Tennis Accademy a Santa Maria tra sport e hobby con Schiattelli e Ceccomori

Tennis Accademy a Santa Maria tra sport e hobby con Schiattelli e Ceccomori
Elena Schiattelli

Tennis Accademy a Santa Maria tra sport e hobby con Schiattelli e Ceccomori Prestigio per il tennis ma anche per gli hobby di angelani e comprensorio al nuovo centro sportivo di S.M.Angeli, vecchio Club 3/T, del Ponte Rosso dove allora si miravano racchette del mondo elitario assisano e non tra nobiltà e piacere di svolgere attività fisica. Erano i tempo del tennis anni ’60, un po’ costosi e selettivi, ma orai tempi sono cambianti con il nuovo corso dell’Accademy Tennis sul cui ponte di comando  tecnico c’è l’insegnante Elena Schiattelli, coadiuvata dal maestro Claudio Ceccomori. Un vetrina di pratica e didattica tennistica cui si rivolgono giovani dai 5 anni agli anni 18, adulti, amanti della racchetta. La maestra Elena Schiattelli di notevoli espressioni professionali e di trascorso didattico, è sicuramente la mente della disciplina d’apprendimento sui campi rossi angelani.

Dalla sue indicazioni specifiche partono forme e contenuti della pratica tennistica che gli stessi fruitori riconoscono di facile assimilazione. 4 i campi in azione al 3T angelano, due in terra rossa e due in red plus. Un punto di aggregazione sociale e sportiva che copra un intero territorio e non solo per uno sport che trova sempre più proseliti e stimolatori della racchetta.

“ Siamo a buon punto – osserva l’insegnante, Elena Schiattelli- e contenti nello stesso modo di quanto sta avvenendo di didattico e di piacevole aggregazione sportiva tra noi tutti e il mondo del tennis. Ragazzi, adulti, semplici amanti del tennis sono con noi e con il nostro insegnamento per guardare avanti con gioia ed esperienza”. Amministrano la struttura i consiglieri: Simone Brunelli, Mauro Carloni, Americo Ciai.

 

Eventi in Umbria

1 Commento

  1. Vorrei far sapere all’ignorante (in quanto ignora) autore dell’articolo, che il Circolo Tennis 3T di Assisi fu fondato da veri amanti ed appassionati dello sport del tennis che con sacrifici non solo economici riuscirono a concretizzare quello che per quei tempi poteva essere solo un sogno. Dovremmo ringraziarli per quello che hanno fatto invece di farli apparire snob ed elitari. Ti voglio far sapere inoltre, ma penso che almeno questo lo saprai, che per giocare a tennis allora bastava una racchetta da poche migliaia di lire un paio di scarpette da ginnastica e tre palline. Forse il mondo elitario che hai evocato ce lo vedo più oggi che allora. Un consiglio anche se non richiesto, la prossima volta che scrivi un articolo, documentati.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*