Strana coincidenza o insinuazione strumentale? Nota in risposta a Moreno Fortini

 
Chiama o scrivi in redazione


Strana coincidenza o insinuazione strumentale? Nota in risposta a Moreno Fortini

Strana coincidenza o insinuazione strumentale? Nota in risposta a Moreno Fortini

di Paolo Lupattelli

Se il consigliere Moreno Fortini avesse avuto un poco di pazienza e avesse aspettato qualche minuto probabilmente avrebbe evitato di pubblicare la nota accusatoria uscita tra ieri sera e questa mattina. A meno che questa comunicazione non sia stata concepita come mera strumentalizzazione di un episodio tanto banale quanto di semplice risoluzione. Tuttavia essendo stati tirati in causa riteniamo necessario chiarire come si sono svolti i fatti.

Come Partito Democratico di Assisi abbiamo voluto (ri)programmare l’incontro del 6 settembre alle 21 presso la Pro Loco per portare i cittadini a conoscenza di tre progettazioni che sono attualmente a diversi stati di avanzamento (“Campogrande”, zona industriale e area scuola). Abbiamo ritenuto di dover organizzare questo appuntamento in quanto sarebbe stato impossibile concentrare una dettagliata spiegazione di questi argomenti in un’unica serata, quella prevista successivamente quando la coalizione a supporto di Stefania Proietti incontrerà i cittadini a fine settembre. Una data e una location erano stati individuati ormai da diverse settimane e molte persone erano già state avvisate che si sarebbe svolto questo incontro (aziende della zona industriale nonché i consorziati di “Campogrande” ma anche molti altri).

Nel momento in cui abbiamo iniziato a diffondere le locandine per le attività del paese (lunedì mattina) ci siamo accorti che era presente una (una sola) locandina riguardante l’incontro del candidato Cosimetti, che si sarebbe dovuto svolgere in concomitanza. Il nostro primo pensiero non è stato “ora scriviamo un comunicato e lanciamo accuse strumentali”, perché avremmo potuto farlo visto che sono settimane che stiamo lavorando a questo appuntamento, ma già ieri (martedì) ci siamo preoccupati di togliere le varie locandine e riprogrammare l’incontro perché non è nostra intenzione animare la bagarre elettorale e riteniamo corretto che i cittadini possano ascoltare tutte le forze politiche che si affronteranno nella campagna. Speriamo che da qui in avanti ci si possa confrontare su temi e progetti perché da un politico navigato come il consigliere Fortini ci aspettiamo qualcosa di meglio che uno sterile battibecco su un problema mai nato.

Ci preme tuttavia sottolineare un brutto fatto. Siamo venuti a conoscenza che alcune delle locandine lasciate nelle varie attività sono stato strappate e buttate via. Non conosciamo il colpevole. Gradiremmo tuttavia che la stessa correttezza e integrità che stiamo adottando specialmente in questo periodo di campagna elettorale venga rispettata e ricambiata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*