A poche ore dall’arrivo di Francesco, Papa pellegrino

Ad attenderlo ci sarà una numerosa folla di fedeli, numerosi religiosi

A poche ore dall’arrivo di Francesco, Papa pellegrino

di Miriam D’Agostino  (Sr Myriam)

In una splendida giornata di sole l’attesa di Francesco si fa sempre più trepidante e festosa, con i colori della splendida infiorata dei giovani di Spello e la grande macchina organizzativa tra le forze dell’ordine con più di 300 uomini e donne tra polizia, carabinieri e guardia di finanza.

Circa 200 giornalisti accreditati da tutto il mondo, per  vivere con il Santo Padre l’ottavo Centenario del Perdono di Assisi, perchè mai come oggi il mondo ha bisogno di perdono e di misericordia.

Ad attenderlo ci sarà una numerosa folla di fedeli, numerosi religiosi e religiosi di tutta la diocesi assisana, i Vescovi della Conferenza Episcopale Umbra, il cardinal Bassetti (presidente della CEU) che ci ricorda “ A pochi giorni dalla gioia di Cracovia e dal silenzio di Auschwitz, papa Francesco torna nella nostra terra per fare con noi grata

memoria del “Perdono di Assisi”. Ci saranno inltre il nostro vescovo Domenico Sorrentino, quello di Foligno Sigismondi, e di Spoleto Boccardo, ed anche Vittorio Viola, ex custode della Basilica di Santa Maria degli Angeli.

I fedeli che hanno ricevuto un pass per l’accesso alla piazza o alla Basilica, dovranno accedere all’area loro assegnata dalle 14,00 alle 15,00, non prima per evitare disagi dalla calura estiva e non dopo per facilitare il lavoro delle forze dell’ordine perchè tutto avvenga in un clima di tranquillità e di preghiera.

Anche l’Amministrazione comunale con il Sindaco Proietti ricordano che: “Gioia e speranza sono i doni che porta con sé papa Francesco, pellegrino oggi alla nostra Porziuncola”e ancora “Assisi, in quanto città di San Francesco e Santa Chiara, è una “città sul monte” portatrice dei valori francescani nel mondo” , ed è oggi quello che da qui città serafica vuole partire un grande messaggio di pace, e nessuna pace può realizzarsi senza perdono.

Queste le parole di Padre Rosario Gugliotta, Custode della Porziuncola:
accogliamo un pellegrinaggio di preghiera, di perdono e di misericordia stamattina: “La Comunità dei Frati Minori della Porziuncola è in festa per il Perdono celebrato, come ogni anno, insieme a decine di migliaia di pellegrini che alla Porziuncola sono accorsi per raccogliere il frutto della carità e della sapienza di un santo, Francesco d’Assisi, che 800 anni fa osò chiedere al Signore, prima, e per conferma a Papa Onorio III, poi, quanto di più bello e prezioso e vitale c’è per la vita di ogni uomo e per ogni relazione: il Perdono di Assisi, gratuito, alla portata di tutti. La festa è speciale, quest’anno, per la ricorrenza dell’VIII Centenario dalla concessione dell’Indulgenza della Porziuncola. Un Giubileo del Perdono provvidenzialmente che segue l’Anno Santo della Misericordia indetto da Papa Francesco.”

Ancora una volta Francesco pellegrino nella terra di Francesco mette al centro della sua visita non un grande discorso, ma un momento di intesa e silenziosa preghiera, e mente nella scorsa visita si era fermato alla tomba del Santo, oggi ha scelto la Porziuncola, come cuore vivo e ardente di quest’anno giubilare della misericordia.

Grazie, Francesco.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*