ASD Angelana 1930, i risultati del settore giovanile del 30 e 31 ottobre

 
Chiama o scrivi in redazione


 

ASD Angelana 1930, i risultati del settore giovanile del 30 e 31 ottobre

Mandano a referto un bel tris le formazioni regionali A1 nel week-end che saluta il mese di ottobre. La Juniores di Riccardo Rosselli si impone in rimonta per 3-2 sul Gualdo Casacastalda al termine di una gara che aveva preso una brutta piega, risolta dalla doppietta di Zea Valdes e dal gol di Fortebracci.


Fonte Ufficio Stampa
Asd Angelana 1930


Vittoria pesante anche per gli Allievi di Luca Cannoni, che superano 2-1 l’Orvietana offrendo una grande prova nei primi 45’. Per i Giovanissimi di Rodolfo Romeo ecco servita la terza vittoria consecutiva, stavolta ottenuta in casa della Vigor Nuova Gualdo Bastardo grazie alla rete allo scadere del neo entrato Azan. Impatta l’Under 16 di Luca Mattonelli sul campo della Pontevecchio, che era avanti 2-0 dopo un quarto d’ora. Primo hurrà stagionale anche per l’Under 14 di Davide Fioravanti, che passa per 4-3 in casa del Bastia in un derby sempre acceso. Infine l’Under 14 B di Diego Tartaro esordisce tra le mura amiche cedendo come era nelle previsioni al Pontevalleceppi.

 

  • JUNIORES A1 – UNDER 19 gir. A

ANGELANA – GUALDO CASACASTALDA 3-2

ANGELANA: Fantini, Rosati (1’ st Mazzoli), Biagioni, Zea Valdes (39’ st Ragusa), Albrigo, Jessiman, Sensi, Gallastroni (39’ st Simonini), Del Prete (20’ st Fagotti), Fermi (23’ st Michelotti), Fortebracci. A disp.: Turrioni, Mazzoli, Narretti, Barbacci. All.: Rosselli.

GUALDO CASACASTALDA: Fioroni, Menichelli S., Abdiji K., Kraiche (10’ st El Bahy), Menichelli A., Parlanti (41’ st Iodice), Bouaquil, Pantalissi (41’ st Marini), Scaramucci, Scassellati, Abdiji A. (26’ st Santini). A disp.: Fortini, Anastasi, Romenskyi. All.: Lodi.

ARBITRO: Dolci di Foligno.

MARCATORI: 21’ pt e 4’ st Zea Valdes (A), 23’ pt Scaramucci (G), 31’ pt Bouaquil (G), 22’ st Fortebracci (A).

NOTE: Espulso: 21’ st Menichelli S. (G) per doppia ammonizione.

  • CASTELNUOVO

Vittorie banali, quando mai? La Juniores è l’antitesi della noia: vince in rimonta, regalando spettacolo e complicandosi la vita come solo pochi sanno fare, anche perché dalla foga del voler riemergere a tutti i costi nascono poi prestazioni che restano impresse nella memoria, anche se un 3-2 non sempre rende bene l’idea. Eppure a Castelnuovo, non certo il terreno di gioco che più di altri esalta le qualità tecniche dei ragazzi di Rosselli, alla fine vien fuori l’ennesima piccola impresa.

Il Gualdo Casacastalda fa il suo, nel senso che sfrutta a dovere le chance che i giallorossi gli concedono per scappare all’intervallo avanti di un gol, ma nella ripresa l’Angelana si ricorda di essere la prima della classe e impartisce una piccola lezione, quanto basta per riprendersi i tre punti e tenere a debita distanza Pontevecchio e Fontanelle. Una gara da non sbagliare, però, stava nuovamente scivolando via di mano, complici un paio di disattenzioni che sarebbero potuto costare decisamente molto care. In realtà i giallorossi erano partiti forte, con Fortebracci subito pericoloso con una conclusione sfilata a lato di un soffio e Fermi che dalla distanza non andava lontano dal bersaglio.

