Spaccia usando Facebook Messenger, arrestato 36enne italiano

 
Chiama o scrivi in redazione


Spaccia usando Facebook Messenger, arrestato 36enne italiano

Spaccia usando Facebook Messenger, arrestato 36enne italiano

Uno scambio di messaggi tramite Messenger, l’applicazione di messaggistica di Facebook, l’accordo per acquistare della droga e l’intervento della polizia. In manette un 36enne italiano. L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine perché arrestato per spaccio di droga solo qualche mese fa, quando è stato sorpreso durante il lockdown nella sua attività di rifornitore di stupefacente. Il 36enne è stato arrestato e condannato a un anno di reclusione e 3.000 euro di multa.

Nei guai anche l’acquirente, un 31enne che ha comprato marijuana e hashish per un peso di poco più di un grasso. Nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti, gli uomini dell’ufficio anticrimine del commissariato di Assisi agli ordini del vicequestore Francesca Domenica Di Luca hanno notato il passaggio nei pressi della casa del 36enne del potenziale acquirente, già noto alle forze dell’ordine perché assuntore abituale di sostanze stupefacenti. Gli agenti, insospettiti, hanno deciso di monitorare la situazione: hanno dunque notato che l’uomo si avvicinava al portone di casa e dopo aver armeggiato con il telefono, suonava il citofono ed entrava.

Dopo pochi minuti, il 31enne usciva e andava via. A quel punto gli agenti hanno deciso di bloccarne la corsa e l’uomo ha spontaneamente consegnato agli agenti della marijuana e dell’hashish per un peso complessivo di poco più di un grammo, che lui stesso ha ammesso di aver acquistato poco prima dal 36enne. Il 31enne ha confessato inoltre di essersi rifornito più volte dal 36enne, contattato tramite social, appunto via Messenger. Per tale motivo il 31enne è stato segnalato alla locale Prefettura ai sensi dell’articolo 75 dpr 309/90 come assuntore abituale di sostanze stupefacenti. Compiuti gli accertamenti del caso, gli agenti hanno deciso di operare una perquisizione domiciliare d’urgenza nell’abitazione dello spacciatore.

All’interno della casa, nascosto dentro un vasetto per le sorprese dell’uovo di cioccolato, i poliziotti hanno trovato circa 6,5 grammi di hashish e 10 grammi di marijuana pronti per essere venduti. Il 36enne è stato dichiarato in stato di arresto e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria la quale, nella mattinata di ieri, ha convalidato l’arresto e condannato l’uomo a un anno di reclusione e 3.000 euro di multa. L’uomo era già conosciuto per reati di droga. Durante la perquisizione trovati 6,5 grammi di hashish e 10 di marijuana. (FP)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*