Assisi città per la Fraternità, conferito il premio Chiara Lubich [VIDEO]

Dopo la premiazione il convegno sul tema <<Sete di Fraternità oggi: il contributo della città di Assisi>> che ha approfondito le motivazioni del premio e le prospettive per il futuro

Assisi città per la Fraternità, conferito il premio Chiara Lubich

Assisi città per la Fraternità, conferito il premio Chiara Lubich

ASSISI – Questo riconoscimento premia la città di Assisi dove «600 anni prima della declinazione dei tre principi della Modernità, coniati dalla Rivoluzione Francese (Libertà Uguaglianza e Fraternità), riecheggiò per prima voltà la parola Fraternità ad opera di Francesco. Dire Assisi e dire Pace e Fraternità è dire una parola sola». Queste le motivazioni del premio “Chiara Lubich per la Fraternità 2017” da parte della Associazione nazionale comuni per la fraternità.

Il premio è stato consegnato il 22 giugno,  in concomitanza con la festa del Voto, che ricorda la liberazione della città di Assisi dalle truppe saracene per l’intercessione di S. Chiara. “La motivazione del suddetto premio alla città – spiega padre Egidio Canil, responsabile della commissione dello Spirito di Assisi – giunge dalla costante disponibilità della città nell’accogliere e sostenere la ‘marcia Perugia-Assisi’, dalle innumerevoli manifestazioni che da 30 anni sono collegate con lo ‘Spirito di Assisi’ e dall’impegno della comunità a diffondere nella società e nel mondo di oggi  lo spirito della fraternità”.

I lavori sono stati aperti dai saluti di Stefania Proietti, sindaco di Assisi; di Nando Mismetti, sindaco di Foligno e presidente della Provincia di Perugia; di monsignor Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e di Antonio Decaro, presidente Anci. Sono seguiti gli interventi di Alberto Lo Presti, direttore della rivista Nuova Umanità; Flavio Lotti, responsabile della marcia Perugia-Assisi; padre Egidio Canil, 30 anni e la testimonianza di Juan Carlos Gonzales, rifugiato politico. Le conclusioni dell’incontro, moderato da Aurora Nicosia giornalista di “Città Nuova”, sono state affidate a Donatella Tesei, vice presidente dell’associazione “Città per la fraternità”.

Il sindaco Stefania Proietti dichiara: “Il conferimento del titolo di Città della Fraternità ad Assisi ci riempie di gioia perché ben si addice alla Città di Santa Chiara e San Francesco. E proprio il fatto che sia conferito dal Movimento fondato da Chiara Lubich, personalità straordinaria del mondo cattolico così profondamente ispirata alla figura di Santa Chiara, ci ha indotto ad inserire questo riconoscimento nelle Celebrazioni della Festa del Voto. Una ricorrenza cittadina, legata a Santa Chiara e al miracolo della liberazione dalla guerra della Città Serafica, oggi più che mai attuale, che intendiamo valorizzare maggiormente ogni anno. È per questo che invitiamo la cittadinanza tutta a partecipare ai vari momenti che si terranno domani 22 giugno in Città. La Festa del Voto è tra le tante memorie di Arnaldo Fortini, al quale si deve la prima celebrazione, ed essendo questo il primo anno delle manifestazioni in onore di Arnaldo e Gemma Fortini, auspichiamo una significativa presenza della Città.”

Dopo la premiazione il convegno sul tema <<Sete di Fraternità oggi: il contributo della città di Assisi>> che ha approfondito le motivazioni del premio e le prospettive per il futuro.

Assisi città per la Fraternità, conferito il premio Chiara Lubich

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*