Lega Assisi, “Con il Natale anche due ‘sorprese’, l’aumento della Tari e la candidatura della Proietti alla presidenza della Provincia di Perugia”

 
Chiama o scrivi in redazione


Lega Assisi Natale sorprese aumento Tari Proietti presidenza provincia

Lega Assisi, “Con il Natale anche due ‘sorprese’, l’aumento della Tari e la candidatura della Proietti alla presidenza della Provincia di Perugia”

I consiglieri comunali della Lega, Francesco Mignani e Jacopo Pastorelli, nel corso del recente consiglio comunale, a margine della votazione contraria al bilancio di previsione 2012/23, sono intervenuti sulle due questioni.

Fonte: Francesco Mignani  e Jacopo Pastorelli
Consiglieri Comunali Lega Assisi


“Con l’aumento della Tari – hanno spiegato i leghisti – a fronte di un servizio sempre meno attento alle esigenze delle famiglie, il cittadino si troverà a pagare il prezzo più alto della tassa in questione maggiorata del 18%. Irrisori gli sconti che vengono applicati, solo 2 euro se si paga in una unica soluzione. Ininfluenti anche gli sconti applicati alle categorie del settore del turismo e del commercio, penalizzate dalle chiusure causate dalla pandemia e per la quale sono costretti a pagare un servizio di cui non hanno mai usufruito. La seconda sorpresa, la candidatura della Proietti alla Presidenza della Provincia, appare una mossa premeditata da tempo già in fase di campagna elettorale e che in caso di successo aprirebbe ben altri scenari alla candidata medesima. Avremmo gradito che il tutto fosse stato comunicato ai cittadini in tempi certi, in modo che gli stessi fossero in condizione di valutare più ampiamente le intenzioni della candidata del centrosinistra.
Come Lega abbiamo ribadito l’inopportunità di questa scelta, perché tradisce di fatto gli impegni che il sindaco ha preso con tutta la comunità, quello di portare a compimento sia il programma della precedente legislatura che quello ancora più articolato del nuovo corso. Del complesso programma presentato nel 2016/21 molte delle promesse fatte non sono state realizzate e quanto è stato preventivato in quello del 2021/26, per l’importanza delle risorse necessarie, difficilmente sarà realizzato. La manifesta difficoltà di amministrare la città ora si vorrebbe esportare anche in Provincia, comprese le ambizioni della Proietti di abbandonare il modello civico per altri approdi ben più importanti, mentre i partiti PD e 5 stelle non vedono l’ora di mettere le mani sulla città.
Quella che si vorrebbe far passare per una opportunità per il territorio, per noi della Lega rappresenta di fatto un tradimento verso gli elettori, nei confronti dei quali la maggioranza si è assunta le responsabilità di governare per cinque anni, il che richiede una presenza costante ed attenta alle dinamiche del territorio. Anche in vista delle importanti celebrazioni francescane e per tutto ciò che è rimasto incompiuto, nei confronti degli elettori, questa decisione appare solo come una grave presa in giro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*