Metastasio non è affatto chiuso, la replica di Eugenio Guarducci

Un Teatro pubblico come il Metastasio però non può essere confuso come un luogo che assomiglia più ad una sorta di "residenza"

Chiusura Metastasio, insegnante Pordenone scrive su Sei di Assisi se, è polemica

Metastasio non è affatto chiuso, la replica di Eugenio Guarducci

da Eugenio Guarducci
ASSISI – Il Teatro Metastasio non è mai stato affatto chiuso e non lo sarà anche nell’immediato futuro! È stato utilizzato ormai svariate volte durante l’anno anche in occasioni di eventi importanti quali Universo Assisi, Cortile di Francesco, etc etc Sara’ presto di nuovo protagonista in occasione della prima edizione di Cantico – Assisi Choral Fest e dal 8 al 25 Dicembre in occasione di Natale ad Assisi.
Come più volte ribadito nessuno ha mai cacciato nessuno! All’Associazione Dare è stato più volte chiesto di indicarci la loro programmazione senza ricevere alcuna risposta.

Guarducci, Bocchini e Lunghi, tassa soggiorno, poche idee e confuse
eugenio guarducci

Un Teatro Comunale deve caratterizzarsi con un offerta variegata e non può candidarsi con una sola proposta culturale che noi tutti abbiamo apprezzato e che siamo ancora oggi disposti a coinvolgere in maniera armonica con tanti altri soggetti. Su questa vicenda mi pare che ci sia la volontà di mistificare la realtà dei fatti e creare inutili frizioni.

Uno sport questo non nuovo ad Assisi per il quale scendono in campo atleti sempre più preparati. Per la Giunta Comunale il Teatro Metastasio rappresenta un nodo cruciale e non a caso entro il 2017 uscirà il bando di gara per i lavori di ristrutturazione che potranno contare su 600.000 euro di risorse.

Un Teatro pubblico come il Metastasio però non può essere confuso come un luogo che assomiglia più ad una sorta di “residenza” più o meno artistica. Credo che l’Associazione Dare faccia pero’ anche molto bene ad esportare i propri spettacoli e colgo l’occasione per augurare loro il massimo del successo.

Il video

La loro dipartita da Assisi è coincisa con il crollo delle presenze turistiche provocate dai danni indiretti del sisma 2016/2017. Credo che anche questa sia stata una delle ragioni per la quale non abbiamo trovato risposta alle nostre domande. Concludo dicendo che sostenere, come fanno alcuni, che lo spettacolo Chiara di Dio sia stato una leva motivazionale per attrarre turismo ad Assisi mi sembra esagerato. Certamente può essere stato e potrà ancora essere una iniziativa capace di intrattenere un certo target di turisti. Ma non tutti.

Print Friendly, PDF & Email

5 Commenti

  1. Caro Guarducci, ma forse non é meglio poco …che niente????
    Forse forse non é che avete fatto un piacere al Piccolo teatro degli Instabili?? chiudendo il Metastasio che con quel “piccolo” spettacolo attirava un certo tipo di pubblico e quindi di turisti??
    A me il Metastasio non sembra chiuso ma sembra poco apertoooo.
    Ma niente niente non é che vogliamo spostare tutto su Snta Maria degli Angeli?
    Non offendete l’intelligenza della gente e sopratutto di chi (incosciamente e non sapendo dove si sarebbe finiti) vi ha dato il voto.

  2. Non avevo avuto, prima d’ora, l’opportunità di commentare la “(ri)presa” del Metastasio, ma questa volta mi sento di essere in piena sintonia con l’Amministrazione. Chi come me da ragazzo la domenica pomeriggio aspettava con impazienza l’apertura del teatro per vedere il film di turno, non può immaginare la tristezza provata nel vedere quel luogo “ostaggio” di questi pseudo artisti che come ben detto dall’assessore ne avevano fatto la propria personale residenza. Sappiamo tutti cosa rappresenti Assisi agli occhi del mondo ma proviamo anche a rispolverare quella parte laica che alberga da sempre nei nostri cuori; proviamo a far rivivere al Metastasio i fasti del primo novecento quando c’era meno ipocrisia e le persone erano più spontanee e genuine.

    • Premesso che la compagnia di Tedeschi non mi faccia impazzire, devo dire che, anche in virtù del tipo di turismo che Assisi attira, un senso ce lo aveva. Erano spettacoli che potevano essere funzionali ad un certo target turistico. L’alternativa sbandierata è utlizzare il metastasio per UNTO o qualche altra manifestazione? Non penso. Il Metastasio può funzionare ed essere un centro aggregante ed utile solo se viene utilizzato da diversi soggetti o comunque per diverse finalità/scopi. Ad oggi abbiamo perso qualcuno che lo utilizzava, magari male, senza ottenerne un beneficio esterno. Non era meglio ricontrattare con la compagnia le modalità di utlizzo?

  3. Camillo Benso sono d’accordo: ma quando cominciamo? E’ passato già un bel tempo……e tutto tace….progetti …progetti ….progetti….ma la realizzazione?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*