canalicchio.

SANTA MARIA DEGLI ANGELI – L’epilogo è sfortunato, ma poco o nulla si può rimproverare all’Under 14 B di Diego Tartaro, che contro il Colombella va subito avanti 3-0, si fa rimontare prima dell’intervallo (che chiude sotto per 4-3), poi nella ripresa risponde colpo su colpo pareggiando due volte prima di cedere a tempo scaduto sull’ultimo corner calciato dagli avversari. Una sconfitta beffarda ma che nulla toglie al valore della prestazione offerta dia giallorossi, scesi in campo con ben 4 classe 2009 aggregati, di cui due (Matteo Tili e Daniel Canalicchio) autori anche di tre reti (doppietta per quest’ultimo) in una gara dalle mille emozioni, ben interpretata da entrambe le formazioni, e nella quale la differenza alla fine l’hanno fatta un paio di episodi. La maggiore fisicità dei perugini ha avuto la meglio, ma la prova offerta dall’Angelana è stata certamente pari alle attese e in grado di far sperare bene per il proseguo della stagione. Bellissimo il gol in apertura di partita di Ripi (botta col destro all’incrocio), ma in generale tutta la squadra ha risposto presente, con Listini e Ceccarelli che a loro volta hanno sfornato ottimi interventi, salvando il possibile. Nel prossimo week-end trasferta in casa del Pontevalleceppi.

CLASSIFICA dopo 12/22 giornate: Sansepolcro 29, Perugia 28, Fontanelle 23, Pontevalleceppi 17, Trestina* 16, Atletico Gubbio 13, Colombella PG Nord 13, Angelana 12, Virtus Sangiustino 11, Gualdo Casacastalda* 8, Umbertide Agape** 0.

**ha osservato il turno di riposo

*una gara in meno

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*