Toto assessore turismo e cultura, interviene Francesco Mignani di “Scelgo Assisi”

Toto assessore turismo e cultura, interviene Francesco Mignani di "Scelgo Assisi"
Francesco Mignani

da Francesco Mignani
Toto assessore turismo e cultura, interviene Francesco Mignani di “Scelgo Assisi“. Questa la proposta per risolvere definitivamente la precarietà della guida del settore cultura/turismo della città Serafica, da parte del già assessore Francesco Mignani e rappresentante politico del movimento “ Scelgo Assisi”. Un Assessorato, quello con le deleghe di turismo/cultura, da assegnare a chi coltiva da anni la CULTURA della RELAZIONE. Questa la nostra idea. Il Progetto della attuale amministrazione di affidare l’incarico ad un “presunto” esperto del settore, Guarducci ,è miseramente fallito. Tante risorse economiche buttate, niente idee per la stagione in corso e per quelle a venire: nessuno Parla più di “Universo Assisi” e del piano Marketing per cultura e turismo, gli albergatori ed i commercianti sono sconcertati e senza a alcun punto di riferimento in una stagione turistica che non presenta segni di ripresa.

Instabook dell’ex assessore

Come probabile consolazione ci resta l’imminente uscita dell’instabook dell’ex assessore, che tutti attendiamo con trepida attesa, all’insegna che “al peggio non c’è mai fine”. Grande scoramento e danni economici irreparabili anche negli altri settori e nessun segno di sostegno alle imprese in difficoltà. Sono evidenti le increspature di questa amministrazione, che fa scelte di uomini e azioni in modo non razionale, oserei dire provinciale, dilettantesca.

Leggi anche: Assisi, tutti aspettano la nomina del nuovo assessore

Poichè vogliamo VERAMENTE bene ad Assisi riteniamo necessaria una svolta : perchè non vi è garanzia che tra le persone che verranno individuate ci sia una figura con una esperienza a tutto tondo, sia nel campo della cultura e del marketing, o che sia esperto di sistemi di comunicazione e allo stesso tempo capace di conoscere le interazioni socio/dinamiche che si muovono tra le componenti relazionali del territorio.

In questa ottica, suggerisco di nominare come FUTURI ASSESSORI, un nucleo di persone che si occupano da anni di attivare processi socio/culturali in grado di smuovere interesse e fungere da forti attrattori. Può anche apparire una PROVOCAZIONE, del resto non siamo abituati a rapportarci con politici creativi. Fossilizzati nelle logiche di spartizione di poltrone, tra ripicche e veti incrociati, difficile aspettarsi un coup de theatre, tale da anteporre prima di tutto l’interesse per la città, per chi ci vive o ci lavora, a quello personale. Che l’incarico allora sia affidato ai GRUPPI SOCIAL attivi nostro tessuto.

I Social e il toto assessore

Parliamo dei SEI di ASSISI SE…. e SEI de J’ANGELI SE… (ma anche di ALTRI SOCIAL non da meno importanti) che da anni costituiscono a quell’humus vitae del fare delle persone, spina dorsale del tessuto assisano ed elemento creativo dei quali abbiamo avuto modo di constatare il grande dinamismo e la grande vitalità e verso i quali nutriamo il massimo rispetto e la massima considerazione. Lungo l’elenco del perché della VALIDITÀ di questa proposta. Questi gruppi sono nati con una finalità spontanea e libera da vincoli di schieramento e di partito ,si riconoscono per appartenenza territoriale, via internet: piattaforme dove attraverso dei focus sono presenti ampie discussioni e dibattiti e sono sempre pronti ad incontrarsi fisicamente per adoperarsi per il bene del Territorio di Assisi.

E’un esempio di cultura digitale innovativa

E’un esempio di cultura digitale innovativa , non ancora compresa e valorizzata nella sua portata. L’Eterogeneità dei rappresentanti è garantita sotto tanti punti di vista; anagrafica, status lavorativo, culturale, professionale: Gente vicino alla Gente in grado di comunicare tra loro interpretando le più svariate esigenze. Tantissime le iniziative singole e congiunte organizzate dai gruppi social e tutte sempre altamente partecipate. Beneficenza, salute, ecologia, valorizzazione del patrimonio storico, tutela di quello artistico, spettacoli , conviviali, folclore, rappresentazioni, mostre. Sempre grande l’aspetto collaborativo esercitato con gli enti pubblici e le altre associazioni, in primis le Pro Loco.

