Festa Repubblica domani ad Assisi la consegna della Costituzione

 
Chiama o scrivi in redazione


Festa Repubblica domani ad Assisi la consegna della Costituzione

Festa Repubblica domani ad Assisi la consegna della Costituzione

La Festa della Repubblica domani ad Assisi si celebrerà in modo sobrio, senza assembramenti e nel rispetto delle misure di sicurezza.

Il sindaco Stefania Proietti, insieme al presidente del Consiglio Donatella Casciarri e all’assessore alle politiche scolastiche Simone Pettirossi, consegnerà simbolicamente una copia della Costituzione al sindaco e alla giunta espressioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi.

L’appuntamento è alle ore 11 a Santa Maria degli Angeli, davanti al palazzetto del Capitano del Perdono che, come la Rocca Maggiore e Palazzo dei Priori, è illuminato con i colori del tricolore.

Di solito, negli anni scorsi, l’amministrazione comunale organizzava una manifestazione con i ragazzi che raggiungevano la maggiore età a cui veniva consegnata la copia della Costituzione. Quest’anno per le note direttive imposte dall’emergenza coronavirus e consigliate dalla Prefettura non è stato possibile invitare i diciottenni, per cui la Carta fondamentale su cui si fonda il nostro Stato di diritto sarà spedita a casa a tutti coloro che quest’anno diventano maggiorenni.

“Il 2 giugno è una data molto importante per il nostro Paese – afferma il sindaco Proietti – e va celebrata – nel pieno rispetto delle norme di sicurezza – anche in questa emergenza. Ricorderemo la nascita della Repubblica in modo simbolico ma con lo sguardo rivolto ai giovani, come  ormai facciamo da 4 anni. Mettere la Costituzione nelle mani dei ragazzi significa affidare loro il nostro futuro, a partire dal manifesto fondante della nostra Repubblica”.

“Il tricolore rimarrà oltre il 2 giugno – conclude il sindaco – a significare che Assisi si riconosce nella nostra bandiera, simbolo dell’unità tra istituzioni e cittadini in nome della quale risorgeremo nonostante ogni difficoltà. Simbolo ancora più forte per la nostra Città,  patria del Patrono d’Italia San Francesco”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*