Allarme furti nell’Assisano, agiscono fra le 17 e le 19.30, cittadini esasperati

La gente spaventata si è mobilitata per far girare la voce

Allarme furti nell'Assisano, agiscono fra le 17 e le 19.30, cittadini esasperati

Allarme furti nell’Assisano, agiscono fra le 17 e le 19.30, cittadini esasperati

ASSISI – Le Forze dell’Ordine si impegnano tanto per contrastare i furti in abitazione, ma i continuano ad agire un po’ ovunque. Questa volta è toccata alla zona dell’Assisano e più precisamente nella zona est nell’Angelano. Furti anche ad Assisi, Petrignano e Palazzo. Gli orari in cui agiscono fra le 17 e le 19.30. La gente è esasperata che si vede violata la casa. Ad essere prese di mira le case lungo le vie che si dipartono da via Protomartiri francescani. Un colpo più recente l’altra sera, quando sono stati presi di mira due appartamenti all’interno di una palazzina. Sono più i danni fatti che il bottino, ma soprattutto scoramento tra i residenti.

«A casa mia è la terza volta che entrano nel giro di 3 mesi; per i precedenti ho fatto denuncia ai Carabinieri e ora mi accingo a denunciare anche questo – dice uno dei proprietari –. In questa zona sono almeno una decina i furti messi a segno nelle case. Questa volta hanno portato via poco perché si erano portati via tutto nelle due precedenti volte, ma hanno fatto molti danni: siamo molto preoccupati e amareggiati, in casa abbiamo paura, non siamo riusciti a dormire».

Per raggiungere il secondo piano della palazzina hanno utilizzato i discendenti delle grondaia. «Stavolta, rispetto alle precedenti, hanno aperto la cassaforte – spiega il derubato di turno -, utilizzando un frullino. Poi, forse perché l’hanno trovata vuota, si sono accaniti contro le prese elettriche di casa, tagliando cavi dell’elettricità e della televisione».

La gente spaventata si è mobilitata per far girare la voce. C’è un Gruppo Facebook per segnalare azioni ladresche e si utilizza anche Whatsapp per evidenziare presenze o situazioni sospette e, se del caso, allertare le forze dell’ordine. (Notizia riportata sulla Nazione Umbria di oggi)

 

1 Commento

  1. Tranquilli verrà peggio..questo è il risultato del buonismo e dell’accoglienza scellerata a tutti di questo paese….la mancanza della certezza della pena… dopo 3 giorni rilasciano tutti quindi vale la pena rischiare…se invece li aspettasse una pena certa e severa forse ci penserebbero prima di entare a casa degli altri…..però se parli così ti dicono che sei “giustizialista”. ..che sei “fascista”….ed allora teniamoci queste situazioni….rubano…picchiano anziani…violentano e dopo poco sono di nuovo in giro…..cari signori abbiamo quello che ci meritiamo…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*