Preludio al gol che arriva al 21’, con Zea Valdes che risolve una mischia in area con un bel piattone sugli sviluppi di una punizione calciata da Jessiman. Nemmeno il tempo di esultare che i gualdesi trovano prima il pari con Scaramucic, quindi addirittura il vantaggio con Bouaquil, che sfrutta un’indecisione in uscita di Rosati. Prima del riposo ci sarebbe spazio per rimettere le cose a posto, ma Del Prete di testa a porta praticamente spalancata spedisce la sfera a lato. Per assistere alla reazione, di nervi ma anche di gambe, basta attendere l’avvio di secondo tempo: angolo di Biagioni, incornata di Zea Valdes e parità ristabilita. Comincia una fase della gara a senso unico: Gallastroni, al solito molto mobile, si libera per la conclusione ma centra la traversa, Fortebracci e Fermi chiamano Fioroni a due interventi mica semplici che strappano applausi e qualche imprecazione. Anche Sensi costringe l’estremo difensore ospite agli straordinari, poi però al 22’ Fortebracci si accentra bene da sinistra e col piattone destro trova il tiro a giro col quale mette definitivamente la freccia. Nel finale non succede più nulla, col Gualdo ridotto in dieci (espulso Simone Menichelli per doppia ammonizione) e Rosselli un po’ arrabbiato con Del Prete, che non prende bene la sostituzione macchiando così l’ultima sua apparizione con la Juniores (in settimana finirà in prestito alle Viole). Missione compiuta, col brivido, ma al solito qui conta la sostanza.

COMMENTI La vittoria lo rinfranca, ma Riccardo Rosselli sa bene che non sono tutte rose e fiori. “Se devo guardare alla prestazione, tolti quei 10’ di blackout a metà del primo tempo credo che la squadra abbia fatto veramente bene, mettendo in campo la giusta cattiveria e l’atteggiamento che si addiceva al tipo di incontro. Poi è chiaro, il terreno di gioco non ci ha agevolati, ma n siamo comunque venuti a capo. Detto questo, abbiamo creato tanto ma realizzato poco, e soprattutto abbiamo concesso ancora due gol banali. Questo è un problema di cui tener conto: subiamo troppe reti e c’è necessità di invertire in fretta la rotta, altrimenti sarà dura mantenere questa andatura”.

PROSSIMO IMPEGNO Trasferta in Alto Tevere contro il sempre ostico Sansepolcro, formazione che è in lenta risalita dopo un avvio di stagione abbastanza complicato. Per i giallorossi, decisamente un esame bello tosto.

CLASSIFICA dopo 6/18 giornate: Angelana 15, Pontevecchio 13, Fontanelle 13, Castel del Piano 10, Tavernelle 8, Casa del Diavolo 7, V.A. Sansepolcro 7, San Sisto 5, Gualdo Casacastalda 5, Baldaccio Bruni 1.

 

  • ALLIEVI A1 – UNDER 17

ANGELANA – ORVIETANA 2-1

ANGELANA: Fantini, Dusi, Angeletti, Gaspardis, Roscini, Cuocolo, Galardini (22’ st Mancinelli), Pugliese, Lorusso (42’ st Mancini), Pagliuca (35’ st Narretti), Lo Gelfo (30’ st Masciotti). A disp.: Galli, Rossi Al., Rinaldi, Gaudenzi. All.: Cannoni.

ORVIETANA: Rossi, Lardani (1’ st Formiconi), Radicchio, Albani (20’ st Simoncini), Bellicioni (39’ st Piombarolo), Scopigno, Di Leo (1’ st D’Urso), Politella (11’ st Piscini), Giannotti (13’ st Zappone), Moracci, Di Marzio. A disp.: Tonelli, Pelliccia. All.: Valterio.

ARBITRO: Filipponi di Foligno.

MARCATORI: 11’ pt Lo Gelfo (A), 34’ pt Lorusso (A), 37’ st Di Marzio (O).

