Isuc, diritto e dignità delle Lavoranti dal 1822, convegno al Serafico

I docenti interessati possono iscriversi all'iniziativa di formazione tramite la piattaforma del Ministero

Isuc, diritto e dignità delle Lavoranti dal 1822, convegno al Serafico

Isuc, diritto e dignità delle Lavoranti dal 1822, convegno al Serafico

ASSISI – Lunedì 5 marzo ad Assisi, in via Guglielmo Marconi 6, presso l’Istituto Serafico, si terrà un importante incontro dal titolo: Diritto e dignità delle Lavoranti dal 1822.  Alle ore 16.30 aprirà i lavori il prof. Mario Tosti, presidente dell’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea; seguirà le relazione di di Francesca Di Maolo, direttrice della Scuola socio-politica “Giuseppe Toniolo”, dal titolo: “Assisi e la storia del Diritto del Lavoro” e quella di Carla Arconte dell’Isuc: “Donne e lavoro in Umbria nel lungo Novecento”. Chiuderà il pomeriggio Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi, parlando di “Lavoro e dignità della Persona”. Precederà, alle ore 15.30, un laboratorio di storia con i docenti interessati.

E’ questo infatti anche il primo di quattro incontri che costituiscono il percorso formativo con insegnanti di Scuola secondaria dal titolo: “Assisi 1822. Lavoranti manifatture fabbrica”, organizzato dalla Sezione didattica dell’Isuc in collaborazione con “Assisium” e con i comuni di Nocera Umbra, Assisi, Bastia Umbra. La filosofia che lo ispira è quella di mettere a tema nella scuola una riflessione sull’idea stessa di lavoro in un momento di particolare difficoltà occupazionale, a partire dalla storia di attività produttive nei territori.

Ad una prima giornata in cui verranno affrontati i caratteri generali della questione seguiranno altre in cui si parlerà Fabbrica degli Aghi di Assisi, una realtà produttiva funzionante dal 1822 che dava lavoro a un centinaio di giovinette; della storia dei Bagni di Nocera, delle Terme di Centino e delle loro possibilità di rilancio occupazionale; della storia della “Petrini” con le sue strategie d’innovazione produttiva e di comunicazione sul versante dell’Industria dell’alimentazione. Tutti gli incontri sono aperti alla cittadinanza. I docenti interessati possono iscriversi all’iniziativa di formazione tramite la piattaforma del Ministero: SOFIA o direttamente durante il pomeriggio di studio del 5 marzo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*