Bastioli e Proietti, due donne per contrastare Tesei alle elezioni regionali

Bastioli e Proietti, due donne per contrastare Tesei alle elezioni regionali
Stefania Proietti

Bastioli e Proietti, due donne per contrastare Tesei alle elezioni regionali

Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti potrebbero puntare sull’amministratore delegato di Novamont e presidente di Terna come governatore dell’Umbria. Lo scrive oggi il Fatto Quotidiano. Catia Bastioli, 62 anni, originaria di Foligno, sarebbe quel nome civico chiesto da Luigi Di Maio nella lettera di domenica a La Nazione in grado di mettere d’accordo i giallorossi.

Il leader grillino, prima di partire, ha recapitato a Zingaretti i nomi di due donne per contrastare la candidata della Lega Donatella Tesei: Bastioli e la sindaca di Assisi, Stefania Proietti. Il capogruppo del M5S Francesco D’Uva, ieri pomeriggio alla Camera, ha proposto i nomi al suo omologo del Pd Graziano Delrio. Bastioli ha calcato il palco della Leopolda di Renzi per parlare di temi ambientali. Nel novembre di un anno fa è stata elogiata da Beppe Grillo sul proprio blog.

«Bastioli è un nome di alto profilo. Vediamo nelle prossime ore ma una cosa mi sento di dirla: magari il M5S ci proponesse lei…». Sono le parole del commissario Walter Verini in risposta al Fatto.

Il sindaco di Assisi, invece, non la ritiene all’altezza perché “troppo locale” – ha detto Verini – e poco conosciuta «inferiore al nostro candidato Andrea Fora». Bastioli invece riscuote il consenso del Pd e piace anche ai 5 Stelle.

PD e M5S nelle prossime ore proveranno a chiudere la trattativa su Bastioli e a quel punto potranno partire le liste. Gli iscritti al M5S residenti in Umbria oggi saranno chiamati a votare sulla piattaforma Rousseau per le “Regionarie”, la selezione dei candidati al Consiglio regionale. La favorita è Maria Grazia Carbonari, la consigliera regionale uscente.

 

7 Commenti

  1. Quindi ci sembra di capire che una eventuale candidatura del nostro amato Sindaco sarebbe una scelta di ripiego. Non è ritenuta all’altezza? Se tutti rinunciano alla fine rimarrebbe la Proietti. Io la considererei un’offesa. Verdini si permette di dire “troppo locale”….e lei sindaco continua a governare con certa gente? Contenta lei…..

  2. Pur di sedere in Regione, dubito come Presidente, semmai come consigliere, per uno stipendio da favola, la Pulzella della Costa di TREX, farebbe anche il ruotino di scorta, al ruotino di scorta…
    “Parigi val bene una Messa!!”
    Poi della coerenza, del resto, chi se ne frega.
    Pecunia non olet.

    • Attenzione, darei uno sguardo all’art. 595 c.p.
      Torno a sostenere che Gilberto Govi, nell’impersonare il tipico personaggio genovese, Giobatta Parodi, commerciante di merluzzo, abile negli affari ma di orizzonti un po’ limitati, era divertente e scanzonato, molto meno gli attuali sedicenti Giobatta Parodi.

    • Naturalmente non conoscendo la persona parla di se stesso, di cosa farebbe in questo frangente, di quale è la filosofia che la anima, da noi c’è un proverbio che dice “corpo male usato quel che fa gli viene pensato”
      Pace, tanta pace

  3. Lei caro Migliosi politicamente è uno dei servetti sciocchi più sciocco che io abbia mai conosciuto. E ne ho conosciuti tanti mi creda…su..un po di amor proprio Migliosi….

  4. Alcune riflessioni vanno fatte:
    – Ma tre giorni fa la Proietti non aveva detto a mezzo comunicato che nessuno l’aveva contattata? In tre giorni hanno definito tutto. Per la serie o ci prendono per i fondelli e qualcuno mente oppure sono dei geni. Io lampade magiche non ne vedo.
    – Ma la Proietti non era dei 5 stelle, poi civica del pd, poi del pd? Cioè in 4 anni la Sindaca ha cambiato casacca almeno 3 volte.
    – Giudichiamo la nostra Sindaca dalla cose concrete: io sinceramente in 3 anni di gestione comunale tutti questi miglioramenti non ne vedo. UniversoAssisi sembra fallito miseramente, la fiera dei cammini è dispersa ed altre attività culturali ecc. sembrano lasciate allo sbando.
    – Ultimo e non importante la “moria” di assessori..

  5. Già ma l’onestà intellettuale da parte di qualcuno fa un po’ difetto. Ma non importa. Gli elettori non sono così stupidi come qualcuno può pensare.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
29 + 23 =