  • CASTELNUOVO

Ci voleva proprio una dimostrazione di forza. Queolla che l’Under 17 ha mostrato al cospetto di un’Orvietana per nulla sprovveduta, salita a Castelnuovo decisa a tornare a casa con qualcosa in mano, costretta però a cedere il passo a un’Angelana che per un’ora ha fatto tutto alla perfezione, salvo pagare dazio un po’ nell’ultima parte di partita alla stanchezza, ma senza rischiare più di tanto pur dopo aver visto Di Marzio riaprire la gara a 7’ dalla fine. Una prova convincente che consente ai giallorossi di allungare la striscia positiva (9 punti nelle ultime 5 giornate) e di confermare il trend già visto nelle precedenti uscite, sintomo che il lavoro fatto da Cannoni alla lunga comincia a pagare dividendi. E quella contro i biancorossi di Valterio era davvero una prova non di poco conto: squadra fisica e ben attrezzata, l’Orvietana soprattutto nel primo tempo ha fatto tanta fatica a opporre resistenza alle velleità dell’undici di casa. La cui partenza è stata decisamente a marce ingranate, ben evidenziata dal vantaggio firmato da Lo Gelfo dopo una decina di minuti di partita, lesto a ribadire in rete una corta respinta di Rossi su una conclusione dalla destra di Lorusso. A quel punto l’Angelana ha preso in mano le redini di un match a senso unico, collezionando un altro paio di palle gol prima di trovare il raddoppio proprio ad opera di Lorusso, che poco dopo la mezzora ha infilato Rossi dal centro dell’area di rigore dopo che Lo gelfo, sbucato da sinistra, aveva chiamato l’estremo difensore ospite all’ennesimo intervento riparatore. Un duello che è andato in scena anche prima dell’intervallo, con l’attaccante angelano che ha avuto la colpa di calciare un po’ troppo debolmente, favorendo la deviazione in corner del portiere avversario. Il 2-0 al riposo è parso fin troppo parco per le occasioni avute a disposizione, così nella ripresa l’Orvietana lentamente è riemersa dal torpore. Aumentando il forcing fino a trovare nei minuti finali il gol con Di Marzio in una situazione nella quale invero la difesa giallorossa si è fermata, credendo che il gioco fosse stato interrotto. Una sbavatura che avrebbe rischiato di costare cara, ma che non ha inficiato sul risultato in quanto nel restante scampolo di partita di pericoli per Fantini non se n’è visto alcuno. Dopo il triplice fischio animi un po’ accesi (specie da parte orvietana) e qualche urlaccio, ma nulla più. Per Filipponi di Foligno, però, un’occasione unica per usare il pugno duro: nessun colpevole individuato, 200 euro di multa a testa a ciascuna società. Qualsiasi commento è superfluo…

COMMENTI Alla fine Luca Cannoni può davvero dirsi soddisfatto di ciò che i suoi ragazzi gli hanno mostrato. “Una vittoria convincente, una prestazione importante al cospetto di una rivale davvero molto forte. Avevo chiesto alla squadra di proseguire nella striscia di risultati utili e non hanno tradito la mia fiducia. Siamo stati bravi nel primo tempo, giocando davvero con carattere e personalità e mostrando anche un’ottima qualità di manovra. Poi nella ripresa siamo un po’ calati e questo ha messo l’Orvietana nelle condizioni di provare a rimontare, ma in generale tutto è andato come doveva andare. È un bel segnale, spero che serva soprattutto a calmare le acque e a ritrovare compattezza e unione al nostro interno, che è ciò di cui abbiamo tutti più bisogno”.

PROSSIMO IMPEGNO Sulla carta è l’impegno più duro: il San Sisto viaggia a marce ingranate, in vetta alla classifica e (sin qui) apparentemente in grado di dire la sua contro qualunque avversario. Se Cannoni voleva una sorta di prova del nove, questa capita a pennello.

