Zona arancione, controlli Polizia locale su territorio di Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


Zona arancione, controlli Polizia locale su territorio di Assisi

Zona arancione, controlli Polizia locale su territorio di Assisi

L’Umbria da ieri è diventata zona arancione e, come è noto, sono state previste misure più restrittive al fine di contenere la diffusione del Covid come il divieto di spostamento da un comune all’altro e di uscire dalla regione se non per motivi seri come lavoro, salute e necessità, oltre alla forte raccomandazione di restare a casa e, se proprio è indispensabile muoversi, bisogna indossare sempre la mascherina e mantenere la distanza interpersonale. Un’altra misura riguarda i bar e i ristoranti che restano chiusi per tutto il giorno, consentito l’asporto fino alle 22 e il domicilio senza limiti.

  • Per il resto, rimangono in vigore tutte le altre regole già prescritte per la zona gialla (chiusura di musei, teatri, biblioteche, piscine e palestre) compresa la didattica a distanza per le scuole superiori (in Umbria anche per le scuole medie).

L’amministrazione comunale ha dato disposizione, per contrastare gli assembramenti, di rafforzare l’attività di controllo in particolare nelle aree verdi, nelle piazze e in tutti i luoghi di aggregazione, e vigilanza in merito al rispetto delle normative da parte di bar e ristoranti. Dai primi controlli è emerso che gli esercenti del territorio osservano le prescrizioni con senso di responsabilità e in spirito di collaborazione molti spontaneamente hanno deciso di togliere sedie e tavoli che erano posizionati davanti ai locali proprio per impedire il formarsi di gruppi di persone che magari consumano quanto acquistato d’asporto.

Comunque secondo i report della polizia locale, guidata dal comandante Antonio Gentili, si registra un sostanziale rispetto delle regole, anche da parte di quegli esercizi promiscui che hanno cioè la licenza per il bar e per la rivendita di tabacchi i cui titolari si astengono dal somministrare cibi e bevande.

  • Il sindaco Stefania Proietti, nel rinnovare l’invito a rispettare tutte le regole previste dalle nuove disposizioni, raccomanda ai cittadini di evitare in generale e il più possibile gli spostamenti e, nell’uscire, adottare tutte le misure di sicurezza.

Sempre nell’ambito della collaborazione tra Comune e cittadini, il sindaco ricorda a tutti il numero telefonico 075/812820, canale diretto con la pattuglia della polizia locale, in servizio 8-20 (e per tre giorni anche 8-24) che si occupa, come già detto, dei controlli anti assembramenti e delle violazioni alle normative e ai protocolli Covid. Al numero telefonico possono essere comunicate eventuali segnalazioni di violazione delle misure di sicurezza e possono essere richieste informazioni sulle normative in vigore. Un modo questo per avere un contatto immediato con il Comune e collaborare nei controlli del territorio per permettere alla polizia locale di intervenire in modo efficace e tempestivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*