Colletta Alimentare, ad Assisi raccolti quasi 43 quintali di prodotti alimentari

Essere Volontari, fare la raccolta alimentare fa “stare bene”

Colletta Alimentare, ad Assisi raccolti quasi 43 quintali di prodotti alimentari per le Famiglie in difficoltà Luigi Marini (Volontario Banco Alimentare dell’Umbria) ASSISI – Anche a nome del Presidente della “Fondazione Banco Alimentare Onlus – Umbria” Dott. Valter Venturi, ringrazio i tanti volontari che sabato 26 novembre us hanno donato il loro tempo e la loro opera in occasione della 20° Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

In particolare ringrazio commosso i tantissimi giovani delle Parrocchie di S. Rufino e di S. Maria degli Angeli, che si sono messi al servizio della comunità, i Volontari tutti, la Ditta Marini edilizia di Bastia Umbra che per il 12° anno consecutivo, la Caritas Diocesana di Assisi che per il 2° anno, hanno messo a disposizione i loro furgoni per la logistica ed i tanti, tanti Cittadini “donatori”, che, durante la giornata di sabato, hanno deciso di fare la spesa per i più poveri del nostro Territorio. E’ stato veramente bello vedere tanta solidarietà, tutti hanno offerto tempo, braccia, gioia, ascolto ed attenzione alle persone, una contagiosa testimonianza di festa. Certo non è casuale che in tempi di perdurante crisi e di paura per le serie minacce alla semplice convivenza civile, ci siano adulti e giovani, bambini e anziani di etnie del tutto diverse fare i volontari gomito a gomito o donare alimenti, sottraendoli in alcuni casi dalla loro già povera spesa.

Essere Volontari, fare la raccolta alimentare ci fa “stare bene” abbiamo sperimentato che provocare occasioni per guardarsi negli occhi, per fare insieme piccoli gesti quotidiani, per occuparsi dell’altro, anche solo per poco, fa uscire il meglio di sé, appunto, fa “sentire bene”.

In particolare nel territorio Assisano stati coinvolti: 9 punti vendita (uno in meno rispetto al 2015), 136 Volontari (di cui 3/4 giovani e giovanissimi), 2 mezzi utilizzati, e sono stati raccolti 4.291 Kg di prodotti alimentari (313 Kg in più rispetto al 2015) che verranno distribuiti, in aggiunta a quelli dell’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA), nei prossimi mesi alle strutture caritative convenzionate con il Banco Alimentare, per sostenere Famiglie e singoli più bisognosi del nostro territorio. Con il passare degli anni abbiamo visto crescere attorno all’azione caritativa del Banco Alimentare, sia le richieste di convenzione da parte di enti caritativi del territorio, sia le occasioni di coinvolgere persone attorno a questo gesto di carità cristiana. E’ stato un grande spettacolo di carità, l’esperienza del dono eccede ogni aspettativa generando una eccezionale solidarietà umana. Grazie tante.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*