ASSISI, A PAPA FRANCESCO IL TESTIMONIUM VIAE FRANCISCI

Particolare della lavorazione(assisioggi.it) ASSISI – Al termine della visita ai luoghi di San Francesco in Assisi, mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, ha consegnato in dono a Papa Francesco il Testimonium Viae Francisci, l’attestato religioso che comprova l’avvenuto pellegrinaggio alla tomba di san Francesco in Assisi.
Di regola il Testimonium viene rilasciato unicamente ai pellegrini della Via di Francesco che abbiano raggiunto Assisi a piedi o in bicicletta; non poteva però esserci dono migliore per Papa Francesco, che ha scelto di farsi pellegrino nella città del Santo di cui porta il nome e che addita a se stesso e alla Chiesa come modello di semplicità, fede e carità.
Il Testimonium dell’illustre pellegrino è stato scritto e decorato a mano dalla Signora Anna Clara Italiani Renzini, di Perugia; la pergamena è stata realizzata artigianalmente dalla “Gaita di San Pietro” in Bevagna e offerta dal Comune di Bevagna, che da anni lavora al recupero e alla valorizzazione degli antichi mestieri medievali con il celebre “Mercato delle Gaite”.
Di seguito una breve scheda esplicativa del Testimonium Viae Francisci, della Via di Francesco e dell’omonima Guida e del Consorzio Umbria & Francesco’s Ways, che raggruppa oltre un centinaio di imprese turistiche e commerciali che credono nella Via di Francesco.
Us-Ceu /

Il Testimonium
Il Testimonium Viae Francisci è l’attestato religioso che comprova l’avvenuto pellegrinaggio alla tomba di san Francesco. La sua origine si collega ai pellegrinaggi penitenziali o giudiziali del medio evo: a volte si intraprendeva un lungo cammino, con tutti i rischi e le spese del caso, perché costretti da una sentenza del giudice o da una penitenza del confessore. In questi casi, occorreva comprovare il raggiungimento della meta, per ricevere l’assoluzione e la remissione della pena civile o canonica. Oggi nessuno ha di queste necessità; il Testimonium acquista così il valore di un ricordo personale, da riportare a casa e magari appendere alla parete, perché rimanga viva la memoria dell’esperienza vissuta, con i valori e i sentimenti che essa ha fatto scoprire. Il rilascio dell’attestato è legato a precise condizioni: aver percorso almeno gli ultimi 75 km a piedi e gli ultimi 150 km in bicicletta, per raggiungere la tomba del santo in Assisi; a fare fede saranno i timbri e le date apposti sulla propria credenziale.
Il testo in latino del documento, così recita: Il vescovo della Diocesi di Assisi-Nocera-Gualdo, il Custode della Basilica papale di San Francesco e del Sacro Convento, il Custode della Basilica papale di Santa Maria degli Angeli “della Porziuncola” consegnano questo diploma a tutti i fedeli e i pellegrini che da ogni parte del mondo, per motivi di devozione o per adempiere ad un voto, si recano alla città serafica e ai suoi luoghi santi, e attestano che … vi è giunto con devozione in data… Pace e bene!

La Via di Francesco
Un cammino sui passi di San Francesco d’Assisi che da nord e da sud raggiunge Assisi, attraversando l’Umbria: questa è la Via di Francesco. Un pellegrinaggio nella terra di San Francesco, per entrare in contatto con la sua straordinaria esperienza di vita, che non smette di affascinare, e comunque di interrogare, gli uomini di ogni tempo. Otto sono le tappe da La Verna; dieci quelle da Greccio (con le rispettive varianti per Perugia e per Terni). La Via di Francesco è un itinerario che collega tra loro alcuni “luoghi” che testimoniano della vita e della predicazione dei Santo di Assisi; un “nuovo” percorso di pellegrinaggio, che intende riproporre l’esperienza francescana nelle terre che il Poverello ha calcato nelle sue itineranze. Proprio nell’aderenza alla storia di Francesco la Via trova la sua plausibilità e il suo fascino: i paesaggi sui quali l’occhio del pellegrino si posa sono i medesimi che hanno rallegrato il cuore semplice di Francesco; le località di tappa conservano la memoria delle sue parole e delle sue gesta; la gente che si incontra lungo il cammino è imparentata con lui. L’Umbria è rimasta, nonostante tutto, la terra di Francesco, nutrita di una spiritualità che parla di amore per le piccole cose, di rispetto e gratitudine per il creato, di accoglienza generosa dell’altro, chiunque egli sia.
Camminare lungo la Via di Francesco, allora, costituisce un autentico cammino dello spirito, che viene incontro al desiderio dell’uomo – anche dell’uomo d’oggi – di ricercare nelle profondità di se stesso il senso della propria esistenza, la possibilità di condurre la vita quotidiana in piena armonia con il mondo, con l’uomo e con Dio. È un’arte di vivere preziosa, che è il più autentico frutto del cammino verso Assisi: un regalo che l’Umbria di Francesco è capace di fare al pellegrino, come ad ogni persona che le si accosti con l’animo aperto.
www.viadifrancesco.it

La Guida
Nel 2012 le Edizioni San Paolo hanno pubblicato la guida della Via di Francesco, a firma di Paolo Giulietti e Gianluigi Bettin. In occasione della visita pontificia una copia è stata regalata a ciascun giornalista accreditato e a ciascun responsabile di gruppo dei giovani che hanno partecipato all’incontro con Papa Francesco a Santa Maria degli Angeli, per un totale di 1500 libri. La Guida fa parte di una collana che le Edizioni San Paolo, nell’anno della fede, hanno dedicato agli itinerari dell’anima, e che comprende, tra gli altri la Terra Santa, la Via Francigena e il Camino de Santiago.
www.edizionisanpaolo.it

Il Consorzio Umbria & Francesco’s Ways
Nasce nel 2011 sulla scorta del bando regionale TAC2: raggruppa oltre un centinaio di imprese turistiche e commerciali che credono nella Via di Francesco e che si specializzano nell’offrire servizi ai pellegrini e a quanti intendano percorrerla tutta o in parte, per godere delle bellezze del creato, del fascino dell’arte e del calore dell’ospitalità che caratterizzano il territorio umbro, anche grazie all’eredità umana e spirituale del Santo di Assisi.
www.umbriafrancescosways.eu

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*