Attenzione alle persone e al territorio, fatto in modo gratuito, disinteressato, finalizzato al bene e al bello. Attivi ed interattivi, Esperti di comunicazione e di comunicazione di massa, i gruppi social rendono reali i loro sogni attraverso la rete, come nessun altro apparato comunale o nessun altra singola persona sia in grado di attivare, raggiungendo attraverso questa, case, coscienze e conoscenza. Da sempre autofinanziati, potrebbero amplificare la loro azione e dare luogo ad una vera rivoluzione socio/culturale, utilizzando la rete, in particolare nel campo del web-marketing, con meno di un terzo delle risorse messe sinora a disposizione per la promozione e l’incaming turistico. A tale proposito credo che il loro know-how tecnico ci avrebbe già consentito la realizzazione di un portale innovativo, di tutti beni artistici, archeologici, culturali del nostro territorio, cosa che stiamo ancora attendendo da questa amministrazione.

LA PROPOSTA É SERIA, ma immagino difficilmente verrà presa in considerazione.

Nell’attesa di conoscere il nuovo “sospirato” assessore del settore turismo/cultura, frutto degli stantii compromessi politici, e di verificarne le effettive competenze mi auguro che sia persona del territorio che abbia dimostrato di voler bene allo stesso. Se così non fosse, visto che Assisi e stanca dei teatrini e di scelte inopportune, chiediamo che si riparta, dalle cose semplici, dal sapere delle persone, dai rapporti umani, dalla collaborazione fatta dal basso e in modo trasparente,trasversale ed originale. Questi gli elementi che sono in grado di far ripartire Assisi, valori che ad oggi, solo i GRUPPI SOCIAL per loro imprinting sono in grado di rappresentare. A buon intenditor..

2 Commenti

  1. Coerenza Francesco ci vuole coerenza. Ho letto con interesse il Tuo intervento e quasi quasi commentavo tra me e me: “una bella proposta innovativa e provocatoria”.
    Terminando però di leggere l’articolo sono arrivato in fondo pagina e ho riletto (non me lo ricordavo francamente associandoTi ad una persona con idee di Destra) il tuo intervento di allora a favore della Signora Stefania PROIETTI al ballottaggio.
    Per i lettori riporto con copia incolla

    “Francesco Mignani aderisce al progetto di Stefania Proietti
    Francesco Mignani, in qualità di candidato sindaco della città di Assisi per le liste Scelgo Assisi e Movimento Giovani per Mignani, aderisce al progetto civico della candidata sindaco Stefania Proietti. “Il cambiamento, l’innovazione e la trasparenza del programma della Proietti ci hanno convinti a sostenere la sua proposta. Ci sentiamo pertanto in dovere di schierare il nostro movimento civico a favore di una persona coraggiosa che con noi condivide obbiettivi comuni per il governo della città. Mettiamo a disposizione sua e dei cittadini il nostro risultato elettorale nella speranza che questo porti alla vittoria e ad una comune e congiunta assunzione di responsabilità.

    La candidata sindaco Stefania Proietti, che sfiderà al ballottaggio Giorgio Bartolini, candidato di Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia il prossimo 19 giugno, ha accolto con favore l’adesione al progetto civico da parte delle liste Scelgo Assisi e Movimento Giovani per Mignani: “L’adesione di Francesco Mignani e delle sue liste al nostro progetto civico consentirà di mettere in pratica gli obiettivi programmatici comuni con particolare attenzione alle tematiche sociali, di tutela dell’ambiente, di legalità, di lavoro per i giovani e di educazione per le generazioni future. Tra le prime azioni che intraprenderemo, in linea con quanto affermato anche da Francesco Mignani in campagna elettorale: la riqualificazione del plesso sportivo degli Ulivi, del teatro Metastasio, del parco Regina Margherita, della zona EST di Assisi e la immediata richiesta di fondi per la realizzazione del palazzetto dello sport in Santa Maria degli Angeli. Auspichiamo che anche grazie al suo aiuto e a quello del suo elettorato che ci sosterrà, il nostro progetto possa divenire realtà per Assisi”.

    No comment…..

  2. Allora mi domando e …. ti domando a cosa serve andare a votare? A cosa servono coalizioni progetti e programmi sottoposti al giudizio del cittadino? Mi pare che stai proponendo una soluzione di anarchia alla “volemose bbene” troppo facile caro Francesco parlare così quando si è all’opposizione!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*