Centro pugilato internazionale camp con 28 nazioni Parigi 2024

Ancora una volta, Assisi è al centro delle attenzioni nel mondo del pugilato

Centro pugilato internazionale camp con 28 nazioni Parigi 2024

Centro pugilato internazionale camp con 28 nazioni Parigi 2024

Ancora una volta, Assisi è al centro delle attenzioni nel mondo del pugilato internazionale. Il prossimo evento di rilievo è il training camp che si svolgerà dal 10 al 29 febbraio, coinvolgendo ben 28 nazioni e radunando 350 partecipanti. Tra di essi, spiccano 115 pugili uomini, 106 donne, 80 tecnici, e 39 membri dello staff, tutti riuniti al Centro Federale di Pugilato ad Assisi.

La presenza di nazionali importanti come Algeria, Argentina, Stati Uniti, e Francia, evidenzia l’importanza di questo evento nella preparazione per gli imminenti appuntamenti nel mondo del pugilato, con uno sguardo particolare ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, in programma da venerdì 26 luglio a domenica 11 agosto.

Franco Falcinelli, presidente onorario della Federazione Pugilistica Italiana, afferma con entusiasmo che questo Training Camp è tra i più partecipati di sempre, portando un beneficio tangibile anche alla città di Assisi in termini di “turismo sportivo” globale.

Il Centro Federale di Pugilato e il PalaEventi di Santa Maria degli Angeli sono luoghi cruciali per gli allenamenti intensi dei partecipanti, che coltivano i loro sogni nel pugilato. Patrizio Oliva, ex Campione Olimpico e responsabile della Nazionale Italiana SchoolBoy, sottolinea l’importanza di queste giornate per la crescita del pugilato nazionale e internazionale. Oliva esprime fiducia nella squadra italiana, affermando che molti atleti hanno il potenziale per emergere come protagonisti e aspiranti medagliati in competizioni future.

Il training camp ad Assisi non è solo un’occasione per il miglioramento tecnico degli atleti ma contribuisce anche a rafforzare l’immagine della città come punto di riferimento nel mondo dello sport internazionale. Un periodo di intensa preparazione che promette di plasmare il futuro del pugilato in tutto il mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*