Opera laboratori fiorentini gestisce circuito museale anche servizio turistico

Un cambio importante dopo che la società si è aggiudicata l’affidamento in concessione dei servizi museali

 
Chiama o scrivi in redazione


Opera laboratori fiorentini gestisce circuito museale anche servizio turistico

Da ieri, 8 aprile, la società Opera Laboratori Fiorentini gestisce l’intero circuito museale della città, subentrando a CoopCulture, con il claim “Assisi-Serafica Bellezza”.

Un cambio importante dopo che la società si è aggiudicata l’affidamento in concessione dei servizi museali (Foro Romano, Pinacoteca, Rocca Maggiore e Domus di Properzio) e anche dell’ufficio informazioni e accoglienza turistica in piazza del Comune.

Opera Laboratori Fiorentini vanta un’esperienza ventennale e di qualità nella gestione di prestigiosi musei a livello nazionale, tra i quali si ricordano le Gallerie degli Uffizi (con cui la città di Assisi ha avviato dallo scorso anno una importante collaborazione iniziata con il progetto ‘Intorno a Francesco’ che ha portato in mostra ad Assisi l’opera “San Francesco riceve le Stimmate” della galleria fiorentina), la Galleria dell’Accademia, i Musei di Palazzo Pitti, il Parco Archeologico di Pompei, la Pinacoteca di Brera e il Complesso del Duomo di Siena.

La società dispone di un’organizzazione strutturata che copre tutti gli ambiti della gestione museale come la pianificazione e la realizzazione di progetti ed eventi culturali, i servizi di biglietteria e accoglienza, l’attività didattica e la comunicazione, la sorveglianza e l’assistenza alla visita dei musei e delle collezioni e la progettazione e l’allestimento, anche multimediali, per le mostre.

Per quanto riguarda il personale, Opera Laboratori Fiorentini ha assorbito tutti i 12 dipendenti di CoopCulture, come ampiamente auspicato dall’amministrazione riconoscendone la professionalità e l’esperienza accumulate in questi anni.

Al piano inferiore della Pinacoteca Comunale il nuovo concessionario ha attrezzato un bookshop con libri, anche per i più piccoli, riguardanti la città di Assisi e tematiche religiose e una linea di merchandising con materiale stilizzato e caratterizzato dal logo “Assisi-Serafica Bellezza” come borracce, shopper, segnalibri, guide e mappe.

Poi, sempre nei locali della Pinacoteca, Opera Laboratori Fiorentini ha intenzione di proporre mostre temporanee tematiche, laboratori e campus dedicati ai giovani artisti emergenti a livello nazionale e internazionale che avranno la possibilità di esporre le proprie opere e anche campus estivi sulla storia dell’arte per piccoli e adulti.

Per quanto riguarda l’accoglienza turistica presso lo Iat, il nuovo gestore si impegna a offrire servizi innovativi per la comunicazione e iniziative specifiche per ottimizzare il rapporto con gli utenti, del resto proprio l’ufficio in piazza del Comune rappresenta uno dei punti di forza dell’offerta culturale e turistica della città di Assisi perché è il front office con i turisti e quindi il luogo dove si dispensano conoscenze e informazioni sul patrimonio culturale, storico, monumentale, spirituale e paesaggistico della Città Serafica e del territorio comunale.

Il mandato dell’amministrazione comunale affidato a Opera Laboratori Fiorentini è la valorizzazione la rete civica museale, dei beni e degli eventi di Assisi e delle frazioni al fine di veicolare il più possibile il brand della città.

All’avvio della nuova gestione il sindaco Stefania Proietti, l’assessore al turismo Fabrizio Leggio, il consigliere comunale Isabella Fischi e il responsabile dell’Ufficio turismo Giulio Proietti Bocchini hanno incontrato il direttore dell’Opera Laboratori Fiorentini Daniele Petrucci e il referente della società per il Centro Italia Luigi Mammoccio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*