Nuova tassa Saba parcheggi, Confcommercio e Federalberghi

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi Parking Low Cost, da oggi per i residenti parcheggio costa la metà

Nuova tassa Saba parcheggi, Confcommercio e Federalberghi

furiosa Non basta che facciano la loro parte per limitare il traffico accogliendo i turisti con i loro mezzi nei parcheggi di proprietà del Comune. Ora, per la sosta di pochi minuti – il tempo di far salire sulle navette i turisti, ed i loro bagagli, che pagano regolarmente il parcheggio, per portarli verso i rispettivi hotel – gli imprenditori di Assisi si sono visti proporre da Saba Italia, azienda che ha il monopolio della gestione dei parcheggi ad Assisi, una convenzione capestro, ritenuta inaccettabile.

“Riceviamo da giorni segnalazioni e proteste da parte dei nostri associati”, dicono i responsabili di Confcommercio Assisi e Federalberghi Vincenzo Di Santi e Simone Fittuccia. “A tutti sta arrivando una mail inviata da Saba Italia relativa a una nuova convenzione per il carico e scarico dei clienti e dei loro bagagli diretti alle strutture ricettive nelle aree di sosta riservate dei parcheggi comunali in convenzione alla stessa società. Naturalmente la convenzione proposta ha un costo: 200 euro annue per ciascun pass”.

Confcommercio Assisi e Federalberghi contestano alla società Saba, nel modo più categorico, la richiesta di questa convenzione e chiedono al Comune di Assisi, in quanto proprietario dei parcheggi, di tutelare gli imprenditori nei confronti di chi ragiona solo in maniera ragionieristica per fare cassa.

“Siamo stanchi di tasse e balzelli! La proposta di questa convenzione – affermano Di Santi e Fittuccia – non è ricevibile e il Comune ci deve affiancare in questa battaglia.

Il mondo ricettivo offre un servizio di accoglienza ai turisti che scelgono la città di Assisi: li ricevono al loro arrivo caricando i loro bagagli ed evitano di far circolare inutilmente le auto dei turisti in città, si mettono a disposizione con i propri mezzi e a proprie spese. Non può accettare un ulteriore balzello!”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*