Profughi Ucraini, Comune attiva macchina ospitalità, ecco cosa fare

Profughi

 
Chiama o scrivi in redazione


Profughi Ucraini, Comune attiva macchina ospitalità, ecco cosa fare

Profughi Ucraini, Comune attiva macchina ospitalità, ecco cosa fare

L’amministrazione comunale di Assisi è in prima linea nell’accoglienza e nell’assistenza ai profughi provenienti dall’Ucraina e svolge il ruolo di coordinamento con le varie associazioni di volontariato sul territorio e con la comunità che, con grande spirito di solidarietà, si è messa a disposizione.

Per gestire al meglio e con rapidità le comunicazioni sugli arrivi e le offerte di aiuto provenienti dalla cittadinanza l’amministrazione comunale ha attivato recapiti immediati, un numero telefonico (329 260 9411) e l’email ucraina@comune.assisi.pg.it.

Il sindaco Stefania Proietti ha convocato ieri il COC (Centro operativo comunale) a cui hanno partecipato gli uffici comunali competenti e i rappresentanti delle associazioni sul territorio per coordinare le iniziative e i passaggi in merito all’accoglienza e all’assistenza ai profughi.

Intanto sono state comunicate dalla Prefettura di Perugia le informazioni su come muoversi nell’accoglienza e nell’assistenza ai profughi.

Il comune di Assisi ha predisposto un vademecum per chi ospita e per chi arriva, con tutti i riferimenti utili anche di contatto.

VADEMECUM ACCOGLIENZA ASSISI

CHI OSPITA deve compilare entro 48 ore dall’arrivo dei profughi la “dichiarazione dii ospitalità” (scaricabile dal sito web della Questura e anche dal sito del Comune di Assisi, https://www.comune.assisi.pg.it/emergenza-ucraina/). Questa dichiarazione deve indicare i riferimenti di chi si ospita e l’indirizzo in cui le persone alloggiano. Il documento va consegnato all’autorità di pubblica sicurezza presso il Commissariato di Assisi tramite PEC comm.assisi.pg@pecps.poliziadistato.it o raccomandata AR all’indirizzo Via Sant’Antonio 3, 06081 Assisi PG.

CHI ARRIVA DALL’UCRAINA dovrà presentarsi appena possibile presso il Commissariato di Assisi e potrà avere informazioni contattando tramite messaggio WhatsApp il numero 328.3666748. Questi i giorni e gli orari dello sportello dedicato: martedì, giovedì e sabato dalle ore 09.00 alle ore 12.00.

A CHI E’ SPROVVISTO DI PASSAPORTO o di timbro di ingresso in Area Schengen potranno essere rilasciati certificati di identità da Ambasciata e Consolati ucraini.

COMUNICAZIONI AL COMUNE – Vanno comunicati tempestivamente al Comune di Assisi (tramite email a ucraina@comune.assisi.pg.it o tramite PEC del comune) i seguenti dati: nome e cognome dei cittadini ospitati, data di nascita, genere, recapito telefonico, data di arrivo ad Assisi, totale dei componenti del nucleo familiare, relazioni del nucleo familiare, esigenze scolastiche, tipologia e indirizzo della struttura ospitante, generalità del soggetto ospitante (privato o ente) e relativi recapiti email e telefono. Per qualsiasi informazione il numero di riferimento è il 329/2609411. L’ufficio servizi sociali del Comune (sede di Santa Maria degli Angeli) è a disposizione per eventuali ulteriori esigenze. Nei prossimi giorni saranno rese note fasce orarie e contatti  specifici.

NORMATIVA COVID

Le persone che giungono dall’Ucraina prive del digital “Passenger Locator Form” (PLF) in forma digitale o cartacea o della “certificazione verde Covid-19”, arrivati in Italia devono sottoporsi a tampone antigenico, anche in farmacia. Il test Covid va effettuato entro le prime 48 ore dall’arrivo.  Possono recarsi al PalaEventi di Santa Maria degli Angeli dotati di un documento di riconoscimento.

ASSISTENZA SANITARIA Per ottenere il codice STP rilasciato a chi non ha il permesso di soggiorno per ricevere le prestazioni sanitarie essenziali a parità di condizioni con il cittadino italiano) occorre recarsi alla Casa della Salute di Bastia Umbria, via delle Tabacchine 3, presso lo sportello dell’ANAGRAFE SANITARIA con tutti i documenti.

È possibile chiedere informazioni scrivendo un’email a distretto2@uslumbria1.it o chiamando il numero 07581391, risponde a questo numero il centralino dell’ospedale di Assisi, dovete chiedere di parlare con l’anagrafe sanitaria della vostra USL.

VACCINAZIONE potrà essere effettuata – e registrata con codice STP – presso tutti i punti vaccinali della regione, a partire dai 5 anni di età, per tutti coloro che dichiarano di non essere vaccinati. Per Assisi e distretto assisano il vaccino può essere prenotato presso il punto vaccinale Palaeventi.

Il Comune di Assisi – anche attraverso costanti contatti con i rappresentanti locali della comunità ucraina, della Caritas e delle altre Associazioni del terzo settore – acquisirà le informazioni sulla presenza di persone ucraine, fornendone tempestiva notizia alle autorità competenti anche in relazione ad eventuali esigenze alloggiative.

Per gli aiuti alla popolazione rimasta in Ucraina e per far fronte  all’accoglienza l’amministrazione comunale ha anche attivato un conto corrente dedicato all’emergenza Ucraina dal nome”Assisi per l’ucrainaIT83A0103038270000000192903.

Tutta la documentazione ufficiale è scaricabile dal sito del Comune di Assisi, https://www.comune.assisi.pg.it/emergenza-ucraina/.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*