Papa Francesco torna ad Assisi il 12 novembre 2021

 
Chiama o scrivi in redazione


Visita del Papa a Santa Maria degli Angeli il messaggio del sindaco Proietti

Papa Francesco torna ad Assisi il 12 novembre

Papa Francesco tornerà ad Assisi il 12 novembre Per la Giornata mondiale dei poveri. E” la sua quinta visita (di Manuela Tulli) (ANSA) – CITTA DEL VATICANO, 15 OTT – Papa Francesco tornerà il 12 novembre ad Assisi, in preparazione alla Giornata Mondiale dei Poveri che si celebrerà domenica 14 novembre. Il Pontefice torna dunque sui passi del santo umbro del quale ha voluto assumere il nome al momento dell” elezione al Soglio di Pietro.

In questa occasione Bergoglio condividerà una giornata con le persone maggiormente in difficoltà, che in questi tempi sono ancora di più a causa delle crisi innescate dalla pandemia. La Giornata dedicata ai poveri è alla sua quinta edizione e a promuoverla è il Pontificio Consiglio per la Nuova evangelizzazione. “Il Papa si recherà in forma privata ad Assisi venerdì 12 novembre, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. Francesco incontrerà in forma privata – informa il dicastero guidato da monsignor Rino Fisichella – un gruppo di cinquecento poveri provenienti da diverse parti dell” Europa e trascorrerà con loro un momento di ascolto e preghiera”.

Sarà così la quinta volta di Papa Francesco ad Assisi, dopo la visita del 4 ottobre 2013, quella del 4 agosto 2016, quella del 20 settembre dello stesso anno per la Giornata di preghiera e infine del 3 ottobre 2020, in forma privata a causa dell” emergenza Covid, per la la firma della sua enciclica “Fratelli tutti”. Anche la visita che si terrà tra un mese è annunciata “in forma privata”, con la presenza dunque dei soli invitati, a causa delle restrizioni che permangono per la pandemia Covid. “Proviamo una immensa gioia al pensiero di riavere ad Assisi, per la quinta volta nel suo Pontificato, il nostro Santo Padre”: così il sindaco Stefania Proietti.

“La sua visita ci emoziona e ci rallegra profondamente, particolarmente toccante sarà l” incontro con cinquecento poveri provenienti da tutta Europa” ha aggiunto. “Papa Francesco conferma ancora una volta – ha sottolineato il sindaco Proietti – di essere un amico fraterno della città di Assisi che è citta-messaggio nell” ascolto del grido dei poveri e nella cura dei sofferenti della terra”. Tra le associazioni che stanno organizzando l” evento c” è ” Fratello” , una realtà che, partita dalla Francia, ora è presente in vari Paesi per un” opera di fraternità con senzatetto e persone in difficoltà. La conferma del Vaticano, sulla visita del Papa in Umbria, è arrivata dopo i rumors nati per i diversi sopralluoghi, anche con elicotteri, effettuati nella zona di Assisi da parte del personale vaticano che sta organizzando l” evento e la sicurezza.

Giunta quest’anno alla sua quinta edizione, la Giornata Mondiale dei Poveri, istituita da Papa Francesco con lo scopo di sensibilizzare all’ascolto del grido dei poveri e dei sofferenti, sarà celebrata domenica 14 novembre 2021. In preparazione a questo momento che investe tutta la Chiesa, il Papa si recherà in forma privata ad Assisi, venerdì 12 novembre, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. Papa Francesco incontrerà in forma privata un gruppo di 500 poveri provenienti da diverse parti dell’Europa e trascorrerà con loro un momento di ascolto e preghiera.

“La notizia del ritorno di Papa Francesco ad Assisi non può che riempirci il cuore di gioia”. Sono queste le prime parole pronunciate dal vescovo della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e della diocesi di Foligno, monsignor Domenico Sorrentino, dopo il comunicato stampa diffuso dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione che ha annunciato la visita privata del Santo Padre ad Assisi il 12 novembre prossimo in occasione della V Giornata mondiale dei poveri.

“Questa nuova visita – aggiunge il vescovo – porta alla nostra memoria quanto il Santo Padre fece nel suo pellegrinaggio ad Assisi del 4 ottobre 2013, quando volle con sé i poveri nella Sala della Spogliazione e pranzò poi con loro nel Centro di prima accoglienza che da allora ha preso il nome di Casa Papa Francesco. Il gesto è significativo anche per il fatto che, nel frattempo, il Papa stesso ha voluto centrare su Assisi l’iniziativa Economy of Francesco, facendo appello a giovani economisti e operatori economici di tutto il mondo per un processo di rinnovamento dell’economia che metta al centro proprio la questione dei poveri. Iniziativa che ha visto quest’anno la seconda edizione mondiale in streaming, con un video-messaggio del Papa, che i giovani sperano di incontrare il prossimo anno nel desiderato incontro in presenza. Tutte cose che ci invitano a metterci in piena sintonia con il Vangelo alla scuola di san Francesco che seppe vedere Cristo nei poveri e si fece per questo povero tra i poveri”.


di Redazione


Il sindaco Stefania Proietti, appena ufficializzata la notizia del ritorno di Papa Francesco, ha così commentato: “Proviamo una immensa gioia al pensiero di riavere ad Assisi, per la quinta volta nel suo Pontificato, il nostro Santo Padre che il prossimo 12 novembre sarà nella basilica di Santa Maria degli Angeli in vista della celebrazione della quinta Giornata mondiale dei poveri. La sua visita ci emoziona e ci rallegra profondamente, particolarmente toccante sarà l’incontro con 500 poveri provenienti da tutta Europa”.

“Papa Francesco conferma ancora una volta – ha concluso il sindaco – di essere un amico fraterno della città di Assisi che è citta-messaggio nell’ascolto del grido dei poveri e nella cura dei sofferenti della terra”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*