Palio dei Muje, a vincere i piccoli del Rione Ponte Rosso

Palio dei Muje, a vincere i piccoli del Rione Ponte Rosso

Sembra essere passato un secolo dall’ultima volta che sono scesi in piazza i Muje. In un clima di proficua competizione sono scesi in Piazza i bambini, i ragazzi e i futuri adulti di tre Rioni. La sfida è iniziata alla presenza dei giudici di gara che con meticolosità hanno osservato e segnato i punteggi. Ogni rione ha effettuato la propria gara in un clima di silenzio e attenzione da parte degli altri rionali.

Alla conclusione di ogni gioco sono stati letti i punteggi e le penalità. Fino alla fine si è respirata attesa e estrema concentrazione mentre gli spettatori osservavano le prestazioni dei piccoli atleti. Finalmente si potevano vedere i visi di quei ragazzi che per ben tre anni si sono ritrovati a guardarsi negli occhi e a limitare le attività di contatto. Le attività della Cerbottana sono state ammirevoli da seguire in un clima di valorizzazione delle proprie potenzialità.

Le Ruzzole hanno ruzzolato come non mai e è stato fatto uno strike dei Birilli. I Carretti, a vederli dagli spalti, sembravano non avere le ruote ma ali di libertà. Durante l’ultimo gioco: Passa il Mattone, quei mattoncini di legno erano il filo di unione tra i rappresentanti del rione che hanno vivacizzato la piazza con i loro colori ricchi di arcobaleni di vivacità e entusiasmo. Il Palio dei Muje è sempre un momento di grande partecipazione non solo per gli impegnati a gareggiare.

Ogni piccolo atleta è arrivato primo in questo percorso grazie alla passione e alle emozioni che ha donato agli altri. Il Palio disegnato da Elisa Covarelli, alunna della scuola Secondaria di Primo Grado Galeazzo Alessi, dell’Istituto Assisi 2, è stato innalzato e spruzzato di mille goccioline di acqua dai Muje del Rione Ponte Rosso. Un grande ringraziamento va ai Muje dei Rioni, alle famiglie che hanno sostenuto questa attività e a tutti i Rappresentanti Giochi, che insieme al Rappresentante dei Giochi Moreno Piampiano, hanno reso possibile questa giornata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*