CLASSIFICA dopo 6/30 giornate: Cannara 15, San Sisto 15, Campitello 15, Castel del Piano 15, Orvietana 12, Narnese 10, Angelana 9, Bastia 9, V.A. Sansepolcro 9, Accademia Terni 8, Castiglione del Lago 6, Terni Est 5, Foligno 4, Atletico Gubbio 4, Pontevecchio 1, Olympia Thyrus 0.

 

  • GIOVANISSIMI A1 – UNDER 15

VIGOR NUOVA GUALDO BASTARDO – ANGELANA 0-1

VIGOR NUOVA GUALDO BASTARDO: Filippucci, Djemali, Auricchio, Di Caprio, Zhari, Malossi, Gazdaru, Burlarelli P., Nucciarelli (17’ st Shaini), Buccioli, Menghini F. (25’ st Grajdeanu). A disp.: Lepri, Ortolani, Lauriola, Marini. All.: Cesalini.

ANGELANA: Lamanna, Maranga (25’ st Bartolucci), Tarpanelli, Ziarelli, Palmioli, Martinoli, Natini (19’ st Fabbriccini), Cianetti, Betti (30’ st Azan), Franchi (28’ st Santarelli), Stoica. A disp.: Massaccesi, Crispolti, Simonelli. All.: Romeo.

ARBITRO: Costantini di Foligno.

MARCATORE: 34’ st Azan.

BASTARDO – Buttare il cuore oltre l’ostacolo, credere di arrivare alla meta finché c’è anche solo una piccola speranza per provarci. Ciò che l’Under 15 di Rodolfo Romeo ha saputo fare a Bastardo, ospite di una Vigor che pure, per quanto visto, non merita affatto l’ultimo posto in classifica. Una squadra coriacea che ha retto per 69’, ma che proprio quando lo striscione del traguardo era ormai a un passo ha visto cadere il castello, colpita dal neo entrato Karim Azan che ha trasformato in oro il primo pallone toccato. Una vittoria voluto a tutti i costi, complice anche la scelta rischiatutto di Romeo nella seconda parte di gara, quando pur di provare a non lasciare nulla di intentato ha schierato assieme contemporaneamente quattro attaccanti e mezzo. Una scelta coraggioso che alla fine ha pagato, ma certo l’Angelana le aveva provate a tutte nella prima metà di partita per venire a capo di un avversario che ha giocato col coltello fra i denti. Almeno 7-8 le palle gol nitide create dai giallorossi, sfortunati quando i tentativi di Betti e Stoica si sono stampati sui legni della porta avversaria, arrabbiati quando un paio di episodi in area avversari avrebbero meritato di essere sanzionati con un rigore, non a detta della giovanissima Noemi Costantini di Foligno. Che qualche errore l’avrà commesso, ma in fondo tutti possono sbagliare. Anche chi, come Betti e soprattutto Franchi, ha avuto un pallone a testa anche in avvio di ripresa per scardinare la muraglia eretta dalla formazione di casa. Un copione che pareva stregato, cui Azan a un tiro di schioppo dal triplice fischio ha posto rimedio, firmando una rete tanto preziosa quanto fondamentale per spingere lontano le vele giallorosse. Che dopo tre vittorie di fila hanno messo piede stabilmente nella parte sinistra della classifica, decisi a farci l’abitudine.

COMMENTI Una gara palpitante ha portato Rodolfo Romeo a fare scelte quanto mai azzardate. “Le cinque punte in campo nella ripresa? Avevamo costruito tanto nella prima parte di gara, senza riuscire però a trovare il gol. A quel punto mi sono detto: o la va o la spacca, se dobbiamo vincere proviamoci con tutti gli attaccanti a disposizione, anche a costo di rischiare di perdere. È andata bene, ma questo gruppo continua a tirare fuori risorse insospettabili e merita solo tanti, tantissimi elogi. Il fatto strano è l’essere riusciti a sbloccare il risultato solo a un minuto dalla fine, perché di occasioni ne abbiamo collezionate veramente tante. Eppure ritengo che questa Vigor non meriti affatto la posizione che occupa: chiunque verrà su questo campo, certo non avrà vita facile a portar via i tre punti”.

