Formazione professionale per giornalisti, Ordine regionale ad Assisi

C'era anche il presidente regionale Roberto Conticelli

 
Chiama o scrivi in redazione


Formazione professionale per giornalisti, Ordine regionale ad Assisi
roberto conticelli

Formazione professionale per giornalisti, Ordine regionale ad Assisi

Da Lorenzo Capezzali
ASSISI – Continua per la Regione l’incontro dei giornalisti umbri con l’aggiornamento didattico e culturale delle scienze formative  quale momento di sostegno all’esercizio dell’attività giornalistica scritta, parlata e web  degli operatori. “Tappe” semantiche che la legge prevede e rese obbligatorie per coloro che sono iscritti all’albo dei professionisti e dei pubblicisti dell’ordine, presieduto dal giornalista Roberto Conticelli, presidente dell’Ordine, al fine d’integrare il bagaglio di quanti sono al servizio professionale di una delle attività più suggestive e più attese dalla società privata e pubblica.

In questi  giorni è stata la città di Assisi ad ospitare alcuni giornalieri appuntamenti sul tema della deontologia e della norma giuridica applicata alla forma e ai contenuti delle notizie da divulgare.

Non senza dimenticare il valore etico e psicologico che la scelta delle news rappresentano nel panorama delle fonti da contattare traquelle scomode o particolarmente delicate del sapere sociale. Tutto questo nella sala conferenze della Pro Civitate Christiana dove a fare gli onori di casa  è stato  il vescovo Mons. Domentico Sorrentino per il quale l’informazione costituisce il perno fondamentale delle interrelazioni umane lontano da scoop o fake news che potrebbero tornare buone solo per un esclusivo fine di business generale.

La tavola rotonda è stata un alternarsi d’interventi di giornalisti presenti e la direzione del corso con profonde riflessioni e domande critiche che non potevano non toccare il rapporto d’interdipendenza involontaria silenziosamente presente tra gli operatori  ela direzione delle varie testate o i progetti editoriali della proprietà. Comunque un corso giornalisticamente valido!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*