Raccolta differenziata dei rifiuti, arrivano i primi risultati positivi

cartelloraccoltadifferenziata(assisoggi.it) ASSISI – La raccolta differenziata continua a crescere nel territorio di Assisi. Un motivo di soddisfazione per l’intero Comune e, in particolare, per l’assessore Antonio Lunghi anche in considerazione dell’introduzione, da tre mesi a questa parte, del nuovo servizio porta a porta, introdotto in via sperimentale dall’amministrazione comunale.
«Sono tre mesi – spiega l’assessore Lunghi – che è partito il nuovo servizio porta a porta che coinvolge circa l’80 % della popolazione
del Comune di Assisi. I dati provvisori dicono che siamo arrivati al 40% di raccolta differenziata dal 30 che eravamo nei primi mesi
dell’anno. Abbiamo migliorato di circa 10 punti anche se il traguardo del 65% è ancora lontano. Ci siamo dati l’obbiettivo di raggiungere stabilmente il 50% entro la fine dell’anno ed il 65% entro la fine del 2014».
Per fare questo, però, sono necessari alcuni nuovi accorgimenti sia da parte dei cittadini che dell’amministrazione comunale.
«Innanzi tutto – aggiunge Lunghi  bisogna avere un’esatta situazione del servizio svolto e dei risultati delle tre macro aree in cui è diviso il servizio. In questo modo sarà possibile anche individuare le strategie da adottare per superare i vari ostacoli». Poi, bisogna lavorare anche sulle zone in cui non è stato esteso il servizio della raccolta differenziata. In che modo? Semplicemente razionalizzando il servizio di raccolta dell’indifferenziato cercando di eliminare il più possibile i punti critici. Ma anche il progetto del porta a porta può nascondere alcune insidie. Ad esempio per quanto riguarda l’indifferenziato inoltre, la raccolta verrà effettuata una volta alla settimana in modo da ridurre i disagi per li utenti. Novità da studiare anche per quanto riguarda i condomini. «Stiamo pensando – ha aggiunto l’assessore Lunghi – di rivedere il progetto abbandonando il sistema di smaltimento attraverso contenitori». Ma non solo. Il servizio non è destinato a fermarsi qui. Vista l’importanza della raccolta porta a porta, e gli ottimi risultati che ha portato per il Comune di Assisi, si sta pensando di estendere il servizio alle zone non servite facendo grande attenzione a quelle industriali.

Infine, nelle intenzioni del Comune, c’è anche quella di migliorare il servizio dell’isola ecologica introducendo il servizio di smaltimento dei detriti edili prodotti dai privati «Stiamo pensando – conclude Lunghi – ad una nuova campagna di sensibilizzazione su come deve essere svolto il servizio attraverso tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*