PROSSIMO IMPEGNO Altro giro al “Migaghelli”, stavolta avversario il San Sisto che in classifica segue a due lunghezze la formazione giallorossa. Sulla carta un match apertissimo, nella sostanza (si spera) l’ennesimo trampolino di lancio di un gruppo che pare aver capito come far girare al meglio la macchina.

CLASSIFICA dopo 6/26 giornate: Pontevecchio 18, Santa Sabina 14, Cannara 13, Angelana 12, Campitello 10, San Sisto 10, Castiglione del Lago 10, Don Bosco 10, V.A. Sansepolcro 9, Pontevalleceppi 4, Olympia Thyrus 4, Castel del Piano 3, Ducato 3, Vigor NGB 1.

 

CAMPIONATI SPERIMENTALI

ALLIEVI – UNDER 16 gir. B

PONTEVECCHIO – ANGELANA 2-2

PONTEVECCHIO: Guerci, Latini, Belia, Girolamini (33’ st Paoloni), Laassiri, Bavone, Gagliardini (20’ st Melaragna), Crescenzi, Passeri (33’ st Aceto), Rellini, Riommi (15’ st Grandolini). A disp.: Asllani, Barbarossa, Balducci, Persichetti. All.: Pedetta.

ANGELANA: Galli, Tartaro, Ronca, Rinaldi (25’ st Abbati), Masciotti, Gaudenzi, Ciambrusco, Mencarelli (25’ st Coratella), Caputo (28’ st Parini), Branda (20’ st Mariani Marini), Narretti. All.: Mattonelli.

ARBITRO: Cutrì di Perugia.

MARCATORI: 3’ pt Gagliardini (P), 15’ pt Rellini (P), 34’ pt Caputo (A), 5’ st Narretti (A).

NOTE: Espulso: 27’ st Masciotti (A) per doppia ammonizione.

PICCIONE – Magari tutte le partite fossero così. Belle, emozionanti, vibranti, ben giocate dall’una come dall’altra squadra. E alla fine c’è solo da applaudire i 22 in campo e chi ne ha preso il posto, perché a Piccione il 2-2 finale non ha offerto più di un punto ciascuno, ma ha detto che Pontevecchio e Angelana sono due signore squadre che meritano di stare al passo con le migliori. Per Mattonelli un esame superato, anche se i primi 20’ non sono stati certo i migliori dell’annata giallorossa. Costretti infatti a inseguire dopo appena 3’, complice il flipper innescato in area e risolto da Gagliardini, gli ospiti hanno un po’ faticato all’inizio per carburare. Merito, va detto, anche di una Pontevecchio che è partita alla grande, distribuendo palloni con continuità e dando la sensazione di poter essere padrona della partita. Una sensazione irrobustita al 15’, quando una sbavatura difensiva ha consentito a Rellini di battere a rete di testa da pochi passi, regalando il raddoppio ai rossoverdi. Ma è stato proprio quello l’episodio che in un modo o nell’altro ha finito per destare l’Angelana, che a quel punto ha mollato gli ormeggi, cominciando a rendersi decisamente pericolosa dalle parti di Guerci. Il quale prima si è dovuto disimpegnare su Caputo, quindi ha visto uscire di poco una botta al volo di Narretti. Al 34’ però nulla ha potuto il portiere ponteggiano sulla botta di Caputo, innescato da un bel lancio di Branda. Nella ripresa i giallorossi hanno approcciato ancora meglio, rinchiudendo la Pontevecchio nella propria metà campo e trovando immediatamente il pari grazie a Narretti, premiato da un ottimo scarico di Tartaro dalla destra. A quel punto Mattonelli ha pregustato il colpaccio: Caputo e Narretti, sempre loro due, hanno avuto un paio di opportunità per mettere la freccia, mentre alla mezzora sulla punizione dello stesso Narretti è stato Guerci a opporsi come meglio non avrebbe potuto. Nonostante l’espulsione di Masciotti, nel finale sono stati ancora i giallorossi a sfiorare la vittoria, prima con una conclusione del solito Narretti, quindi con una ripartenza vanificata prima che la palla potesse arrivare a Parini, pronto a involarsi a rete. Il 2-2 finale è comunque una buona dote: l’Under 16 per ora cresce decisamente bene.

