Conto corrente per popolazioni civili vittime di guerre

Il sindaco Proietti istituisce un fondo per fornire assistenza materiale

Conto corrente per popolazioni civili vittime di guerre

Conto corrente per popolazioni civili vittime di guerre

Conto corrente – L’amministrazione comunale di Assisi ha annunciato l’istituzione di un conto corrente dedicato per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni civili colpite dai conflitti in tutto il mondo. Il sindaco Stefania Proietti ha spiegato che questo gesto concreto mira a fornire assistenza e conforto materiale a coloro che soffrono a causa dei bombardamenti e delle violenze nelle zone di guerra.

L’iniziativa, avviata dopo un gesto simbolico di accensione di una luce sulla facciata del Palazzo Comunale con la scritta “Cessate il fuoco. Pace in tutto il mondo” durante il Venerdì Santo, vuole essere un forte messaggio di pace e solidarietà. Il sindaco ha ribadito che Assisi, città di San Francesco, rappresenta valori universali come la pace e la fratellanza, e quindi è dovere dell’amministrazione e dei cittadini opporsi alla violenza armata.

Il conto corrente, denominato “Assisi per le popolazioni civili colpite dalle guerre“, accetta donazioni che saranno utilizzate per sostenere varie azioni di solidarietà a beneficio delle vittime dei conflitti. I proventi delle donazioni saranno inviati alle popolazioni colpite, iniziando dalla Terra Santa, e verranno condivisi con le famiglie francescane presenti nei territori interessati dai conflitti.

Il sindaco Proietti ha sottolineato che la raccolta fondi è un modo per dare un sostegno tangibile alle vittime della guerra e per ribadire l’impegno di Assisi a promuovere la pace e il dialogo. Oltre alla solidarietà materiale, l’amministrazione comunale si impegna a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tragedie dei conflitti armati e a promuovere un cambio di mentalità verso la costruzione della pace.

L’istituzione del conto corrente dedicato rappresenta un ulteriore passo nella lunga tradizione di Assisi nel promuovere la pace e la solidarietà a livello internazionale, continuando a seguire gli insegnamenti di San Francesco e i valori universali di amore, rispetto e compassione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*