Con il Cuore

Festa del voto, Assisi riceve il premio Chiara Lubich per la fraternità

Dopo il convegno e la santa messa in ricordo di monsignor Goretti, il corteo da San Rufino a San Damiano con sosta a Santa Chiara

Assisi riceve il premio Chiara Lubich per la fraternità

Festa del voto, Assisi riceve il premio Chiara Lubich per la fraternità

ASSISI – Giovedì 22 giugno torna il consueto appuntamento con la “Festa del voto” in onore di Santa Chiara che quest’anno è arricchito da una speciale celebrazione, l’assegnazione alla città di Assisi del premio “Chiara Lubich per la Fraternità 2017” da parte della Associazione nazionale comuni per la fraternità“La motivazione del suddetto premio alla città – spiega padre Egidio Canil, responsabile della commissione dello Spirito di Assisi – giunge dalla costante disponibilità della città nell’accogliere e sostenere la ‘marcia Perugia-Assisi’, dalle innumerevoli manifestazioni che da 30 anni sono collegate con lo ‘Spirito di Assisi’ e dall’impegno della comunità a diffondere nella società e nel mondo di oggi  lo spirito della fraternità”.

La mattina di giovedì nella piazza del Comune ci saranno alle ore 5,45 il suono delle chiarine e alle ore 6 il suono a festa delle laudi e delle altre campane della città per ricordare la liberazione di Assisi dall’assedio dei saraceni.

Nel pomeriggio alle ore 16 nella sala della Conciliazione, presso la sede del Comune, dopo l’assegnazione del premio, seguirà un convegno dal titolo: “Sete di fraternità, oggi! Il contributo di Assisi”. I lavori verranno aperti dai saluti di Stefania Proietti, sindaco di Assisi; di Nando Mismetti, sindaco di Foligno e presidente della Provincia di Perugia; di monsignor Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e di Antonio Decaro, presidente Anci.

Seguiranno gli interventi di Alberto Lo Presti, direttore della rivista Nuova Umanità; Flavio Lotti, responsabile della marcia Perugia-Assisi; padre Egidio Canil, 30 anni e la testimonianza di Juan Carlos Gonzales, rifugiato politico. Le conclusioni dell’incontro, moderato da Aurora Nicosia giornalista di “Città Nuova”, saranno a cura di Donatella Tesei, vice presidente dell’associazione “Città per la fraternità”.

Alle ore 18 seguirà nella cattedrale di San Rufino la solenne celebrazione eucaristica in ricordo del quinto anniversario della scomparsa del vescovo emerito monsignor Sergio Goretti.

Alle 20,30 è prevista la partenza del corteo religioso che da piazza San Rufino si unirà a quello civile in piazza del Comune dove verrà letta l’ordinanza del consiglio comunale, con cui il 26 maggio 1644 veniva istituita la “Festa del voto”; seguirà il saluto del sindaco. Alle 20,50 presso la basilica di Santa Chiara ci sarà il saluto delle sorelle clarisse con l’omaggio floreale del sindaco; alle 21,30 presso il santuario di San Damiano seguiranno l’offerta dei ceri da parte del primo cittadino, la celebrazione di compieta e benedizione eucaristica, l’esortazione del vescovo e il saluto del ministro provinciale dei Frati minori dell’Umbria.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*