COMMENTI La soddisfazione di Luca Mattonelli a fine gara è evidente: “Una partita bella, un risultato giusto e una dimostrazione di qualità e bel gioco da ambo le parti. La Pontevecchio ha avuto il merito di partire meglio e noi ci siamo fatti trovare impreparati. Quando però poi abbiamo cominciato a giocare, si è visto di che cosa siamo capaci. Alla fine avremmo anche potuto vincerla, dal momento che di occasioni ne abbiamo avute tante, ma dire che si può essere comunque contenti allo stesso modo”.

PROSSIMO IMPEGNO Un derby è sempre un derby. E a Ospedalicchio sabato alle 15,30 l’Angelana sa bene di dover fare i conti con una rivale decisamente tosta, benché partita male (subito ko. all’esordio). Gara da prendere decisamente con le molle…

CLASSIFICA dopo 2/18 giornate: San Sisto 6, Angelana 4, Pontevecchio 4, JC Magione 4, Castiglione del Lago 3, Castel del Piano 3, Ellera 1, Bastia* 0, Mantignana Montemalbe* 0, Madonna Alta FdC 0.

*una gara in meno

 

GIOVANISSIMI – UNDER 14 gir. C

BASTIA – ANGELANA 3-4

MARCATORI: 7’ Esposito F., 13’ st Stroe, 20’ e 32’ st Marracci.

OSPEDALICCHIO – Un derby palpitante finisce ad appannaggio dell’Under 14 di Davide Fioravanti, che la spunta nel finale contro un Bastia che le ha provate tutte pur di resistere alla voglia di riscatto della formazione giallorossa. Che dopo l’avvio stentato con il Santa Sabina ha subito cambiato registro: le reti di Francesco Esposito e Stroe, unite alla doppietta di Marracci, hanno consentito ai ragazzi classe 2008 di brindare al primo successo stagionale, e con pieno merito. Sabato prossimo (ore 18) all’antistadio del “Migaghelli” arriva la Don Bosco.

CLASSIFICA dopo 2/22 giornate: Santa Sabina B 6, Pol. C4 6, Umbertide Agape B* 3, Fulginium B 3, Montemorcino 3, Fulginium 3, Pontevecchio* 3, Angelana 3, Bastia 0, Don Bosco 0, Petrignano 0.

*una gara in meno

 

GIOVANISSIMI – UNDER 14 gir. B

ANGELANA B – PONTEVALLECEPPI 0-11

SANTA MARIA DEGLI ANGELI – Non è fortunato l’esordio casalingo dell’Under 14 B, che pur al netto di qualche innesto deve per forza di cose capitolare al cospetto di una squadra apparsa oggettivamente superiore. Il Pontevalleceppi, tra le compagini meglio attrezzate per la vittoria finale, non ha dato scampo ai pur volenterosi giallorossi, che hanno sfiorato a più riprese il gol, senza mai riuscire a trovare il modo per scardinare la retroguardia avversaria. Altri innesti sono attesi per le prossime uscite, nelle quali lentamente il lavoro dei tecnici Diego Tartaro e Daniele Bartolini è destinato a emergere, con un gruppo che pur sapendo di partire da una base svantaggiata rispetto alla concorrenza non ne vuol sapere affatto di mollare la presa.

CLASSIFICA dopo 2/22 giornate: Colombella PG Nord 6, Pontevalleceppi 4, V.A. Sansepolcro 4, Perugia 4, Virtus Sangiustino 3, Fontanelle 3, Trestina 3, Gualdo Casacastalda 1, Umbertide Agape 0, Atletico Gubbio 0, Angelana 0.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*