Assisi al voto, dove sono finiti gli ideali, la preparazione, la vicinanza con l’elettorato

Ben venga una partecipazione di protagonisti per contribuire molto più di tanti dibattiti, tavoli o incontri ristretti

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi al voto, dove sono finiti gli ideali, la preparazione, la vicinanza con l'elettorato

Assisi al voto, dove sono finiti gli ideali, la preparazione, la vicinanza con l’elettorato

di Giorgio Bastianini
Noi cittadini di Assisi, nel prossimo autunno andremo a votare per il rinnovo del Consiglio Comunale e Sindaco. Da notizie di stampa e voci di stanze riservate, i partiti e movimenti politici “tradizionali” non si smentiscono mai. È noioso assistere alle loro “beghe” interne, alla spartizione del potere in base al peso politico di questo o quell’altro. Poi alcuni cercano di prendere le distanze per qualche voto in più ( lo smarcamento). La politica cresciuta nei social, sulle piattaforme, nei sondaggi, nel trasformismo con personaggi esasperati da individualismo in cerca di elettori per uso proprio.

Dove sono finiti gli ideali, la preparazione, la vicinanza con l’elettorato, anzi sempre più distanza dalla società Reale e dalle persone. Amici miei, questa è la vera crisi della politica.

Ci siamo fidati dei vari “CAPI politici di turno che con la promessa di cambiamento epocale, in buona fede, abbiamo sostenuto e dato fiducia, mentre il cambiamento è avvenuto solo per loro e congiunti. Nel dialogo tra politici c’è una tale abbondanza di tutto e del contrario di tutto, alcuni confondono lo stare al governo come stare all’opposizione.

Rivendicano a proprio vantaggio solo le cose buone, mentre per le cose fatte male le colpe ricadono su altri. Se guardiamo la politica Nazionale (quasi) tutta unita ci accorgiamo in questo momento che sono tutti bravi e buoni nel concordare con l’attuale Presidente del Consiglio, anzi precisano che il lavoro che viene fatto non è altro che ciò che volevano realizzare loro, però hanno preferito il detto

  • VAI AVANTI TU, CHE A NOI VIENE DA RIDERE

meditate gente. Riprendiamo la strada verso il voto amministrativo di Assisi, ben venga una politica di presenza civica. Ben venga una partecipazione di protagonisti per contribuire molto più di tanti dibattiti, tavoli o incontri ristretti.

  • IDEE PER IL POTERE E NON L’IDEA DI POTERE.

Liberi cittadini giovani anziani percorriamo una strada di politica Civica che, a mio parere, con la collaborazione di tutti, il dialogo, il contatto umano, la fiducia e semplicità ci permetterà di essere vincenti . Dobbiamo, perciò, chiedere il coraggio ai vari interpreti della politica locale di allargare, svoltare per una politica “DEI CITTADINI” uomini e donne, e creare un’alternativa di valori per restituire qualità alla politica e alla vita. CORAGGIO, IMPEGNO E VOLONTÀ.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*