Il divieto di avvicinamento non lo ferma e continua a maltrattare la madre

 
Chiama o scrivi in redazione


Il divieto di avvicinamento non lo ferma e continua a maltrattare la madre

Il divieto di avvicinamento non lo ferma e continua a maltrattare la madre

La sera della vigilia di Natale i Carabinieri della Stazione di Santa Maria degli Angeli hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Perugia nei confronti di un uomo, che si sarebbe reso responsabile di reiterati maltrattamenti nei confronti della madre convivente.


Fonte: Procura della Repubblica


Nonostante gli fosse stato già applicato l’obbligo di allontanamento dalla casa familiare ed il divieto di avvicinamento, la persona, in stato di forte ubriachezza, si sarebbe avvicinato nuovamente alla madre. A questo punto è scattata una richiesta di aggravamento della misura che, accolta dal GIP del Tribunale di Perugia, ha determinato l’immediata emissione del provvedimento cautelare in carcere. Le ricerche dell’uomo si sono prolungate per tutto il pomeriggio fino a quando, verso le ore 20, è stato rintracciato dai militari, che lo hanno poi tradotto presso la casa circondariale “Capanne” di Perugia, dove rimarrà in custodia cautelare in attesa del processo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*