EduCHANGE all’Istituto Comprensivo Assisi3

EduCHANGE all’Istituto Comprensivo Assisi3

EduCHANGE all’Istituto Comprensivo Assisi3 a Petrignano ASSISI – Serata di disseminazione del progetto EduCHANGE a Petrignano d’Assisi. L’Istituto Comprensivo Assisi3 con la collaborazione della Pro Loco di Petrignano ha incontrato il paese, i genitori e gli studenti per condividere un progetto che, alla sua prima annualità, ha già raggiunto obiettivi importanti.

Il progetto EduCHANGE, promosso dall’associazione AIESEC, prevede la partecipazione di volontari internazionali, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, alle attività didattiche della scuola. In collaborazione con gli insegnanti essi svolgono interventi in lingua straniera mirati a sensibilizzare gli studenti riguardo gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e le tematiche ad essi correlate.

Da lunedì 9 aprile, per sei settimane, il nostro Istituto ospita due studenti: Josué di 18 anni viene dal Messico, Estefanía di 23 anni viene dalla Colombia.

Entrambi stanno partecipando alle attività didattiche della scuola secondaria ed intervengono, per 25 ore a settimana, nelle lezioni di Lingua Inglese, Spagnolo, Tecnologia, Italiano e Storia & Geografia utilizzando la lingua inglese e lo spagnolo come veicolo della comunicazione.

La collaborazione con le famiglie degli studenti del nostro Istituto è stata fondamentale e ha reso possibile tutto ciò. I ragazzi, infatti, alloggiano presso famiglie per il periodo di permanenza in Italia e la loro presenza “in casa” rappresenta sicuramente un’esperienza formativa proficua sia dal punto di vista culturale che sotto il profilo linguistico.

Durante la serata sono state presentate le finalità del progetto da parte della referente dell’associazione AIESEC di Roma la quale ha anche portato la sua esperienza diretta con foto e commenti. Ci sono state le testimonianze dei due studenti volontari, Estefanía e Josué, i quali hanno affermato di essersi sentiti accolti con entusiasmo dalla comunità scolastica e hanno sottolineato il valore che questo tipo di esperienze porta nel percorso formativo e umano degli studenti.

Sono intervenuti anche gli insegnanti che collaborano più strettamente al progetto e le famiglie che stanno ospitando Estefanía e Josué. Alcuni interventi degli studenti presenti hanno rimarcato la validità dell’esperienza che stanno vivendo come momento di confronto e arricchimento sia dal punto di vista culturale che linguistico.

Era presente l’assessore alle politiche scolastiche del comune di Assisi Simone Pettirossi che, nel suo intervento, si è compiaciuto dell’iniziativa dell’Istituto Comprensivo Assisi3.

A conclusione della serata la dirigente dell’Istituto Comprensivo Assisi 3 dott.ssa Sandra Spigarelli ha evidenziato come progetti di questo tipo bene si coniugano con il carattere di internazionalizzazione che il nostro Istituto già da alcuni anni sta promuovendo attraverso esperienze di job shadowing con scuole europee e i progetti Erasmus+. Ha inoltre ricordato che il nostro Istituto prevede di riproporre questo progetto per gli anni futuri.

Siamo convinti che sia il momento adatto per mettere in azione una “educazione impegnata” in grado di far comprendere agli studenti che hanno la responsabilità di applicare le loro conoscenze e competenze in modo da rendere il mondo un posto migliore.

Crediamo che sia tempo di impegno attivo sui valori sanciti dalla nostra Costituzione, sui valori promulgati dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia, ma anche sugli Obiettivi Globali per lo Sviluppo sostenibile. C’è bisogno ovunque di rinnovate “passioni” e la scuola è il luogo adatto dove tutto ciò può avvenire.

Nel suo intervento Estefanía ha così esortato i partecipanti “ … la cosa più bella dell’apprendimento di un’altra lingua non è la lingua stessa, è aprire le porte dell’apprendimento a nuove culture, nuove persone, nuovi posti. Se non avessi imparato l’inglese non sarei qui e, se non avessi iniziato a imparare l’italiano, avrei perso l’opportunità di conoscere persone incredibili. Invito tutti voi qui a imparare nuove lingue con cura, non perché materie scolastiche, ma perché il linguaggio sarà sempre uno strumento efficace per crescere come persone e formarci come cittadini del mondo”.

Si ringraziano tutti i coloro che hanno partecipato e la Pro Loco di Petrignano nella veste della vice presidente Marta Freddii che ha contribuito alla riuscita dell’evento.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*