Caro bollette, aumenti luce e gas sono atti scellerati che hanno un effetto devastante sulla vita di tutti

Dopo anni difficili come questi appena trascorsi, dove l’indice di povertà è alle stelle, questa non è che una ulteriore stangata a una quasi impossibile reale ripresa

Caro bollette aumenti luce gas atti scellerati effetto devastante vita di tutti

Caro bollette, aumenti luce e gas sono atti scellerati che hanno un effetto devastante sulla vita di tutti

L’incremento dei costi energetici non solo aggrava la spesa diretta – più che raddoppiata – per beni indispensabili come luce e gas, ma determina rincari a cascata in tutti i settori, andando a ridurre il potere d’acquisto e affossando i consumi, con effetti pesantissimi per Famiglie e Imprese, ma anche per i Comuni che, nel rispetto degli obbligatori vincoli di bilancio, saranno loro malgrado costretti a tagliare anche la spesa corrente per il sociale con conseguenze devastanti soprattutto per le famiglie e in particolar modo per quelle già fragili.


Fonte: Segreteria Assisi Domani


Famiglie, Imprese ed Enti pubblici, nessuno escluso, sono profondamente colpiti e questo non può passare inosservato né può accogliere l’immobilismo delle Istituzioni.

La sensibilizzazione del Comune di Assisi a “ spegnere le luci “ in segno di protesta, iniziativa tra l’altro accolta da molti altri comuni della provincia, è anche una richiesta di aiuto per quelle Famiglie e quelle Imprese e non è, né sarà, l’unica strada nei confronti di questa battaglia.

In Umbria utenti, esercenti, ristoratori e piccole imprese si stanno già unendo al ricorso collettivo al Tar della Lombardia promosso dal Codacons – in collaborazione con alcune associazioni dei consumatori come Assoutenti – volto ad ottenere la sospensione degli aumenti delle bollette di luce e gas.

Ma non basta! Perché siamo ancora una volta nel mezzo di una “tempesta perfetta” che richiede anche un intervento immediato del Governo con ristori e altre misure di contenimento.

I due anni di pandemia ci hanno insegnato che…
…Insieme si può!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*