Il Comune di Assisi aderisce a “M’illumino di meno 2022”

 
Chiama o scrivi in redazione


Il Comune di Assisi aderisce a "M'illumino di meno 2022"

Il Comune di Assisi aderisce a “M’illumino di meno 2022”

L’amministrazione comunale di Assisi partecipa a “M’illumino di meno 2022”, l’iniziativa di sensibilizzazione ambientale promossa dalla trasmissione radiofonica Rai Radio Due “Caterpillar” e da Rai per il sociale, giunta alla sua diciottesima edizione.


da Ufficio Stampa
Città di ASSISI


Domani, 11 marzo, dalle 19 in poi saranno spente le luci della Rocca Maggiore, monumento simbolo della città, ma resteranno accesi i colori della bandiera dell’Ucraina perchè in questo particolare e doloroso momento storico l’amministrazione vuole mantenere, anche visivamente, la vicinanza a chi è vittima della guerra.

Sono tantissime le adesioni a “M’illumino di meno 2022″ di enti pubblici, aziende e privati, infatti tutta Italia si stringe attorno al tema del risparmio energetico e dell’adozione di uno stile di vita sostenibile verso una più completa transizione ecologica ed energetica.

“L’adesione dell’amministrazione comunale – ha affermato il sindaco Stefania Proietti – a “M’illumino di meno” anche quest’anno è di piena convinzione e in coerenza con i valori che ogni giorno da Assisi, capitale dell’ecologia, si trasmettono in tema di tutela dell’ambiente. Lo spegnimento delle luci rappresenta un gesto simbolico e attuale perché mette al centro questioni oggi più che mai importanti come il risparmio energetico, gli stili di vita sostenibili e i cambiamenti climatici.  Come amministratori dobbiamo impegnarci sempre di più per sensibilizzare le nostre comunità su emergenze come queste , su come migliorare la qualità della vita facendo attenzione a non maltrattare la natura, a usare più rispetto per l’ambiente. Non dimentichiamo che questi temi sono direttamente connessi ad altri aspetti, come quelli sociali ed economici, e lo stiamo vedendo in questi giorni con la guerra in Ucraina, pertanto non dobbiamo smettere assolutamente di spendere le nostre energie per lanciare messaggi sopratutto alle nuove generazioni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*