📰 Rassegna stampa 📰 – Pista ciclabile Rivotorto conclusa senza contenziosi

 
Chiama o scrivi in redazione


Pista ciclabile conclusa senza contenziosi

Assisi, il consigliere Pastorelli: «L’impresa riprenderà presto i lavori che porteranno al rifacimento di 300 metri del fondo stradale»

Minoranze all’attacco del sindaco, Guarducci, Critiche ingeneroseRIVOTORTO – «Mi sono battuto per evitare contenziosi e per andare alla conclusione del tratto di ciclabile Rivotorto – Santa Maria degli Angeli; il riscontro è positivo e verranno effettuati gli interventi necessari per concludere l’opera». Stefano Pastorelli, consigliere regionale e responsabile della Lega per il comprensorio Assisi-Bastia Umbra, ha trovato la quadra per un lavoro che si trascina da anni e che è molto atteso dagli appassionati delle due ruote, dello sport in generale e dalla gente della zona. Tracciato (di circa due chilometri, ma parte conclusiva di quello ben più ampio Spoleto-Assisi) non completato, ma subito assai frequentato sia da ciclisti sia da pedoni e amanti delle attività sportive all’aria aperta e in sicurezza. Con tanto di successive chiusure, con transenne e appositi segnali che, in verità, non scoraggiano più di tanto dall’utilizzarlo.
«Ho avuto contatti con il Consorzio della Bonificazione Umbra, con la Regione Umbria e con l’impresa esecutrice dell’opera, ho portato questi ‘attori’ a un ‘tavolo’ per un confronto, giungendo a una soluzione – spiega ancora il consigliere regionale Pastorelli -: un contenzioso infatti, conoscendo come vanno le cose in Italia, comporterebbe la chiusura del percorso per anni e anni. Appena sarà possibile, anche rispetto all’emergenza Coronavirus, l’impresa riprenderà i lavori che porteranno al completo rifacimento di 300 metri del fondo stradale, la sistemazione delle fessurazioni presenti in altri tratti, la collocazione di protezioni laterali, la piantumazione di alberi. Prevista la prosecuzione sino alla Stazione ferroviaria di Santa Maria degli Angeli dove è previsto anche uno spazio coperto per le biciclette».
Una questione che la scorsa estate, quando l’opera sembrava essere in dirittura d’arrivo, aveva subito una brusca interruzione legata all’evidenziarsi di fessurazioni in alcuni tratti, con qualche polemica. Da qui la decisione di chiuderla in attesa di determinazioni che potessero consentire di giungere al completamento dei lavori. «La bellezza e l’importanza del percorso, le richieste degli abitanti del territorio, a cominciare da quelli di Rivotorto – conclude Pastorelli – mi hanno spinto a intraprendere questa azione che spero che in tempi brevi conduca a una soluzione definitiva». Maurizio Baglioni © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*