Matteo Salvini ad Assisi e Santa Maria per sostenere campagna elettorale Cosimetti 📸 FOTO

 
Chiama o scrivi in redazione



Matteo Salvini ad Assisi e Santa Maria, green pass, estenderlo? Non ne so niente

Green pass: Salvini, estenderlo? Non ne so niente “Non commento le ipotesi” afferma segretario Lega l’intervista di A. Valentini 🔴

Sull’ ipotesi di estendere il Green pass anche ai dipendenti statali e del settore privato, Matteo Salvini, stamani ad Assisi, ha risposto di “non saperne nulla”. “E non commento le ipotesi” ha aggiunto. “Quando ci sarà una proposta – ha detto ancora Salvini – la commenteremo. Le vignette sul Corriere della sera non sono ancora fonte di legge e quindi evito di commentarle”.

«Con la colazione che mi hanno messo davanti questa mattina, uovo e pancetta, capocollo, torta all’ananas, la mia dieta del lunedì è andata a farsi benedire». Non c’è che dire “arringa le folle” il Matteo Nazionale, quello della Lega, durante il suo intervento dal palco a Santa Maria degli Angeli. Il segretario leghista, oggi ad Assisi e Santa Maria degli Angeli, per sostenere la candidatura di Marco Cosimetti. «Quando mangio così – ha detto – sono ancora più convinto che dobbiamo vincere la battaglia per la difesa dei prodotti italiani nel mondo. Una battaglia che, da sola, la Lega sta portando aventi nel Parlamento Europeo per difendere i prodotti italiani». Gli strali verso Bruxelles sono stati scagliati anche da San Benedetto del Tronto, dove Salvini era ieri. Il segretario leghista ha messo sotto accuse norme, leggine e leggiuncole che strangolano chi fa una produzione id altissima qualità come l’Italia.

«Non è questa l’Europa che vogliamo – ha detto -, la domanda che mi hanno fatto i giornalisti è stata “Legga vuole lo ius solis”, nessun bambino deve rimanere fuori dalle classi. La scuola a distanza non è vita! Le cartelle esattoriali? Equitalia non può massacrare gli italiani dopo il covid».

Sul ddl Zan, ha ribadito le solite posizioni di distinguo s “genitore 1” e “genitore 2”, la parola “mamma” è la parola più bella del mondo. «La lega vorrà un assessore – ha detto – che si dovrà occupare di disabili, non ci devono essere più barriere per chi ha difficoltà e ha portato l’esempio di Milano, 3000 barriere architettoniche e ha “bacchettato” Stefania Proietti perché i soldi devono essere spesi per questioni che vadano a risolvere il problema dei cittadini».

 



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*